Webuild, miglior risultato dal 2014 degli ordini e scatta il rally

webuild titolo

La società si muove in controtendenza a Piazza Affari grazie all’annuncio di 10,8 miliardi di euro di nuovi ordini arrivati nel 2021.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Rally di Webuild a Piazza Affari

Giornata positiva a Milano per Webuild grazie ai dati preliminari diffusi prima dell’apertura, in controtendenza rispetto al principale indice di Piazza Affari, oggi in flessione dopo il ‘volo da falco’ di ieri della Federal Reserve, pronta ad alzare i tassi di interessi appena terminato il suo programma di acquisti di titoli di stato.

Le azioni Webuild arrivano a guadagnare oggi oltre il 4% dopo circa un’ora dall’avvio della seduta borsa italiana, superando quota 2,12 euro.

Grazie alla crescita odierna, inoltre, l’andamento del titolo nelle prime sedute del 2022 torna positivo (+1%), mentre negli ultimi 12 mesi ha guadagnato oltre il 68%.

Bilancio da record

I risultati preliminari gestionali del 2021 diffusi da Webuild hanno registrato un record di circa 10,8 miliardi di euro di nuovi ordini, permettendo una liquidità netta di 100-200 milioni di euro a fine anno, in “miglioramento di circa 540-640 milioni rispetto al 31 dicembre 2020 e di 500-600 milioni rispetto al mid-point della guidance 2021”.

Per il costruttore si tratta del “miglior risultato dal 2014”, arrivato grazie al riavvio delle operazioni nei suoi cantieri e ai miglioramenti nella gestione del capital circolante, secondo quanto spiegava la società nel comunicato.

In particolare, la società ha registrato “un ammontare record di nuove aggiudicazioni beneficiando dei notevoli piani di investimento in infrastrutture sostenibili lanciati dai vari paesi in cui il gruppo opera”.

La società ha spiegato che i nuovi ordini acquisiti e in corso di finalizzazione sono geolocalizzati al 95% in “paesi chiave”, come l’Italia, gli Stati Uniti, l’Australia, la Francia, l’Austria e i Paesi del Nord.

Infine, il debito lordo di Webuild a fine 2020 è sceso di 860-960 milioni di euro, riducendosi a 2,6-2,7 miliardi di euro.

Dalla società hanno inoltre precisato che “le informazioni gestionali esposte non sono state ancora assoggettate a verifica da parte della società di revisione. Inoltre, poiché tutte le attività di consuntivazione del bilancio 2021 sono tuttora in corso, tali informazioni gestionali non devono essere considerate definitive e sono suscettibili di variazioni”.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: WBD
Isin: IT0003865570
Rimani aggiornato su: Webuild

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni