Webuild si rafforza negli USA: commessa da 218 milioni di dollari


La controllata americana del gruppo si è aggiudicata un contratto da oltre 200 milioni di euro per lo svolgimento di lavori relativi alla mobilità autostradale in Florida, dove è già attiva in diversi progetti.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


La commessa per Webuild

Arrivata la prima commessa del 2023 per il Gruppo Webuild, questa volta nello stato della Florida negli Stati Uniti.

A mettere a segno il primo ‘colpo’ per il gruppo è stata Lane, controllata americana di Webuild, la quale ha ottenuto un contratto del valore di 218 milioni di dollari, oltre 202 milioni di euro.

La società si occuperà di accrescere e migliorare la mobilità e la sicurezza dell’intersezione tra la Interstate 4 (I-4) e Sand Lake Road (State Road 482) nella contea di Orange.

L’intersezione oggetto del contratto è inserita nel famoso corridoio turistico di Orlando, il quale collega alcune delle più importanti attrazioni dello stato americano come gli Universal Studios, il Sea World e il Walt Disney World.

La commessa conferma l’importanza della Florida per Lane, dove sta lavorando ad altri progetti come l’ampliamento di una tratta della I-275 nell’area di Tampa Bay, il completamento della Poinciana Parkway (Orlando) e il miglioramento dell’intersezione tra la I-4, la SR 417 e la nuova Wekiva Parkway in corso di ultimazione.

Il progetto

Il progetto era stato commissionato dal ‘Florida Department of Transportation (FDOT)’ ed è relativo all’opera identificata con il nome di ‘I-4 and Sand Lake Road Interchange Improvements’.

Tra le opere previste ci sono l’ampliamento e l’ammodernamento di oltre 6 km di strade, compresa la sostituzione di due ponti, la realizzazione di un nuovo ponte per le corsie preferenziali veloci e di tre nuove rampe di accesso, oltre alla realizzazione dei sistemi di pedaggio e di tutta la segnaletica stradale.

Obiettivo dell’opera è quello di “velocizzare e rendere più sicuri i flussi di traffico dell’area, con benefici per i tempi di viaggio e in termini di minori emissioni di CO2 e con impatti positivi anche per l’economia locale”, spiega la società nella nota diffusa questa mattina.

Inoltre, la conclusione dei lavori permetterà all’intersezione con la I-4 di accogliere una configurazione del tipo ‘Diverging Diamond Interchange’ (DDI), il modello di incrocio a diamante divergente studiato per ridurre il rischio di incidenti su strada attraverso un sistema di rampe che permettono anche di ridurre i tempi per l’attraversamento dell’incrocio.

Andamento titolo e view analisti

La notizia aveva sostenuto il titolo Webuild a Piazza Affari nei primi minuti, portandolo fino ad un massimo di 1,50 euro per azione (+1,50%), per poi tornare in parità.

Se a “metà novembre 2022 il flusso di ordini del gruppo ammontava a 13,1 miliardi, di cui 5,1 miliardi di ordini dove il gruppo era il miglior bidder”, ricordano da Intesa Sanpaolo, il nuovo contratto “rappresenta circa l’1,5% degli ordini” dello scorso anno, calcolano da WebSim, i cui analisti confermano la raccomandazione ‘interessante’ sul titolo, con target price a 2,35 euro.

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: WBD
Isin: IT0003865570
Rimani aggiornato su: Webuild

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni