“L’azione Tesla a 1.400 dollari. Vi spiego perché”


Parla Philippe Huchois, l’analista della banca americana Jefferies che ha il target price più alto di tutti. Secondo lui la Casa di Elon Musk saprà espandere la produzione fino a 8 milioni di vetture all’anno mantenendo l’attuale altissima redditività. Il paragone con Amazon.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Uno degli analisti più esperti del settore auto, impressionato dagli ultimi risultati del gruppo.

Anche se Elon Musk continuasse a vendere azioni nei prossimi mesi, le quotazioni di Tesla saliranno ancora e fra un anno avranno guadagnato il 30% rispetto al livello attuale. A sostenere questa tesi è uno dei più esperti analisti del settore auto, il francese Philippe Huchois, oggi Managing director della banca d’investimento americana Jefferies, dopo avere ricoperto lo stesso incarico per otto anni a Ubs, e prima ancora a JP Morgan.

La caduta del 6% registrata venerdì da Tesla, con la quotazione finita a 1.014,97 dollari, rende ancora più interessante il target price di Huchois a 1.400 dollari. Quello di Huchois è il più alto fra tutti i prezzi obiettivi indicati dagli analisti di Wall Street, “a pari merito” con Dan Ives, il super-esperto di tecnologie di Wedbush, la nota casa d’investimento californiana.

Intervistato da Business Insider nel weekend, Huchois ha detto che Tesla continuerà ad aumentare rapidamente la produzione mantenendo gli alti margini di profitto che ha raggiunto, anche se passerà a produrre veicoli elettrici meno costosi per rispondere meglio alla competizione con i produttori tradizionali di auto.

Negli ultimi due anni l’azione Tesla è salita del 1.500%

Nell’ultimo mese la quotazione di Tesla è scesa del 18%, passando dal massimo storico di 1.243 dollari del 4 novembre al prezzo attuale, ma la performance dall’inizio dell’anno resta un brillantissimo +46%, che si confronta con il +17% del Nasdaq. La performance di Tesla degli ultimi due anni è uno strepitoso rialzo del 1.500%, favorito dalla grande liquidità che il governo americano ha distribuito alle famiglie per sostenere l’economia nell’era del Covid: gli investitori, piccoli e grandi, hanno puntato sulla società di Musk, convinti che sarà lei a guidare la rivoluzione verde nei trasporti.

D’altra parte, le performance stellari di Tesla non fanno arretrare l’esercito degli scettici che considera il prezzo delle azioni totalmente sproporzionato. A guardare i multipli di Borsa, sembra che Tesla e le altre Case automobilistiche non operino nello stesso settore, ma facciano cose completamente diverse. La Borsa oggi riconosce a Tesla un valore d’impresa (capitalizzazione più posizione finanziaria netta) pari a 20 volte i ricavi previsti per il 2021. Lo stesso multiplo per Volkswagen è 0,32 volte e per General Motore è 0,63 volte. Se passiamo agli utili, oggi Tesla capitalizza 233 volte i profitti previsti per il 2021, contro le 6 volte di Volkswagen e le 9 volte di Generali Motors.

La media dei target price è 857 dollari.

Il più convinto a sostenere che Tesla si sgonfierà è Ryan Brinkman, analista di JP Morgan, che indica un target price fra 12 mesi di 250 dollari. La media dei target price degli analisti, secondo il consensus di MarketScreener, è 857 dollari, più basso del 15% rispetto al prezzo attuale.

Come risponde Huchois a chi gli contesta che il valore di mercato di Tesla è basato su previsioni altamente speculative sulle vendite future, e che spesso in passato la Casa di Elon Musk non ha raggiunto i risultati previsti?

“Il modo in cui Tesla è strutturata, la sua strategia, tutto è una sfida nei confronti dell’industria tradizionale, a partire dal modo in cui le auto sono disegnate, a come sono vendute, all’uso dei software”.

Huchois dice di essere rimasto molto impressionato dagli ultimi risultati di Tesla, quelli del terzo trimestre di quest’anno, che hanno evidenziato un utile operativo pari al 14,6% dei ricavi, 10 punti percentuali in più di due anni prima. Tesla ha una redditività più che doppia rispetto a Volkswagen e l’analista dice che ci sono molti elementi che fanno ritenere che la Casa americana manterrà i suoi margini altissimi: uno di questi è il modo in cui Tesla vende le auto, senza intermediari.

Per quanto convinto sostenitore dell’investment case di Tesla, l’analista di Jefferies non ha le fette di salame sugli occhi. Lui stesso definisce non credibile l’obiettivo annunciato da Musk di produrre nel 2030 20 milioni di auto, dalle 890mila del 2021. Secondo Huchois, per quella data Tesla potrebbe produrre 8 milioni di vetture e avere una quota del 10% del mercato globale dell’auto. A questo risultato dovrebbe contribuire l’arrivo sul mercato di una Tesla economica da 25.000 dollari, prevista per il 2023. Ma questa previsione deve fare i conti con la lunghissima serie di annunci non rispettati da parte di Tesla, che sta accumulando ritardi su ritardi nel portare alla luce i nuovi modelli, dal Cybertruck al furgone Semi.

Nata per utilizzare l’energia pulita, come Amazon per vendere libri.

L’altro punto forte nella visione di Huchois, è che Tesla è una società nata e cresciuta con l’idea di utilizzare energia pulita, e questo le dà un vantaggio sui concorrenti alle prese con una transizione sempre più veloce dai carburanti fossili al green. “Questa azienda va vista pensando alla storia di Amazon, che da rivenditore di libri è diventata un negozio dove si può comprare tutto. La mia convinzione positiva di lungo termine su Tesla, è che diventerà l’azienda di riferimento per tutto ciò che è energia green”.


Idea di investimento
Possibile rendimento Annuo del 22% con il certificate su Tesla, Beyond Meat e Tui
Sottostanti:
Tesla IncTUI AGBeyond Meat Inc
Rendimento p.a.
22%
Cedole
5,5% - €5,50
Memoria
si
Barriera Cedole
100%
ISIN
DE000VX3LMG8
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

Possibile Maxicedola del 12% a dicembre e cedole trimestrali dell'1% (4% annuo) su Stellantis, Tesla e Volkswagen
Sottostanti:
Tesla IncStellantis N.V.Volkswagen AG
Maxicedola
12%
Importo Maxicedola
€120,00
Rendimento p.a.
1%
Cedole
1% - €10,00
Memoria
si
Barriera Cedole
65%
ISIN
CH1139074574
Emittente
Leonteq
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: TSLA.US
Isin: US88160R1014
Rimani aggiornato su: Tesla

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni