A Istanbul si tratta, in borsa si compra

finestra mercati

Nella città turca sono arrivati stamattina i negoziatori di Russia ed Ucraina. Si fa sentire anche l’Onu. Sempre più schiacciate le curve dei tassi di interesse negli Stati Uniti. Generali licenzia Cirinà. Snam protagonista dell’emergenza energetica.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


L’attenzione del mondo è sulla guerra, ma le borse mondiali, all’incirca l’otto per cento sopra i minimi di inizio o metà mese, sembrano guardare alla pace. Con il +0,7% di ieri, l’indice S&P500 di Wall Street è quasi il 10% sopra i suoi minimi di periodo. Il Nasdaq è sopra del 14%. I future anticipano un avvio in rialzo dello 0,5% delle borse dell’Europa. La risalita della propensione al rischio ha riportato su anche il bitcoin, stamattina in lieve calo dopo il +4% di ieri ed il +3% del giorno precedente.

Trattative in Turchia

Stamattina i negoziatori ucraini e russi sono arrivati a Istanbul, in Turchia, per l'atteso faccia a faccia, il primo in due settimane, volto a concordare un cessate il fuoco in Ucraina, o almeno un accordo sul soccorso umanitario agli sfollati. Lo riferisce la Bbc. "Non stiamo commerciando persone, terra o sovranita'", ha affermato in proposito il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. "L'obiettivo minimo saranno i corridoi umanitari e quello massimo il raggiungimento di un accordo su un cessate il fuoco”. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che e' importante che i colloqui proseguano, pur non avendo finora prodotto progressi sostanziali. Lo stesso Peskov, parlando all’emittente USA, PBS, ha precisato che la Russia non ha in programma di attaccare nessun paese della Nato, a meno che non sia "un atto reciproco". Lo riferisce la Tass.

Onu

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres ha detto di aver indicato al direttore per gli aiuti umanitari dell'ente "di esplorare con le parti coinvolte" la possibilità di un cessate il fuoco umanitario in Ucraina. Guterres ha anche lanciato un appello per una tregua umanitaria immediata "per permettere il progresso in importanti negoziati politici, con l'obiettivo di raggiungere un accordo di pace basato sui principi dello Statuto delle Nazioni Unite”.

Asia Pacifico, su i tech cinesi, giù l'immobiliare

In rialzo stamattina la borsa del Giappone, anche se lo yen rimbalza dopo una serie di minimi di lungo periodo. Salgono i tech della Cina, anche oggi sostenuti dagli annunci di buy back, stanotte ha annunciato un piano di riacquisto miliardario JD Health, colosso della distribuzione dei farmaci che in borsa guadagna oltre il 10%. Nuova tegola sull’immobiliare cinese, Sunac ha avvertito che rimanderà la pubblicazione dei conti del 2021, il titolo perde l'1%.
In calo la borsa di Shanghai (-0,5%), penalizzata dal lockdown nella megalopoli da 27 milioni di persone iniziato ieri nella zona del distretto finanziario. Dal 5 aprile le restrizioni totali entrano in vigore anche nella parte storica della città e nell’area del porto, uno degli hub di riferimento del commercio mondiale.

Petrolio russo a sconto per l'India

Gli effetti della nuova ondata della pandemia in Cina si fanno sentire sui mercati dell’energia, il Brent ieri ha perso quasi il 7%, stamattina è in calo dell’1,5% a 110 dollari. Il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov andrà questa settimana in India a proporre greggio russo a prezzo scontato. In cambio, dovrebbe chiedere di avere la merce pagata in rupie, attraverso un circuito alternativo al sistema Swift New Delhi è un grande importatore di energia e avrebbe chiari vantaggi dall’acquisto di greggio russo ad un prezzo del 20% più basso rispetto a quello del mercato. Già a marzo le forniture sono aumentate. Al momento, i suoi principali fornitori di greggio sono Iraq, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Nigeria, mentre ad oggi la Russia rappresenta una quota marginale.

Bond

Non si placano le vendite sui bond, su quelli degli Stati Uniti e su quelli dell’Europa. Salgono di più i rendimenti sulla scadenze più vicine e si schiacciano di conseguenza le curve. Sul tratto due anni-dieci anni lo spread è solo di sette punti base, da 21 punti base di ieri. Il decennale tratta a 2,47%, il buono a cinque anni è a 2,57%. Il mercato è arrivato a scontare otto rialzi dei tassi da qui a fine anno, quindi un totale di nove rialzi.

BTP

Riparte da 2,10%, sui massimi dallo scoppio della pandemia.
Nel Documento di economia e finanza atteso giovedì in consiglio dei ministri l'obiettivo di deficit per quest'anno potrebbe salire al 5,9-6%, abbandonando il 5,6% fissato lo scorso ottobre dalla Nadef. Si fanno sentire gli effetti della minor crescita, vista al 2,8% nel tendenziale e intorno al 3% nel programmatico

Tra i titoli a Piazza Affari segnaliamo

Generali. Il Cda ha deciso di interrompere con effetto immediato il rapporto di lavoro con Luciano Cirinà, candidato Ceo della lista presentata da Francesco Gaetano Caltagirone in contrapposizione a quella del board uscente che prevede la conferma di Philippe Donnet.

Banca Generali. Il fondo Silchester International Investors al 22 marzo deteneva una partecipazione del 5% del capitale, secondo gli aggiornamenti della Consob.

Unicredit. Il proxy advisor Glass Lewis ha invitato gli azionisti a votare nell'assemblea di aprile contro la politica di remunerazione della banca che vede invece favorevole l'altro advisor Iss.

Intesa Sanpaolo. Le Fondazioni azioniste del patto di consultazione e voto hanno depositato la lista congiunta dei candidati per il rinnovo della governance nell'assemblea del 29 aprile, proponendo la riconferma di Gros-Pietro quale presidente del Cda e indicando Messina per la posizione di consigliere delegato e Ceo.

Monte dei Paschi chiarirà l'entità dell'annunciato aumento di capitale, finora quantificato in 2,5 miliardi, dopo la definizione del nuovo piano industriale, secondo il ministro dell'Economia Daniele Franco.

Snam. Il gestore della rete gas nazionale si sta muovendo su più fronti dell’emergenza energetica. Da una parte, come previsto da un decreto del Mite, è pronta a organizzare un gasdotto “virtuale” con un sistema di navi per il trasporto di Lng dalla Spagna al proprio rigassificatore di Panigaglia; dall’altra parte sta lavorando sul mandato ricevuto dal Governo per rafforzare la potenza di fuoco della rigassificazione, con l’obiettivo di mettere a disposizione circa 10 miliardi di metri cubi di gas aggiuntivi nel giro di due anni.

MFE ha respinto l'invito di ProsiebenSat.1 a proporre un proprio candidato per il consiglio di sorveglianza. Un portavoce di Mfe ha detto a Reuters che il gruppo non intende polemizzare con la società tedesca e farà conoscere le posizioni rispetto al rinnovo dei tre membri del supervisory board in tempo per l'assemblea del 5 maggio.

Telecom Italia. Una riunione del cda prevista nel pomeriggio dovrebbe esaminare l'offerta preliminare per una quota di minoranza dei servizi business, cloud, IoT presentata da CVC ed essere aggiornata sullo stato del negoziato con KKR sulla manifestazione d'interesse vincolante per l'intero gruppo.

Stellantis ha ribadito la volontà di supportare la transizione verso la mobilità elettrica in tutti i suoi siti italiani, ed in particolare a Torino, con l'obiettivo di garantirne la sostenibilità e la rilevanza all'interno del gruppo. E' quanto si legge congiunta diffusa a seguito di un incontro dell'AD Tavares e del presidente Elkann con il sindaco di Torino e il presidente della Regione Piemonte.

Eles chiude il 2021 con ricavi da vendite consolidati pari a 19 milioni di euro, +5% rispetto al 2020, in linea con la Guidance. L’Ebitda ammonta a 3,16 milioni, -10,4% su base annua.

DHH, provider di cloud computing del Sud-Est Europa, ha diffuso i dati del 2021. Ricavi pari a 19,6 milioni di euro, più del doppio del risultato del 2020. Ebitda a 6,9 milioni di euro. La società propone la distribuzione di un dividendo ordinario mediante assegnazione di azioni proprie pari a n. 1 azione per ogni n. 45 azioni possedute.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Possibile rendimento Annuo del 9,04% con il certificate su Eni, Enel e Intesa Sanpaolo
Sottostanti:
Enel SpAEni S.p.AIntesa Sanpaolo
Rendimento p.a.
9,04%
Cedole
2,26% - €2,26
Memoria
si
Barriera Capitale
70%
Barriera Cedole
70%
ISIN
DE000VX5TW09
Maggiori Informazioni

Possibile rendimento annuo del 14,75% con il certificate su Intesa SanPaolo e UniCredit
Sottostanti:
UniCredit S.p.AIntesa Sanpaolo
Rendimento p.a.
14,75%
Cedole
3,688% - €36,88
Memoria
si
Barriera Capitale
70%
Barriera Cedole
100%
ISIN
DE000VX6UY86
Maggiori Informazioni