Borse verso un avvio al rialzo. Domani la Bce


Madame Lagarde domani darà le indicazioni sul piano di rialzo dei tassi, il mercato è passato a scommettere da un aumento di 25 punti base a 75. Noi non crediamo in un aumento di 75 punti base a luglio. Il Pil del Giappone scende meno delle attese e la Banca centrale indiana alza i tassi di 50 punti base. La Banca mondiale taglia le stime di crescita globali. Ray Dalio è convinto che le banche centrali ora corrono per rialzare i tassi ma nell’autunno 2024 correranno a tagliarli.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Borse attese positive, a dircelo sono i future sull’Euro Stoxx 50 che guidano verso un rialzo dello 0,5% aiutate dalla buona chiusura ieri di Wall Street: Nasdaq +0,95%. S&P500 +0,95%.

Bene le Borse asiatiche, il Nikkei sale dell’1%, Hong Kong dell'1,9% (ai massimi degli ultimi due mesi), in Cina il Csi 300 sale dello 0,3%.

L’economia del Giappone ha chiuso il primo trimestre con una contrazione meno grave di quanto era stato anticipato, il -0,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, si confronta con il -1% della prima lettura.

L'oro lascia sul terreno lo 0,14% a 1.849 dollari per oncia, il petrolio Wti americano resta stabile attorno ai 119.96 dollari il barile, il Brent a 120.94 la forbice fra le due tipologie di petrolio si stringe.

Banche centrali

E' ancora super dollaro, in attesa di un nuovo rialzo dei tassi della Fed il 15 giugno e intanto la Banca centrale indiana oggi si è mossa aumentando il costo del denaro a sua volta dello 0,5%. Il consensus si aspettava un incremento di 40 punti base, a 4,80%. Il tasso di riacquisto è stato invece portato a 4,90%, in quanto, la banca centrale prevede un’inflazione oltre la soglia di tolleranza del 6% almeno fino alla fine dell’anno. Poco mosso il cross dollaro rupia.

Domani è attesa la Bce e i mercati stanno già prezzando un rialzo a 75 punti base al prossimo incontro di luglio, noi ci aspettiamo un rialzo a 50 punti, Tognoli di Integrae sim sembra sposare un aumento + graduale a 25 punti base.

L'euro cede lo 0,1%a 1,0688, lo yen perde lo 0,42% a 113,16 confermando i minimi degli ultimi 20 anni, la sterlina lo 0,17% a 1,2568.

Sul fronte obbligazionario, il Treasury americano a 10 anni rende il 2,999%, il decennale italiano il 3,32% e il Bund l’1,317%.

La Banca mondiale taglia le stime di crescita

La Banca Mondiale ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulle prospettive economiche globali e le attuali condizioni economiche assomigliano all'alta inflazione e alla debole crescita – la cosiddetta stagflazione – degli anni 1970, quando gli shock petroliferi, l'elevata spesa federale e la politica monetaria allentata hanno causato l'impennata dell'inflazione.

"Diversi anni di inflazione superiore alla media e crescita al di sotto della media sembrano ora probabili", ha detto ai giornalisti David Malpass, presidente del Gruppo della Banca Mondiale. "Il rischio di stagflazione è considerevole".

Malpass ha anche detto che la recessione sarà difficile da evitare per molti paesi poiché la crescita è ostacolata dalla guerra in Ucraina, dai blocchi pandemici in Cina e dalle interruzioni della catena di approvvigionamento.

La Banca Mondiale prevede che la crescita globale dovrebbe attestarsi al 2,9% nel 2022 dal 5,7% nel 2021, significativamente inferiore alle sue previsioni di gennaio per una crescita del 4,1%. Per gli Stati Uniti, la banca prevede che la crescita sarà pari al 2,5% nel 2022, 1,2 punti percentuali al di sotto delle proiezioni precedenti, e che l'inflazione rimarrà al di sopra del 2%, circa dove si trovava prima della pandemia di Covid-19, almeno fino al 2024. I nuovi dati sull'inflazione negli Stati Uniti, che saranno pubblicati venerdì, dovrebbero mostrare che il tasso annuo si mantiene stabile all'8,3% a maggio, vicino a un massimo di 40 anni.

Il giallo sulla forza dei consumatori americani

In Usa prosegue il giallo sul settore della grande distribuzione con analisti ed economisti che si chiedono quanto sia forte la domanda degli americani.

Target ha lanciato il suo secondo allarme sugli utili degli ultimi due mesi, nel primo del 18 maggio era crollata del 24%.

Giallo perché, dopo la serie di dati negativi della Gdo (grande distribuzione), insieme a target aveva deluso il numero uno del comparto Wal Mart. Erano poi arrivati dati incoraggianti da Costco Mancy’s e Dollar Tree e il mercato aveva tirato un sospiro di sollievo: la domanda degli americani è ancora forte, avevano pensato.

Gli economisti avvertono che la forza dei consumatori americani è legata al fieno in cascina messo da parte durante la pandemia, 2,7 miliardi che secondo Jp Morgan sarebbero già scesi a 2 miliardi e che nel giro di 6 mesi dovrebbero finire.

In un’intervista all'Australian Financial Review, Ray Dalio ha dichiarato che oggi le banche centrali corrono a rialzare i tassi e presto correranno a tagliarli. Il nuovo ciclo inizierà nell’autunno 2024.

Tra i titoli a Piazza Affari segnaliamo

Unicredit. Due fondi di investimento e due operatori strategici avrebbero presentato offerte vincolanti per il leasing di Unicredit, scrive MF. I nomi sono quelli dei private equity Bain e Crc, della francese Bpce e di Hps investment partners, un fondo di investimento di New York, spiega il quotidiano.

Generali. Il Cda riunitosi ieri non ha potuto indicare Roberta Neri al posto del dimissionario Francesco Gaetano Caltagirone. Neri, prima dei non eletti nella lista di minoranza che fa capo all'imprenditore romano, ha infatti declinato di accettare l'incarico. Al Comitato Investimenti è stata attribuito l'incarico, tra gli altri, di istruire operazioni di investimento e disinvestimento di competenza del Consiglio nonché operazioni di M&A e alleanze e partnership industriali, anche attraverso la costituzione di joint-venture, aventi un valore non inferiore a 250 milioni.

Tim ha siglato con i sindacati di categoria un accordo per un massimo di 1.200 uscite volontarie in Italia entro novembre, tramite prepensionamenti. Quanto agli investimenti sulla rete in fibra ottica, l'Agcom ha preso atto della decisione unilaterale di Tim di modificare la proposta di impegni di co-investimento sulle reti ad altissima capacità con l'introduzione di un meccanismo di indicizzazione dei prezzi che tenga conto dell'inflazione, rendendo necessario procedere a una nuova valutazione da parte del garante.

Rai. Il Sole 24 Ore scrive che sarà Lazard a seguire, per conto della Rai, il percorso di ulteriore valorizzazione di Rai Way, dopo il dpcm del governo che apre all'eventuale riduzione della partecipazione di Viale Mazzini nella società delle torri in vista di un possibile consolidamento. L'AD Rai, Carlo Fuortes, ha chiuso il processo di selezione dell'advisor e, con tutta probabilità, comunicherà oggi l'avvenuta aggiudicazione al Cda, sottolinea il quotidiano.

A2A ha perfezionato l'acquisizione di portafogli eolici e fotovoltaici dal fondo Ardian, investendo 452 milioni di euro per 352 MW di potenza complessiva come previsto dai contratti sottoscritti lo scorso gennaio.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy