Cattolica pubblica i rilievi Ivass

cattolica assicurazioni

Titolo in rosso a Piazza Affari dopo la pubblicazione, su richiesta di Consob, dei rilievi mossi dall’Authority di controllo sulle assicurazioni. A fine mattinata le azioni Cattolica cedono l’1,73%. Dimissioni del consigliere indipendente Castelletti.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Ivass: il board non ha svolto adeguatamente il compito di garante

Cattolica Assicurazioni, su richiesta della Consob, procede lungo la scia dei rilievi mossi dall’Ivass. In una nota diffusa nella serata di ieri, l’assicuratore veronese ha ipotizzato il ricambio del Cda subito dopo il 1° aprile, data in cui diverrà efficace la trasformazione in Spa (a seguito dell’ingresso di Generali nell’azionariato). Sempre ieri, Cattolica ha inoltre comunicato le dimissioni del consigliere indipendente Luigi Castelletti, «per personali sue valutazioni circa il riassetto della governance della società».

Nel dettaglio l’Ivass ha rilevato:

  • «carenze, riferibili a situazioni relative soprattutto agli anni 2018/19 ed antecedenti, ed ai primi mesi del 2020, circa il sistema di governo societario e di gestione dei rischi. Secondo l’Autorità, il Consiglio di Amministrazione dell’Emittente non ha improntato la propria azione circa i vari rischi a canoni di cautela e prudenza con conseguente pregiudizio potenziale per la solvibilità del Gruppo e la necessità di rafforzamento dei mezzi propri».
  • In particolare, secondo l’autorità di controllo, il Cda di Cattolica «ha trascurato di garantire la necessaria coerenza tra i rischi assunti dall’impresa e il suo fabbisogno di solvibilità globale e, per tale via, l’adeguatezza anche prospettica dei fondi propri» mostrando «un’insufficiente capacità di risposta all' evoluzione sfavorevole dello scenario». Il board sarebbe quindi venuto meno «alle proprie prerogative di indirizzo, gestione e controllo, assumendo rilevanti decisioni senza il necessario vaglio critico, e spesso avallando passivamente processi decisionali non rispettosi del dovere di agire informati da parte dei consiglieri».
  • Inoltre il presidente del cda «non ha svolto adeguatamente il proprio compito di garante del buon funzionamento dell'organo, ponendo in essere condotte, anche in contrasto con lo statuto societario, che ne hanno alterato il processo di formazione delle decisioni e che, per la loro opacita', hanno pregiudicato il diritto degli amministratori all' assunzione di decisioni informate», riporta il comunicato.

L’Authority ha quindi richiesto:

  • il pronto avvio, sin dalla trasformazione della forma giuridica in società per azioni, di un profondo ricambio dei componenti del cda, che coinvolga in particolare il presidente e gli altri esponenti a cui sono ascrivibili le criticità risultanti dal rapporto ispettivo;
  • la redazione di un piano di rimedio che riporti in dettaglio tutte le azioni da intraprendere per rimuovere le criticità evidenziate.

Il piano dovrà essere approvato dal cda, essere sottoposto a Ivass entro 60 giorni e indicare le tempistiche previste per la relativa realizzazione.

Immediata la reazione del titolo

Alle 12 a Piazza Affari le azioni cattolica si portano in territorio negativo scambiate a 4,20 euro in flessione dell’1,73%. Gli analisti di Intesa Sanpaolo confermano rating hold con prezzo obiettivo a 5,4 euro. Secondo gli esperti l’Ivass «ha ribadito la richiesta di discontinuità nella governance con un nuovo Consiglio di Amministrazione da nominare da parte dell'assemblea subito dopo l'effettività della trasformazione in società per azioni il prossimo primo aprile, una rapida conclusione del rafforzamento patrimoniale residuo di 200 milioni di euro e la vendita delle azioni proprie relative al diritto di recesso entro la fine del corrente anno».


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: CASS
Isin: IT0000784154
Rimani aggiornato su: Cattolica Assicurazioni

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni