Banco BPM favorita da BNP. Banche italiane “più sensibili” al rialzo dei tassi BCE


Il possibile aumento dei tassi di interesse di 100 punti base da parte dell’istituto centrale europeo corrisponde ad un +50% circa degli eps delle banche italiane secondo gli analisti di Exane, i quali indicano BAMI e Bper Banca come favorite.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Analisti scelgono BAMI

Mattinata di attesa sui mercati per la conclusione del meeting della Banca centrale europea, attesa dare un importante impulso alla ‘svolta’ dovish della sua politica monetaria.

L’atteso rialzo dei tassi porta l’attenzione degli operatori sulle banche italiane e gli analisti di Exane BNP Paribas indicano Banco BPM tra i loro “titoli preferiti”, alzando il target price sulla banca a 5,2 euro dal precedente 4,5 con rating outperform.

Secondo gli esperti dell’istituto francese, un aumento dei tassi di “100 punti base corrispondono a un +50% circa dell’Eps”, considerando anche che gli istituti del nostro paese “sono tra i più sensibili in Europa ad un aumento”.

Tale aumento comporta “un impatto positivo sui net interest income delle banche”, spiegano questi analisti dopo aver aumentato le stime sul settore, pur sottolineando come “l’effetto positivo di tassi più alti sia in parte compensato da commissioni leggermente più basse e maggiori costi del personale”.

Tra gli altri titoli scelti da Exane ci sono Bper Banca, con un prezzo obiettivo fermo a 3,2 euro, mentre restano ‘underperform’ i giudizi su FinecoBank (tp rialzato a 14,4 da 14,3 euro) e Credem (tp aumentato a 6,4 da 6,3 euro).

BCE e la svolta rialzista

Le banche, dunque, resteranno ancora sotto osservazione, viste anche le previsioni di una BCE sempre più ‘falco’, dopo aver messo definitivamente la parola fine agli acquisti sui titoli governativi del ‘quantitative easing’.

Se per oggi non sono attesi cambi sui tassi di interesse, molti indicano luglio come la data più probabile per un effettivo rialzo, indicazioni che potrebbero arrivare nel corso della consueta conferenza stampa di Christine Lagarde prevista per le 14:30.

“Ci aspettiamo che la BCE segnali la fine del QE per inizio luglio, aprendo così la strada a un rialzo dei tassi di 25 punti a -0,25% nella riunione di luglio”, prevede l’economista di Vanguard, Roxane Spitznagel in una nota di ieri sera.

I tassi, aggiunge, dovrebbero “lasciare il territorio negativo entro il terzo trimestre di quest’anno”, anche se “la BCE si trova in una posizione difficile: l'inflazione in aumento giustifica un rialzo dei tassi più aggressivo, ma un'economia sostanzialmente debole giustificherebbe un approccio più moderato. Le recenti comunicazioni della Bce hanno chiarito che l'inflazione è una priorità”.

Secondo Gianluca Ungari, Head of portfolio management Italy di Vontobel, “il mercato ha già prezzato molte delle mosse che saranno decise nei prossimi mesi: in questo modo sta però già svolgendo gran parte del lavoro per conto della Banca centrale, che alla fine potrebbe non essere costretta ad agire in modo aggressivo come ci si aspetta”.

BPM alle prese con la cartolarizzazione

Nel frattempo, il Messaggero riporta l’impegno di Banco BPM nella finalizzazione di una cartolarizzazione per uscire definitivamente dall’esposizione verso l’immobiliarista Statuto, ad oggi pari a circa 460 milioni di euro.

“L’operazione dovrebbe consentire alla banca di de-consolidare l’esposizione dai crediti deteriorati, consentendole di avere un beneficio a livello di Gross NPE ratio di 35/40 bp (Gross NPE ratio al primo trimestre 2022 pari al 5,5%)”, evidenziano da WebSim.

Pertanto, gli analisti della sim mantengono la raccomandazione sul titolo BAMI a ‘molto interessante’, con target price a 4 euro.Infine, ieri da Intesa Sanpaolo rivedevano il giudizio su BPM da ‘buy’ ad ‘add’, con prezzo obiettivo fermo a 3,60 euro.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Possibile rendimento del 10% annuo con il certificate one star su Banco BPM, Mediobanca, UniCredit
Sottostanti:
Banco BPMMediobanca Banca di Credito Finanziario S.p.AUniCredit S.p.A
Rendimento p.a.
10%
Cedole
2,5% - €25,00
Memoria
si
Barriera Capitale
60%
Barriera Cedole
60%
ISIN
CH1186546979
Maggiori Informazioni


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: BAMI.MI
Isin: IT0005218380
Rimani aggiornato su: Banco Bpm

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni