Blinken e Lavrov si incontreranno: future delle borse in rialzo

finestra mercati

La notizia ha cambiato di nuovo il trend, fino a stanotte fortemente ribassista. Scendono l’oro ed i beni rifugio. In Italia il governo va sotto, Draghi perde la pazienza. Eni: risultati del trimestre meglio delle attese.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Sono state anche nelle ultime ore le notizie sull’Ucraina a guidare le borse, ieri giù, quando lo stesso Joe Biden ha dato come molto probabile un’invasione che la Russia continua a dire di non aver in programma. Stanotte di nuovo su, per effetto della notizia dei colloqui che i ministri degli Esteri di Mosca e Washington hanno fissato per la fine della prossima settimana in una località non ancora precisata dell’Europa. Scendono i beni rifugio, come l’oro e lo yen. Le borse dell’Asia, stanotte in forte calo, stanno recuperando.

I future di Wall Street hanno cambiato rotta ed ora anticipano un avvio in rialzo dello 0,6%. Il future del Dax di Francoforte guadagna lo 0,4%.

Ucraina

Il portavoce del dipartimento di Stato, Ned Price, ha precisato stanotte che il faccia a faccia tra Serghei Lavrov ed Anthony Blinken ci sarà, "ammesso non ci sia un'invasione dell’Ucraina". "Se invaderanno nei prossimi giorni, sara' chiaro che non sono mai stati seri sulla diplomazia". La Russia, ha risposto all'invito di Blinken per un incontro in Europa la settimana prossima "proponendo date per la fine della settimana".

Instabilità

Il rimbalzo arriva all’indomani della peggior seduta da inizio anno del Dow Jones, -1,9%.
Era da un po’ che aspettavamo l’aumento della volatilità”, ha detto Carol Schleif, vice responsabile delle strategie d’investimento di BMO Family Office “ora che finalmente è arrivata, è davvero snervante per tutti”.
Mentre nel Dombass da qualche giorno si sentono i colpi di mortaio, i mercati sembrano voler prezzare una situazione di non pace e non guerra, uno scenario che concede molta chance ad una soluzione diplomatica ma non esclude la possibilità di un conflitto armato nelle aree rivendicate dai separatisti filo russi.

Un gregge di opzioni

La fine della settimana potrebbe essere particolarmente turbolenta perché oggi scadono opzioni per 2.200 miliardi di dollari. Si chiudono 545 miliardi di dollari di derivati su singoli titoli e 985 miliardi di dollari di contratti legati all'S&P 500. Da solo, il più grande etf del mondo, l’SPDR S&P 500 ETF Trust, contribuisce con 165 miliardi di dollari.Steven Sears, presidente della società di gestione patrimoniale Options Solutions, segnala che il mercato delle opzioni “è piuttosto concentrato su scadenze a breve termine, sembra che sempre più persone si stiano ancorando alle loroposizioni fino alla fine. E questo crea un effetto gregge”.

Rialzo tassi

I commenti del presidente della Fed di St. Louis James Bullard giovedì hanno aggiunto ieri sera altre preoccupazioni. Il membro “falco” del board ha affermato che la banca centrale dovrebbe badare a portare avanti la migliore politica monetaria possibile, lasciando ai mercati il compito di apportare gli aggiustamenti appropriati. Bullard ha ripetuto che un tasso di prestito di riferimento appropriato potrebbe essere dell'1% entro il 1 luglio. Ciò implicherebbe 4 interventi di 25 punti base, importo che i mercati avevano prezzato per l'intero anno solo poche settimane fa.

Brent in calo

Il petrolio Brent è in calo per il secondo giorno, penalizzato dai passi in avanti nel negoziato sul nucleare dell’Iran in corso a Vienna. Un accordo sul nucleare e’ possibile a giorni se l'Iran "mostra serietà". Lo afferma un diplomatico americano con l'Afp parlando di “progressi sostanziali" nelle trattative.

L'ira di Draghi

Ieri il governo è stato messo in minoranza su quattro emendamenti al decreto Milleproroghe. Il presidente Mario Draghi avrebbe avvertito di essere pronto a lasciare.
La Lega e Forza Italia, sostenendo un emendamento di Fratelli d’Italia, con un solo voto in più, hanno battuto il governo riportato a 2.000 euro il tetto all’uso del contante che dal 1° gennaio scorso era sceso a mille euro. Il Movimento 5 Stelle con l’appoggio del Pd e delle altre forze politiche, ad eccezione di Lega e Fdi, hanno sconfitto l’Esecutivo con l’abolizione dell’articolo 21 del decreto con cui si prevedeva l’assegnazione di una parte delle risorse (575 milioni) provenienti dal sequestro nei confronti dei Riva ai lavori di adeguamento ambientale e sanitario dell’acciaieria. Le risorse tornano così alle attività di bonifica dell’area. Contro il parere favorevole del Governo, le forze di maggioranza hanno poi votato contro un emendamento sul rinnovo delle graduatorie per le supplenze.

Tra i titoli di Piazza Affari segnaliamo

Eni chiude il 2021 con un utile netto adjusted di 4,7 miliardi di euro nel 2021, il piu' alto dal 2012. Ebit adjusted di 9,7 miliardi (con un incremento di 7,8 miliardi sul 2020, +400%). Utile del quarto trimestre pari a 1,91 miliardi, sopra le previsioni degli analisti.

Prysmian ha finalizzato l'acquisizione del sito di Brayton Point, in Massachusetts per la costruzione dello stabilimento di cavi energia sottomarini in Usa.

Telecom Italia. La stampa di settore riferisce che KKR starebbe valutando un aggiustamento della sua strategia.

Dovalue torna all'utile nel 2021 per 28,3 milioni euro con ricavi in crescita del 37% a 506,5 milioni. I nuovi mandati hanno superato il target di 7-9 miliardi attestandosi a 11,4 miliardi. Anno record per il nuovo gross book value aggiudicato. Il Cda propone un dividendo di 0,50 euro per azione. 

Datalogic. Alessandro D'Aniello è stato nominato Group Chief Financial Officer con efficacia dal 16 marzo. Sostituisce Laura Bernardelli che lascia l'incarico per intraprendere una nuova esperienza professionale.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy