Amazon prima scelta di Goldman Sachs per il 2023


Il gigante dell’e-commerce è in testa alla lista delle società di Internet da tenere in portafoglio nel 2023 insieme ad Alphabet e altre grandi aziende tecnologiche come Meta e Uber.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Amazon la preferita di Goldman Sachs

Goldman Sachs punta su Amazon nonostante le difficoltà della società di Jeff Bezos comunicate ad inizio febbraio.

Gli analisti della banca americana hanno aggiornato la lista delle loro ‘Top Picks’ per il comparto di Internet, mettendo proprio il gigante dell’e-commerce al primo posto per il resto del 2023.

Da GS ritengono “esagerati” i timori per il rallentamento di AWS, i servizi di cloud computing su un’omonima piattaforma on demand, mentre “i margini dell’e-commerce sembrano destinati a migliorare” nel corso di quest’anno.

La crescita dei servizi di cloud di Amazon viene considerato “un catalizzatore chiave per il 2023” secondo Goldman Sachs, in quanto, se “la visione a lungo termine del team sul cloud computing resta invariata, l’atteso cambio di rotta per il segmento è considerato un potenziale elemento di traino nei prossimi trimestri”.

Sia AWS di Amazon che Google Cloud di Alphabet mantengono l’obiettivo di “ottimizzare la spesa dei clienti in un contesto macro incerto”, sottolineano gli analisti della banca in una nota ai clienti.

In particolare per Amazon, “qualsiasi visibilità su un calo della crescita di AWS sarebbe probabilmente un catalizzatore chiave per le azioni e l’aumento delle trattative nel settore delle ultime settimane indica che il tema dell’ottimizzazione (in termini di cambiamento del comportamento dei clienti) potrebbe aver già raggiunto il picco intorno alle preoccupazioni economiche del 2023 e alla pianificazione del budget alla fine del 2022”.

Altre scelte

L’elenco di Goldman Sachs comprende anche altri giganti tecnologici quali la stessa Alphabet, Meta Platform e Uber.

L’acquisto della casa madre di Facebook è raccomandato dalla banca d’affari alla luce delle sue previsioni circa “un rischio/rendimento a breve termine più favorevole, grazie ad un duplice elemento: l’aumento dello slancio commerciale e l'intensa attenzione all’efficienza, che probabilmente sosterrà un ciclo di revisione al rialzo degli eps”.

L’elenco comprende anche Uber, nonostante il titolo abbia registrato un aumento di quasi il 38% su base annua: “l’azienda ha portato avanti importanti progressi nelle iniziative di profitto con un andamento stabile della domanda finale e un’intensità competitiva generale del settore”.

Per quanto riguarda Alphabet, il titolo potrebbe essere oggetto “di scambi volatili a causa di una maggiore attenzione degli investitori per l’Intelligenza Artificiale (IA) generativa e del rallentamento ciclico della ricerca e della pubblicità”, spiegano da GS.

“A partire dai livelli attuali, posizioneremmo Google insieme ad Amazon tra le migliori aziende posizionate per i futuri cicli di calcolo legati all’AI, alla realtà aumentata e all’informatica quantistica”, concludevano gli analisti di Goldman Sachs, ritenendo le due società quali “i titoli Internet da possedere in portafoglio nel 2023”.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 13,40% annuo con il certificate su Ford, Renault e Stellantis
Sottostanti:
Renault SAFord Motor CompanyStellantis NV
Rendimento p.a.
13,4%
Cedole
3,35% - €33,50
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD39CK8
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: AMZN.US
Isin: US0231351067
Rimani aggiornato su: Amazon

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni