Il rublo scende, i future di Wall Street salgono

finestra mercati

I mercati oggi danno ancora chance alla soluzione negoziale, tornano a salire i rendimenti delle obbligazioni, il rublo si indebolisce. Goldman Sachs prova a stimare le ricadute sui mercati in caso di conflitto aperto in Ucraina


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


I future della borsa degli Stati Uniti anticipano un avvio in rialzo. Si riportano su i rendimenti delle obbligazioni, scesi nella prima parte della settimana per effetto della corsa ai beni rifugio scatenata dalle mosse della Russia sullo scacchiere ucraino. Il buono del Tesoro a dieci anni si riavvicina a quota 2% di rendimento, circa dieci punti base in più di ieri.
Non ci sono dati macroeconomici in agenda e dal fronte societario non arrivano stimoli o notizie di rilievo.

Ucraina, Putin si dice pronto a trovare "soluzioni diplomatiche" con Kiev e l'Occidente

Trentasei ore dopo l'ordine di Vladimir Putin di dispiegare forze armate 'per assicurare la pace' nel Donbass, il presidente russo si dice pronto a trovare "soluzioni diplomatiche" con Kiev e l'Occidente, ma rimane fermo su un punto inderogabile: gli interessi e la sicurezza del Paese "non sono negoziabili”. Ma il governo di Kiev risponde annunciando la mobilitazione dei riservisti, il suo Parlamento ha approvato l'imposizione di sanzioni a 351 cittadini russi e il Consiglio di sicurezza ucraino ha chiesto lo stato di emergenza sul territorio, una misura che i legislatori dovranno ratificare entro 48 ore. Il ministero degli Esteri ucraino ha chiesto ai suoi connazionali di lasciare "immediatamente" la Russia, mentre proseguono gli scontri nel Donbass. Questa mattina, l'esercito di Kiev ha annunciato che un altro soldato e’ stato ucciso e sei sono rimasti feriti in bombardamenti da parte dei separatisti filorussi nell'Ucraina orientale nelle ultime 24 ore. La Cina lamenta che gli Stati Uniti "versano benzina sul fuoco" della crisi ucraina. L’Australia e la Gran Bretagna dicono che l'invasione è sempre piu' vicina.

Ucraina e mercati

In caso di guerra totale e sanzioni davvero punitive sulla Russia, l’indice S&P5OO potrebbe perdere facilmente il 6% dalla chiusura di venerdì sera, ma i danni peggiori, in termini di ribasso del listino, sarebbero in Giappone ed in Europa, afferma Goldman Sachs in una nota diffusa ieri. La previsione dello strategist Domenic Wilson si basa sull’andamento del rublo. La valuta russa, dai massimi relativi di medio periodo di ottobre, perde il 14%. Goldman Sachs afferma che un calo del 10% si tradurrebbe in un rialzo del petrolio del 13%. In gennaio, si legge nella nota, le tensioni tra Russia ed Ucraina hanno avuto un ricaduta solo locale, da febbraio anche gli asset globali hanno cominciato a risentirne. Un conflitto aperto potrebbe valere un calo del 9-10% per le borse dell’Europa e del Giappone. Sui mercati valutari, l’euro potrebbe perdere il 2%.

Petrolio

Si allontana di poco dai massimi degli ultimi sette anni toccati ieri: è diventato chiaro che la prima ondata di sanzioni statunitensi ed europee contro la Russia probabilmente non ostacoleranno l'offerta.
Brent a 96,28 dollari. I provvedimenti punitivi annunciati da Stati Uniti, Unione europea, Gran Bretagna, Australia, Canada e Giappone si sono concentrati sulle banche e sull'élite della Russia, mentre la Germania ha bloccato l'autorizzazione del gasdotto Nord Stream 2. Gli Stati Uniti hanno chiarito che le sanzioni concordate e quelle che potrebbero essere imposte non prenderanno di mira greggio e gas. Gli analisti prevedono comunque che i prezzi del greggio continueranno, per il momento, a trovare un livello di supporto dalla crisi tra Russia e Ucraina mentre alcuni paesi occidentali hanno promesso di imporre ulteriori sanzioni se la Russia lancerà un'invasione su vasta scala dello stato confinante. "C'è il rischio che la Russia risponda alle sanzioni riducendo autonomamente le consegne", ha detto l'analista di Commerzbank Carsten Fritsch. Il potenziale ritorno del greggio iraniano sul mercato ha aggiunto ulteriore pressione ai prezzi, con Teheran e le potenze mondiali sempre più vicine al ripristinare l'accordo nucleare.

Tra i titoli segnaliamo

Tupperware -9%. L’azienda delle vendite a domicilio di prodotti per la cucina e per la casa ha presentato risultati del trimestre sotto le attese, anche le previsioni sul 2022 sono inferiori alle stime degli analisti. Le vendite del quarto trimestre sono scese del 12% a 394 milioni di dollari.

Lowe’s +2,5%. La società dei magazzini per la casa e le manutenzioni domestiche ha chiuso il trimestre con 21,3 miliardi di dollari di ricavi ed un incremento delle vendite a parità di perimetro del 5%. Per l’esercizio fiscale in corso, la previsione è di un utile per azione tra 13.10 e 13,60 dollari, in miglioramento da 12,25 - 13,0.

Coinbase annuncia l’integrazione di Coinbase Wallet con gli hardware wallet Ledger. La società della piattaforma di scambio di criptovalute ed altri beni immateriali, spiega che questo si inquadra nella “volontà di fornire la massima sicurezza agli utenti per quanto riguarda la conservazione dei propri asset. L’integrazione con Ledger permetterà di conservare gli NFT e le criptovalute in modalità offline e completamente proprietaria. Gli hardware wallet, infatti, sono dispositivi fisici, che permettono l’archiviazione offline delle password necessarie per accedere ai portafogli cripto. Dal momento che ogni transazione sulla blockchain necessita sia di una chiave privata sia di una chiave pubblica, un hardware wallet assicura che solo l’utente in possesso del dispositivo fisico sia effettivamente in grado di completare l’operazione”.

Chevron. Cowen alza il target price a 140 dollari, da 133 dollari.

Zoom Video. Mizuho taglia il target price a 190 dollari, 110 dollari in meno del precedente.

Marathon Oil. Piper Sandler alza il target price a 27 dollari, da 22 dollari.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy