Viaggi, Expedia vede la ripresa. Tui offre tamponi Covid ai clienti


I risultati di Expedia sono migliori delle attese, il titolo guadagna al Nasdaq l’8% e trascina Tui, la principale società al mondo del turismo, che a Francoforte sale del 2,3%. In Gran Bretagna i clienti Tui possono acquistare a prezzi convenienti pacchetti di test diversi a seconda di che cosa è richiesto per raggiungere le destinazioni prescelte.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Nel primo trimestre il gross booking di Expedia segna un calo di solo il 14%.

Nel mondo dei viaggi e del turismo si riprende a respirare. Le persone hanno ricominciato a prenotare le vacanze e i conti delle società mostrano segni di miglioramento. Giovedì 6 maggio Expedia, la principale agenzia di viaggi online del mondo, ha annunciato risultati del primo trimestre 2021 migliori della attese e la reazione al Nasdaq è un rialzo dell’8% a 179 dollari.

Le buone notizie in Borsa sono contagiose e al seguito di Expedia si sta muovendo anche la tedesca Tui, la principale società al mondo del turismo, che registra un rialzo del 2,3% a 5,10 euro.

La cosa più significativa dei conti di Expedia non è la perdita di soli 2,2 dollari per azione, migliore della stima degli analisti che in media si aspettavano un rosso di 2,28 dollari, ma il dato sulle prenotazioni ricevute (gross booking) che al termine del primo trimestre mostra un calo soltanto del 14% sullo stesso periodo dell’anno precedente, contro il -70% registrato nei due trimestri precedenti.

Expedia dice di avere riscontrato un robusto aumento della domanda nei viaggi interni negli Usa e nelle prenotazioni di vacanze al mare e in generale in luoghi di villeggiatura. Il fatturato del trimestre è stato di 1,25 miliardi di dollari, superiore alla media delle previsioni che indicava 1,1 miliardi.

Il 12 maggio i conti di Tui. Fiducioso il Ceo Joussen: “In UK prenotazioni in forte crescita”.

Per Tui l’appuntamento con i conti sarà il 12 maggio, quando il management illustrerà i risultati del primo semestre dell’esercizio 2020/2021.

Poco più di un mese fa, in occasione dell’assemblea degli azionisti, il Ceo Friedrich Joussen aveva detto: “Guardiamo alle prossime stagioni con ottimismo. Per quanto riguarda l’estate che sta per arrivare, in Gran Bretagna registriamo una forte domanda con prenotazioni in crescita del 120% rispetto a un anno fa”.

La Gran Bretagna è il primo mercato di Tui e per incoraggiare il pubblico britannico la società ha deciso di offrire test Covid gratis ai suoi clienti. Tui offrirà gratis temponi per un valore di 20 sterline alle persone che partiranno dalla Gran Bretagna con destinazione in Paesi con poco contagio, quelli inseriti nella lista verde del governo britannico. A questo scopo il più grande gruppo turistico del mondo ha collaborato con il fornitore di test autorizzato dal governo Chronomics per rendere le vacanze di questa estate "facili e convenienti".

I pacchetti partono da 20 sterline a persona per un test rapido prima della partenza e un test molecolare PCR il secondo giorno dopo il ritorno, compresi i costi di consegna e di ritorno dei test. A partire dal 10 maggio i clienti saranno in grado di ordinare i test su un nuovo hub di prenotazione realizzato insieme da Chronomics e Tui un'ora dopo aver prenotato la loro vacanza.

Tui riprenderà i voli il 17 maggio, come previsto dal governo di Londra.

Se i viaggiatori sono diretti in Paesi non nella lista verde (lista color ambra), per loro il costo sarà di 50 sterline a persona per un test rapido prima della partenza e due tamponi molecolari al ritorno, come richiesto dalle autorità inglesi.

I Paesi in lista verde al momento sono: Portogallo, Malta, Gibilterra, Islanda e Israele.

Altre destinazioni come Spagna, Francia, Grecia e Italia saranno probabilmente sulla lista ambra, che richiederà una quarantena di 10 giorni dopo il rientro a casa e due test molecolari PCR.

Tui riprenderà i voli il 17 maggio, quando il governo britannico dovrebbe permettere di nuovo i viaggi all'estero per motivi non essenziali.

Andrew Flintham, amministratore delegato di Tui UK & Ireland, ha detto: "Abbiamo sempre creduto che le soluzioni di test convenienti, così come la massima flessibilità, renderanno il viaggio una possibilità quest'estate e oltre. La nostra ricerca ha dimostrato che i clienti non vedono l'ora di fare le loro tanto desiderate vacanze all'estero, ma le soluzioni di test convenienti e semplici erano imperative per rendere questo una realtà. Inoltre, se i requisiti dei test dovessero cambiare tra l'acquisto e il viaggio, per esempio se viene acquistato un pacchetto ambra e la destinazione passa alla lista verde, rimborseremo semplicemente la differenza".


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: TUI1.XETRA
Isin: DE000TUAG000
Rimani aggiornato su: TUI

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy