Il rialzo è a prova di falco


Gli ultimi dati sull’inflazione spingono i mercati ad andare contro gli avvertimenti delle banche centrali sul rialzo dei tassi, l’evoluzione del contesto macroeconomico rende sempre più probabile uno stop alla stretta monetaria. Il petrolio, ieri in calo di oltre il 3%, stamattina rimbalza dai minimi di ottobre, ma a guidare i prezzi sono le aspettative sulla prossima recessione. Gas: Goldman Sachs avverte che non scenderà, ma intanto, soprattutto a causa del clima favorevole, abbassa le previsioni sul 2023.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


I tentativi della Federal Reserve di smorzare gli entusiasmi di Wall Street, negli ultimi giorni hanno dato risultati misti, ieri in particolare, gli avvertimenti di James Bullard, il membro del Federal Open Market Committee più intransigente sulla stretta monetaria, hanno condizionato solo per qualche ora la direzione degli indici, nella seconda parte della seduta l’indice S&P500 è tornato su, chiudendo con un ribasso solo dello 0,3%. Il movimento del benchmark di Wall Street fa sentire i suoi effetti sul future del Dax di Francoforte, in rialzo dello 0,4%.

Se ieri i mercati non si sono lasciati spaventare dagli ammonimenti di Bullard è perché i dati sull’inflazione hanno cambiato i giochiL’analista di Fundstrat, Tom Lee, ha spiegato a Barron’s che la Fed non ha più l’argomento per mettere con le spalle al muro Wall Street, in quanto la frenata dei prezzi al consumo ha tutte le caratteristiche di un anticipo di una rallentamento prolungato. I commenti da falco degli ultimi giorni perdono di credibilità ed aumentano le probabilità di una pausa, o di uno stop al rialzo dei tassi già con l’arrivo del 2023.

ASIA PACIFICO

Stamattina si mette in luce la borsa di Hong Kong (+0,7%), salgono soprattutto le società dei video game, come Netease. La China’s National Press and Publication Administration, il soggetto di regolazione del settore giochi ha rilasciato una cinquantina di licenze di commercializzazione. Poco mossa la borsa di Tokyo, indifferente al dato quasi da record dell’inflazione, in ottobre la crescita anno su anno dei prezzi al consumo core è stata del 3,6%.

Il petrolio Brent è in lieve recupero a circa novanta dollari il barile, dal -3,3% di ieri. La discesa del greggio del Mare del Nord sui minimi da ottobre è da ricondurre a quello che si vede sul mercato delle obbligazioni. 

BOND

Il decennale si è portato a 3,76% +8 punti base.
Anche ieri l’aumento dei rendimenti è stato selettivo, più forte sulle scadenze più corte, quelle più sensibili alle indicazioni della banca centrale sulla traiettoria dei tassi d’interesse. Più si va avanti sulle scadenze, più l’aumento dei rendimenti si indebolisce. L’arrivo della recessione è anticipato così dal differenziale tra il governativo biennale e quello decennale, arrivato ieri su nuovi minimi di lunghissimo periodo a -68 punti base.I dati forniti due giorni dal Tesoro degli Stati Uniti rivelano che la Cina ha ridotto sensibilmente i Treasury detenuti direttamente, ma dall’altra parte ha aumentato di pari entità l’ammontare detenuto indirettamente tramite i conti in Belgio, con un effetto combinato sostanzialmente stabile.

GAS

Il future di riferimento per il gas in Europa ieri è sceso dell’1% a 112 euro MWh. Se i prezzi restano sono all’incirca la metà della media di quest’estate, è anche perché l’avvio l’ingresso nella stagione invernale è stato eccezionalmente morbido: nei prossimi giorni le temperature dovrebbero tornare a livello primaverile, sotto la media del periodo. Ma non c’è da aspettarsi che si possa tornare a breve ai livelli pre pandemia (intorno o sotto 50 euro MWh) perché sarà nei prossimi mesi, soprattutto a partire dalla prossima primavera, ed ancor di più in estate, che si faranno sentire in modo più rilevante gli effetti della carenza di offerta. “E’ in estate che le riserve devono essere predisposte, quindi è l’estate il periodo nel quale la domanda scende ed i prezzi tendono a salire”, si legge nello studio di Goldman Sachs diffuso a inizio settimana. I prezzi sono destinati a salire nei prossimi mesi, ma grazie ai risparmi arrivati con l’ottobre mite, il magazzino di gas in Europa è a prova di un poco probabile inverno rigido. In più, la debole domanda di gas liquefatto della Cina ha portato più navi gasiere nei porti europei. Gli autori della nota, Samantha Dart e Jeffrey Currie hanno per questa ragione rivisto al ribasso il target del prezzo del gas del 2023 a 180 euroMWH, dal precedente 235 euro.

TASSE

Lorraine Hau, Associate, Investimento responsabile e Cassie Traeger, Vice President, Investimento responsabile di Columbia Threadneedle Investments hanno spiegato ieri in una nota che “una condotta fiscale responsabile è funzionale al conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) dell’ONU", ma nel mondo delle aziende il tema è a dir poco, non molto sentivo, visto che l'OCSE stima per le casse dello Stato perdite comprese tra 100 e 240 miliardi di dollari l’anno solo da pratiche aggressive di elusione ed evasione fiscale. Le società che sono alla ricerca di finanziamenti dovrebbero essere più sensibili al tema perché, “una maggiore trasparenza fiscale è cruciale per consentire agli investitori di valutare e giudicare correttamente le strategie aziendali e la gestione del rischio”. In più, una condotta responsabile, “è una testimonianza dei valori”.

TRA I TITOLI A PIAZZA AFFARI

A2A informa che l’aggiornamento di Piano Industriale 2021- 2030 del Gruppo verrà presentato alla comunità finanziaria, alla stampa e alle associazioni sindacali il 23 novembre 2022.

Webuild ha vinto, in consorzio con altre aziende, una gara in Romania, i lavori in ambito ferroviario valgono 441 milioni di euro.

Telecom Italia. Anche nel nuovo governo il progetto di creazione di una rete unica è ritenuto importante e le discussioni in corso riguardano possibili diverse modalità per raggiungere lo stesso risultato, ha detto l'AD Pietro Labriola. Le dimissioni da consigliere di Frank Cadoret, rappresentante di Vivendi nel board di Tim, sono motivate da ragioni personali, ha reso noto il gruppo telefonico. 

Enel intende costruire un impianto di produzione di celle e pannelli fotovoltaici negli Stati Uniti.

Banca Monte Paschi. I fondi Allspring Global Investments all'11 novembre detenevano il 6,8% del capitale, secondo gli aggiornamenti Consob sulle partecipazioni rilevanti.

Trevi ha deliberato un aumento di capitale inscindibile da offrire in opzione ai soci per circa 25 milioni di euro e un aumento di capitale inscindibile riservato ad alcune banche finanziatrici per circa 26 milioni, da eseguirsi mediante conversione di crediti per circa 33 milioni.


Idea di investimento
Maxicedola del 20% e possibili cedole trimestrali dell'1,5% (6% annuo) su Iberdrola, Plug Power e Verbund
Sottostanti:
Iberdrola S.A.Plug PowerVERBUND AG
Maxicedola
20%
Importo Maxicedola
€20,00
Rendimento p.a.
6%
Cedole
1,5% - €1,50
Memoria
si
Barriera Cedole
50%
ISIN
XS2428622281
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy