L’anno nero di Alibaba. Cosa dicono gli analisti per il 2022

alibaba titolo

Nell’ultima settimana l’azione è scesa del 5% finendo a un soffio dal minimo dell’anno. Pur di evitare nuovi possibili contrasti con il governo, la società ha avviato la vendita del social media Weibo, una specie di Twitter cinese. Business solido e titolo sottovalutato.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Avviata la trattativa per vendere il 30% di Weibo.

Finale d’anno amaro per l’azione Alibaba. Il titolo del colosso tecnologico, principale operatore dell’e-commerce in Cina, ha collezionato tre ribassi consecutivi nelle ultime tre sedute, terminando ieri sera a Wall Street a 112 dollari, in calo del 2,3%. Desta perplessità fra gli investitori la notizia, riportata ieri da Bloomberg, che il gruppo ha avviato contatti per vendere a un’azienda di Stato la partecipazione del 30% che possiede nel social media Weibo, una sorta di Twitter cinese.

La mossa rientrerebbe nella strategia di rendere Alibaba meno influente sull’opinione pubblica, e quindi meno pericolosa agli occhi del Partito comunista. Il governo di Pechino da oltre un anno è impegnato in una metodica campagna per ridurre il potere dei grandi gruppi tech cinesi, che negli ultimi 20 anni sono cresciuti a ritmi vertiginosi senza incontrare limiti legislativi, o quasi, alla loro volontà di espansione. Adesso la musica è completamente cambiata. Il governo è preoccupato dell’influenza che i grandi gruppi privati proprietari di media possono avere sull’opinione pubblica. Inoltre, ha introdotto severe norme antitrust per evitare che singole aziende possano avere ruoli dominanti in settori ad alta tecnologia.

Sulle orme di Tencent, che ha deciso di uscire da JD.com.

Inseguendo lo stesso obiettivo di allontanare da sé i riflettori del governo, la settimana scorsa un altro colosso tech cinese, Tencent, ha deciso di liberarsi della quota che possedeva in JD.com, secondo gruppo cinese di e-commerce e principale concorrente di Alibaba. Con una partecipazione del 17%, Tencent era il primo azionista di JD.com.

Secondo Bloomberg, Alibaba starebbe negoziando la vendita del 30% di Weibo al Shanghai Media Group (SMG), società di Stato che attraverso la controllata Oriental Pearl Group possiede reti tv, portali online e il 20% del Shanghai Disney Resort.

Dal massimo storico di ottobre 2020 Alibaba è scesa del 65%.

Con la chiusura di ieri sera, l’azione Alibaba si è portata a un soffio dal minimo dell’anno, segnato lo scorso 3 dicembre a 108,7 dollari. Dall’inizio dell’anno il titolo è sceso del 52%. Dal massimo storico di 319 dollari, segnato il 27 ottobre 2020, ha perso il 65%.

Messi alle corde dalle nuove norme antitrust, anche gli altri colossi tech cinesi hanno avuto un 2021 di forte calo in Borsa, ma solo Pinduoduo (-69%) è stata penalizzata più di Alibaba: Tencent è scesa del 20%, Baidu -36%, JD.com -25%. In ogni caso il governo di Pechino sembra non avere nessun problema di fronte alla perdita di valore dei principali gruppi tecnologici della sua economia.

Gli analisti: business solido, l’importante è uscire dal mirino del governo.

Fra gli analisti e gli investitori è diffusa la convinzione che non appena Alibaba sarà uscita dal mirino del governo e potrà tornare a concentrarsi sul business, gli investitori torneranno per approfittare di quotazioni diventate decisamente allettanti.

Recentemente John Choi, analista di Daiwa, ha abbassato il target price a 170 dollari da 195, confermando la raccomandazione Buy. Choi teme che la maggiore concorrenza nell’e-commerce in Cina potrà essere un rischio per il business di Alibaba. Il prossimo incontro del management con la comunità finanziaria è fissato per il 2 febbraio 2022, quando saranno annunciati i risultati del terzo trimestre dell’esercizio 2021/22. I risultati del secondo trimestre sono stati inferiori alle attese, con una crescita dei ricavi del 29% e un calo dell’utile del 39% sullo stesso periodo dell’anno precedente. Inoltre il management ha abbassato le indicazioni sui ricavi dell’intero esercizio 2021/22, dicendo che la crescita non sarà del 29,5% come precedentemente affermato, ma sarà compresa fra il 20% e il 23%.

Ciononostante gli analisti sono tutti positivi, proprio perché la discesa delle quotazioni è stata esagerata e ha penalizzato in maniera eccessiva la società. Su 46 analisti censiti da MarketScreener, 40 consigliano di comprare le azioni Alibaba. La media dei target price è 197 dollari, che implica un potenziale di rialzo del 75%.

Secondo Faizan Farooque di TipRanks, Alibaba offre al momento l’appeal di un titolo value. Gran parte di ciò che sta accadendo all'azienda e alle quotazioni non dipende dall’andamento del business e il prezzo così basso delle azioni è una ragione più che sufficiente per considerarla un investimento interessante.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Possibile Maxicedola del 10% con il certificate su Meituan, Alibaba, JD.com
Sottostanti:
AlibabaJD.com IncMeituan
Maxicedola
10%
Importo Maxicedola
€10,00
Rendimento p.a.
4%
Cedole
1% - €1,00
Memoria
si
Barriera Capitale
60%
Barriera Cedole
60%
ISIN
XS2300924276
Maggiori Informazioni

Possibile Maxicedola del 10% con il certificate su Meituan, Alibaba, JD.com
Sottostanti:
JD.com IncAlibabaMeituan
Maxicedola
10%
Importo Maxicedola
€10,00
Rendimento p.a.
4%
Cedole
1% - €1,00
Memoria
si
Barriera Capitale
60%
Barriera Cedole
60%
ISIN
XS2300894347
Maggiori Informazioni

Possibile rendimento annuo del 21,972% con il certificate su Alibaba e Tencent
Sottostanti:
AlibabaTencent Holdings Limited
Rendimento p.a.
21,972%
Cedole
1,831% - €18,31
Memoria
si
Barriera Capitale
75%
Barriera Cedole
104%
ISIN
DE000VX1F3C6
Maggiori Informazioni


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: BABA
Isin: US01609W1027
Rimani aggiornato su: Alibaba Group

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni