Campari, il Ceo sceglie le sue passioni e il titolo deraglia


Annunciate questa mattina le dimissioni a sorpresa di Bob Kunze-Concewitz, da 18 anni nella società, ma gli analisti si attendono continuità nelle scelte del suo sostituto.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Tonfo Campari

Virata improvvisa del titolo Campari dopo solo mezz’ora di scambi a Piazza Affari, ‘abbattuto’ dalla notizia delle dimissioni inattese del Ceo Bob Kunze-Concewitz arrivata questa mattina con una nota diffusa dalla società.

Le azioni della società arrivano a cedere il 5% per poi essere sospese in asta di volatilità, sprofondando ad un minimo di 11,14 euro, livelli che non ‘vedeva’ da marzo scorso.

Il brusco calo odierno riduce i guadagni del titolo nel corso del 2023 all’8% e al 16% negli ultimi 12 mesi.

Le dimissioni

Il passo indietro di Kunze-Concewitz veniva motivato dalla società con la scelta di “coltivare le sue passioni”, secondo le parole del comunicato di questa mattina.

Il Ceo resterà in carica fino all’assemblea del prossimo aprile, con Matteo Fantacchiotti già nominato Deputy Ceo e designato alla successione, ma questo non ha contribuito a rassicurare il mercato.

Kunze-Concewitz era da 18 anni in azienda e da 16 alla guida in qualità di Ceo facendo crescere l'azienda circa tre volte in termini di vendite nette e redditività, grazie a una combinazione di crescita organica ed esterna, con 27 acquisizioni dal 2007, per un investimento complessivo di 3 miliardi di euro. “Guidare Campari Group è stato un onore, il percorso professionale più emozionante della mia carriera”, dichiara nella nota il manager, sottolineando che in questo periodo la società ha “raggiunto risultati straordinari, di cui sono estremamente orgoglioso, ma nessuno di questi sarebbe stato possibile senza il contributo straordinario, la passione e l’impegno di tutti i Camparisti nel mondo”.

La view degli analisti

“La reazione negativa del titolo alla notizia che il Ceo Bob Kunze-Concewitz lascerà mostra il riconoscimento del mercato del suo impatto sul business, facendo crescere i bitter aperitivi da una bevanda regionale a un fenomeno globale”, commentano a caldo gli analisti di Jefferies.

Questi esperti citano poi la “più ampia trasformazione geografica e di categoria di Campari negli ultimi 15 anni” e, con il successore interno già annunciato, si attendono “continuità nella strategia di crescita organica, con forse maggior enfasi sull’Asia”.

A questo punto, “data la transizione manageriale, crediamo che un’operazione” di dimensioni rilevanti “sia meno probabile nel brevissimo termine”, prevedono da Jefferies, mantenendo sul titolo il rating ‘hold’, co prezzo obiettivo a 12 euro.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile maxipremio del 15% e premi trimestrali dell'1,5% (6% annuo) con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
UniCredit S.p.AIntesa SanpaoloBanco BPM
Maxicedola
15%
Importo Maxicedola
€150,00
Rendimento p.a.
6%
Cedole
1,5% - €15,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD39CH4
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: CPR
Isin: IT0005252207
Rimani aggiornato su: Campari

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni