Ivass avvia procedimento sanzionatorio su Cattolica. Il titolo crolla in Borsa

cattolica assicurazioni

Mattinata di vendite per il titolo dell’assicurazione veronese. Nel fine settimana l’autorità di controllo ha comunicato l’esito “con risultanze sfavorevoli” dell’ispezione conclusa a luglio. Cattolica dovrà intervenire sul board e sulla governance e completare «rapidamente» la seconda tranche dell’aumento di capitale da 500 milioni di euro.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Risultanze sfavorevoli dall’ispezione

L’Ivass avvierà un procedimento sanzionatorio su Cattolica Assicurazioni. È quanto ha comunicato nel corso del fine settimana l’assicurazione veronese in una nota in cui rende noto l’esito, con «risultanze sfavorevoli», dell’ispezione dell’autorità di controllo conclusa lo scorso 24 luglio. «L’ispezione – si legge nella nota – ha riguardato, in particolare, gli assetti di governance, il funzionamento del sistema monistico e la valutazione dei rischi immobiliari. Il verbale ispettivo ha fatto riferimento a situazioni relative al 2018, al 2019 e ai primi mesi del 2020».

L’Authority chiede un “piano di rimedio” in vista della trasformazione di Cattolica in Spa, così come previsto dagli accordi dello scorso giugno con Generali.

In base a quanto stabilito da Ivass, Cattolica assicurazioni dovrà:

  • effettuare un “profondo ricambio” dei componenti del Cda,
  • rafforzare il sistema di governance,
  • vendere le azioni rivenienti dal recesso (circa 20,7 milioni di titoli),
  • effettuare un rapido completamento della seconda tranche da 200 milioni di euro del previsto aumento di capitale (la prima tranche da 300 milioni era stata completata a ottobre).

In particolare il primo punto va a coinvolgere anche la figura del presidente Paolo Bedoni: lui e i membri del board resteranno in carica fino all’approvazione del Bilancio 2020, poche settimane prima della trasformazione in Spa (effettiva dal 1° aprile 2021).

Impatto sul titolo

Immediato l’impatto dell’annuncio di sanzioni sul titolo in apertura di settimana a Piazza Affari. Dopo un avvio già debole, alla 12 le azioni Cattolica scambiano a 4,39 euro in calo del 3,39%. «Sebbene le richieste del regolatore in merito alla governance possano essere soddisfatte a seguito della trasformazione della società in Spa e con la nomina del nuovo Cda, mentre l’aumento di capitale venire completato al termine delle interlocuzioni con Consob sul prospetto informativo, riteniamo che le indicazioni di Ivass mostrino una complessiva inadeguatezza dei presidi messi in essere dalla compagnia e contribuiscano a creare ulteriore incertezza sul titolo», commentano gli analisti di Equita Sim (rating Hold con Target Price a 4,5 euro).

Venerdì scorso Consob ha inviato le comunicazioni sulle partecipazioni rilevanti, indicando come il 22 dicembre 2020 Jacopo Meneguzzo ha ceduto l’1,095% del capitale di Cattolica, praticamente azzerando la propria quota, adesso pari allo 0,001%.


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: CASS
Isin: IT0000784154
Rimani aggiornato su: Cattolica Assicurazioni

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni