Fed e Bce protagoniste


Rialzo dei tassi Fed di 0,75 punti base, come non si vedeva da 28 anni e scudo antispread per la Bce. Le banche centrali usano armi non convenzionali, e il mercato reagisce in maniera positiva.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Dopo la buona chiusura ieri di Wall street più forte del maggiore rialzo dei tassi da 28 anni, le Borse europee aprono in territorio negativo con l’euro stoxx 50 che flette dello 0,4%. A Milano il FtsMib arretra dello 0,6%, a Parigi -0,3%, Madrid -0,3%.

Ma non è stata solo la Fed a essere l’unica protagonista nella giornata di ieri, lo scudo antiframmentazione della Bce ha spento in gran parte le tensioni sugli spread e fatto volare l’obbligazionario dei titoli periferici europei, con forti apprezzamenti anche per i bancari.

Ieri l’S&P500 ha chiuso in rialzo dell’1,5% il Nasdaq del 2,5%.
L'Asia reagisce con cautela in un mix di dati macro cinesi non proprio entusiasmanti. Il Csi 300 arretra dello 0,4%, Hong Kong cede l'1,3%. Positivo il Giappone con il Nikkei che sale dello 0,4%.
Una politica monetaria restrittiva da parte degli Usa avrà due effetti, il richiamo degli investimenti sui Treasury e un rallentamento economico usa che si ripercuoterà sull’export cinese.
L'oro dello 0,3% a 1.830 dollari per oncia, il petrolio Wti americano guadagna a sua volta lo 0,6% a 116 dollari il barile.
Ieri la Fed ha annunciato un rialzo dei tassi di 75 punti base portando i rendimenti nell'intervallo 1,5%-1,75%, siamo a circa a metà strada del percorso che i Fed Funds intravedono, 3,4% a fine anno.

Stamattina il Treasury Note rende il 3,31%, il due anni il 3,27% entrambi in calo rispetto all’ultime sedute ma pericolosamente vicini indicando la probabilità di una recessione nei prossimi 15-18 mesi.
Powell ha ribadito con fermezza la politica di lotta dura contro l’inflazione, di fatto anche rischiando o causando una recessione.

Bce

La Bce torna a fare la Bce. Si dimentica dei tecnicismi e dei modelli precostituiti e tira fuori dal cappello quello che il mercato voleva ma non osava chiedere a voce alta. Uno scudo antispread che da un lato sembra andare nella direzione opposta di una stretta monetaria dall’altro spegne i timori di uno sbandamento delle economie periferiche dell’area euro.

Dati macro cinesi

I prezzi medi delle nuove case nelle 70 principali città della Cina sono diminuiti dello 0,1% su base annua a maggio 2022, negando la tendenza rispetto a un aumento dello 0,7% del mese prima. Si tratta del primo calo dei prezzi delle nuove case da settembre 2015.

Tra i titoli a Piazza Affari segnaliamo

Mediobanca ha concluso il 14 giugno il programma di buyback avviato a dicembre con l'acquisto di quasi il 3% del capitale.

La Consob ha inviato una nuova lettera a Generali chiedendo una serie di delucidazioni sugli ultimi nodi relativi alla governance, in particolare sulla composizione dei comitati e sulla questione della successione di Caltagirone nel Cda. Lo scrive La Stampa ricordando che la richiesta di documentazione fa parte dell'attività di carattere ordinario della Commissione

Italgas, si aspetta di chiudere l'acquisizione della greca Depa Infrastructure entro il mese di luglio per poi consolidare la società negli ultimi 4-5 mesi dell'anno. Lo ha detto l'AD Paolo Gallo durante una presentazione del piano strategico al 2028, che dopo diversi anni prevede obiettivi fuori dai confini nazionali e la ricerca di nuove opportunità di crescita esterna.
Sul taglio dei flussi di gas da parte di Gazprom verso l'Europa, Italia inclusa, prima di preoccuparsi sul livello di forniture in vista del prossimo inverno occorre fare beni i calcoli anche perché il livello degli stoccaggi italiani è elevato, ha detto Gallo.

Eni. Gazprom ieri ha ridotto i flussi di gas dalla Russia verso l'Italia del 15% circa senza spiegarne il motivo, ha detto un portavoce di Eni.
Eni ha ricevuto comunicazione di una limitata riduzione dei flussi dal proprio fornitore russo relativamente all'approvvigionamento gas verso l'Italia, secondo quanto comunicato dal gestore dei mercati energetici Gme.

Enel è vicina a un accordo per la cessione delle attività in Russia e vede nelle turbolenze dei mercati innescate dall'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca una spinta nel lungo termine per il settore europeo delle energie rinnovabili, ha detto l'AD Francesco Starace.

L'a.d. di Tim, Pietro Labriola ha detto di augurarsi che il gruppo sorprenda il mercato con "risultati positivi" per il primo semestre.

Le immatricolazioni di Stellantis in Europa sono scese del 14,6% a maggio a fronte di un calo del mercato del 12,5% su base annua, secondo i dati Acea.
Nuovo stop per lo stabilimento di Melfi, Potenza: secondo Verità e Affari, che cita una comunicazione di Fim e Uilm Basilicata, l'impianto si fermerà dalle 14 di domani fino a lunedì 27 giugno per mancanza di semiconduttori. Saranno lasciati temporaneamente a casa senza lavoro oltre 6.800 addetti nell'ambito di un accordo di solidarietà a zero ore.

La società Limbo, ha lanciato un'Opa volontaria sul 37,98% del capitale di Piteco non posseduto al prezzo di 11,25, euro per azione della software house finalizzata al delisting.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy