TIM, oggi i risultati con doppia vista contabile con e senza NetCo


Dopo la chiusura del mercato arriveranno i conti del primo trimestre che evidenzieranno l’apporto della nuova società.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Attesa per la trimestrale TIM

Attesi per oggi i risultati relativi al primo trimestre 2024 di Telecom Italia, in programma dopo la chiusura di Piazza Affari. Il consiglio di amministrazione diffonderà i numeri del periodo gennaio-marzo comprendenti una doppia vista contabile, in modo da riflettere sia la presenza, sia lo scorporo di NetCo, la costituenda società del gruppo in cui confluiranno la rete primaria, la rete secondaria (Fibercop) e Sparkle.

Nell’attesa, il titolo TIM cede circa l’1% a Piazza Affari, scendendo fino ad un minimo di 0,2477 euro, portando a -17% la performance delle sue azioni nel corso di questo 2024.

Le previsioni

Per il consensus la società, senza Netco, a fine marzo aveva un debito netto attorno a 21,29 miliardi. I ricavi dell'intera azienda dovrebbero essere di 3,49 miliardi di euro (+2,6%) di cui 2,3 miliardi (+0,1%) registrati a livello domestico. Senza Netco gli analisti stimano un fatturato complessivo di 3,2 miliardi (+3,2%), di cui 2,17 miliardi registrati in Italia (+0,8%).

L'ebitda dovrebbe essere, sempre per gli esperti, di un miliardo o di 830 milioni (rispettivamente +10,7% e +14,5%). Quello domestico dovrebbe essere di 472 e 434 (+8,7% e +9,7%).

Gli analisti di Equita, nell'attesa, consigliano l’acquisto del titolo (‘buy’), con l'indicazione di un prezzo obiettivo a 0,37 euro.

Le stime di WebSim

Gli analisti di WebSim Intermonte mantengono stime sul business domestico “sostanzialmente in linea con il consenso su entrambe e viste, ad eccezione dell’EBITDAaL adjusted (dove siamo più conservativi del consenso dell’1% circa)”.

“Considerando l’attuale perimetro integrato ci aspettiamo un confronto sfavorevole con lo scorso anno (quando ricavi ed EBITDA beneficiarono per circa 60 milioni dal contratto con Open Fiber nelle aree bianche) ed un peggioramento dell’indebitamento per circa 1 miliardo (nostra stima 21,3 miliardi in linea con il consensus), in parte dovuto ad alcuni elementi one-off (0,5 miliardi), metà dei quali è destinata a riassorbirsi nel corso del secondo trimestre”, proseguono dalla sim.

Sul nuovo perimetro, si attendono “solidi trend per la Domestic ServCo, che dovrebbero garantire maggiore visibilità sul raggiungimento della guidance sull'intero anno”, mentre il fatturato della ServCo domestica è prevista “stabile su base annua (nostra stima +0,3%, consensus: +0,1%, obiettivo 2024: +2-3%), per tener conto di un diverso mix tra le divisioni mentre l’EBITDAaL adjusted dovrebbe crescere dell'8,5% (consensus +9,7%), quasi in linea con la guidance (obiettivo 2024: +9-10%)”.

Infine, da WebSim evidenziano che “il focus sul titolo resta sulla probabile approvazione incondizionata da parte di DGCOMP del deal NetCo già in ‘fase 1’”, la quale “scade giovedì 30 maggio, secondo la timeline indicata da DGCOMP”: giudizio ‘molto interessante’ sul titolo, con target price a 0,38 euro.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 13,84% annuo con il certificate su Banco BPM, Stellantis e Telecom Italia
Sottostanti:
Banco BPMTelecom Italia S.p.A.Stellantis NV
Rendimento p.a.
13,84%
Cedole
3,46% - €34,60
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD2GPW4
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: TIT.MI
Isin: IT0003497168
Rimani aggiornato su: Telecom Italia

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni