La debolezza dell’economia in area EU indebolisce l’Euro


Le parole della BCE non favoriscono l’apprezzamento della valuta del Vecchio Continente. Il perseguimento dell’obiettivo di inflazione al 2% in un contesto economico debole non favorisce l’Euro.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


La BCE mantiene come da mandato l’obiettivo di riportare il tasso di inflazione al 2%. Christine Lagarde rimane ferma sul mantenere i tassi elevati per il tempo necessario con il rischio di avvicinare l’Europa ad una recessione economica. I mercati, infatti, sulla scia dell’aumento degli yields sui Treasury, sulla difficoltà in cui versa l’economia europea e su un futuro prossimo ancora incerto, si affidano prevalentemente al dollaro.

La difficoltà dell'euro a trovare stabilità è ulteriormente aggravata dalle recenti decisioni delle banche centrali. Mentre la Banca Centrale Europea ha scelto di alzare i tassi d'interesse, le controparti come la Federal Reserve, la Banca Nazionale Svizzera e la Banca d'Inghilterra hanno mantenuto le loro attuali posizioni sui tassi d'interesse. Questa divergenza nelle politiche monetarie potrebbe incoraggiare gli investitori a rifugiarsi nel dollaro USA, esercitando così un'ulteriore pressione al ribasso sull'euro.

Graficamente il trend rimane ribassista. La rottura del rising wedge ha come target al ribasso area 1,03 USD.

Rimane possibile un rimbalzo fino ad area 1,08 USD, a ritestare il supporto statico ed il rising wedge, ma, fino a quel livello sarebbe più opportuno trovare punti di ingresso per la vendita di Euro. Solo sopra area 1,08 USD si potrebbe andare a testare area 1,10 USD.

Su timeframe giornaliero i prezzi sono sotto la EMA 200.

Su timeframe: 2 indicatori tecnici su 18 sono rialzisti, 12 ribassisti e 4 neutrali.

Su TF orario la coppia EUR/USD mantiene il trend ribassista

Accesso come utente registrato

La lettura di questo paragrafo è consentita solo agli utenti registrati

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Inserisci il tuo indirizzo email e controlla la tua casella di posta!
Riceverai un'email con un codice di accesso.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile maxipremio del 15% e premi trimestrali dell'1,5% (6% annuo) con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Intesa SanpaoloBanco BPMUniCredit S.p.A
Maxicedola
15%
Importo Maxicedola
€150,00
Rendimento p.a.
6%
Cedole
1,5% - €15,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD39CH4
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy