Tesla, il piano Biden spinge il titolo. Musk promette ai soci azioni Starlink


Accordo al Senato Usa per un piano di investimenti pubblici da 600 miliardi di dollari che prevede la creazione di una rete di stazioni di ricarica per auto elettriche. Starlink, la controllata di Space X che sta creando un servizio internet satellitare sarà quotata: prelazione agli azionisti Tesla.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Rialzo del 10% nelle ultime tre sedute: il calo dall’inizio dell’anno è ridotto a -2%.

Con un rialzo del 10% nelle ultime tre sedute, Tesla torna di prepotenza sotto i riflettori di Wall Street e riduce a un modesto -2% la performance negativa dall’inizio dell’anno. Giovedì 24 giugno il titolo ha chiuso in rialzo del 3,5% a 679 dollari. Il giorno prima aveva guadagnato il 5,3%.

Il ritorno di interesse degli investitori dopo un periodo non certo brillante per il titolo è stato innescato da un tris di notizie positive per gli azionisti Tesla, suffragate dalla conferma della raccomandazione Buy da parte di due broker di peso come Goldman Sachs e Morgan Stanley: il primo con target price a 860 dollari, il secondo a 900 dollari.

La notizia principale è politica. Giovedì 24 giugno il presidente Joe Biden ha annunciato che al Senato americano è stato raggiunto un accordo bipartisan su un piano di investimenti pubblici per rafforzare la rete di infrastrutture degli Stati Uniti. Il piano vale 600 miliardi di dollari e comprende interventi per realizzare una rete diffusa di stazioni di ricarica di batterie, allo scopo di promuovere la mobilità su veicoli elettrici. Per Tesla, principale produttore Usa di auto elettriche, è un annuncio che vale più di qualsiasi campagna pubblicitaria.

Il piano iniziale proposto da Biden all’inizio dell’anno era da 2.300 miliardi e prevedeva anche il rafforzamento delle “infrastrutture per le persone”, in particolare scuole, asili e asili nido. Per finanziarlo la Casa Bianca puntava ad alzare le tasse agli americani più ricchi. Per questo è stato violentemente osteggiato dai repubblicani. Quello raggiunto ieri, ha detto Biden, è un buon accordo, “perché tutti riconoscono di avere ceduto qualcosa”.

C’è poi una seconda notizia che ha favorito il rialzo di Tesla, e viene dal fondatore e Ceo, Elon Musk. Giovedì Musk ha annunciato che intende quotare in Borsa Starlink, la società controllata da Space X, che è impegnata a creare un servizio satellitare globale di accesso a internet. Starlink, ha detto Musk, sarà quotata quando avrà un cash flow ragionevolmente prevedibile. E ha aggiunto: “Gli azionisti Tesla di lungo periodo avranno una prelazione sulle azioni”.

Panasonic ha venduto l’intera sua quota e ha incassato 3,6 miliardi di dollari.

Terza notizia, ma non certo per importanza, è l’annuncio che la giapponese Panasonic ha venduto l’intera partecipazione che deteneva in Tesla con un incasso di 3,6 miliardi di dollari. La vendita è coerente con gli sforzi di Panasonic di diventare meno dipendente da Tesla e cercare altre strade di crescita. Panasonic aveva comprato nel 2010 1,4 milioni di azioni Tesla a 21,15 dollari l’una con un investimento complessivo di 30 milioni di dollari.

Panasonic è il principale partner di Tesla nella costruzione di batterie, ma fra le due aziende ultimamente le relazioni sono diventate piuttosto tese.

Il gruppo giapponese ha precisato che la vendita della quota non modificherà la partnership produttiva fra i due gruppi, ma è sotto gli occhi di tutti che Elon Musk sta cercando di diversificare l’approvvigionamento di batterie per le sue auto. Recentemente Tesla ha stretto accordi di fornitura con la coreana LG Energy Solutions e con la cinese CATL, che costruirà una fabbrica di batterie a Shanghai, di fianco alla fabbrica Tesla.

Per le quotazioni di Tesla il fatto che Panasonic abbia venduto la sua intera quota è una notizia positiva, perché toglie la pressione di un venditore sul titolo.

La media dei target price degli analisti su Tesla è 654 dollari.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile rendimento annuo del 17,6% con il certificate su Tesla e Beyond Meat
Sottostanti:
Tesla IncBeyond Meat Inc
Rendimento p.a.
17,6%
Cedole
4,4% - €4,40
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VQ7N749
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

Possibile Maxicedola del 21% e rendimento annuo del 4% su Ford, Tesla e Volkswagen
Sottostanti:
Ford Motor CompanyVolkswagen AGTesla Inc
Maxicedola
21%
Importo Maxicedola
€210,00
Rendimento p.a.
4%
Cedole
1% - €1,00
Memoria
no
Barriera Cedole
50%
ISIN
DE000MS8JN99
Emittente
Morgan Stanley
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: TSLA.US
Isin: US88160R1014
Rimani aggiornato su: Tesla

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni