Cina: quali settori sono favoriti dalle nuove politiche

cina

Con le politiche di prosperità comune, i rischi normativi e le opportunità si evolveranno in tutti i settori dell’economia cinese. Le priorità del governo di Xi Jinping si stanno gradualmente spostando dal tasso di crescita economica alla qualità e alla sostenibilità della crescita economica stessa.

A cura di Paulo Salazar, Co-Head, Emerging Markets Equities presso Candriam


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Implicazioni a livello di politica

Il concetto di “prosperità comune” è stato dichiarato un principio fondamentale del socialismo cinese, tornando alla ribalta nelle politiche del governo. Il 14° piano quinquennale della Cina, che copre il periodo 2021-2025, richiede un “piano d’azione” per compiere “progressi validi” verso la prosperità comune entro il 2035 e per “raggiungere sostanzialmente” l’obiettivo entro il 2050.

Prosperità comune non significa egualitarismo, bensì “migliorare il benessere generale della popolazione, garantendo una migliore previdenza sociale e ammortizzatori sociali più consistenti, potenziando il meccanismo di ridistribuzione e riducendo la disuguaglianza di reddito”, sottolinea Paulo Salazar, Co-Head, Emerging Markets Equities presso Candriam.

Le varie politiche di prosperità comune messe in campo dal governo cinese mirano a:

  • Generare una crescita del reddito delle famiglie e del reddito da lavoro
  • Aumentare l’accesso ai servizi pubblici, inclusi sanità e istruzione
  • Ridurre il costo della vita e dei servizi pubblici
  • Potenziare gli ammortizzatori sociali, attraverso l’espansione di pensioni e programmi generali di previdenza sociale
  • Migliorare il meccanismo di ridistribuzione della ricchezza attraverso la riforma fiscale e relative normative, ad esempio, una possibile riforma dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, dell’imposta sui consumi e dell’imposta fondiaria
  • Favorire lo sviluppo della beneficenza aziendale e le donazioni

La risposta delle big tech cinesi non si è fatta attendere e si sono adeguate subito all'iniziativa lanciata dal presidente cinese Xi Jinping contro gli squilibri di reddito nel Paese. Alibaba e Tencent si sono impegnate a investire 100 miliardi di yuan ciascuna (16 miliardi di USD circa) ai fini della prosperità comune. I fondatori di Pinduoduo, Meituan e Xiaomi hanno donato o hanno incrementato le loro donazioni a favore di cause sociali in Cina.

Insomma, “la prosperità comune sta diventando una priorità politica globale, con nuove normative per alcuni settori”, commenta l’esperto di Candriam, secondo cui “le politiche di sostegno alla crescita del reddito delle famiglie saranno positive per la spesa per consumi nel medio e lungo termine”.

Sanità, istruzione e immobiliare al centro dei cambiamenti

Negli ultimi anni, i settori immobiliare, sanitario e dell’istruzione sono stati soggetti a numerosi cambiamenti. “Nel settore immobiliare, si prevede che continuino i meccanismi di deleveraging a lungo termine e le politiche immobiliari rigorose e mirate, al fine di stabilizzare i costi delle abitazioni e ridurre i rischi sistemici”. Il settore dell’istruzione è stato recentemente protagonista di molti cambiamenti normativi, nel tentativo del governo di spingere le scuole pubbliche ad assumersi una maggiore responsabilità sociale e ridurre la spesa delle famiglie per le lezioni private. Nel settore sanitario, ci si attende che che farmaci e materiali di uso medico registrino un’espansione nell’ambito delle politiche di approvvigionamento basate sul volume per ridurre i costi sanitari per i pazienti.

Le opportunità per gli investitori

Secondo gli esperti di Candriam, “la decarbonizzazione e l’autosufficienza tecnologica avanzata costituiscono obiettivi politici a lungo termine per la Cina”. Di conseguenza, sono da prediligere i settori che godono delle opportunità offerte dalle politiche, come le nuove energie, le tecnologie verdi, i nuovi materiali, la produzione avanzata e i semiconduttori.

I settori che stanno affrontando normative più rigide o altre incertezze, come l’immobiliare e l’istruzione, ma anche il settore Internet (con le incertezze sulla sicurezza dei dati e sull’antitrust) richiedono maggiore attenzione.

Nel settore sanitario, Candriam rimane selettiva, prevedendo una maggiore regolamentazione “per i sottosettori sanitari soggetti all’approvvigionamento basato sul volume, così come per la chirurgia estetica e l’assistenza sanitaria digitale”, ma con migliori opportunità nella ricerca medica di alto livello, nei farmaci innovativi, nelle biotecnologie e nell’assistenza agli anziani.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Isin: DE000VX00AZ0
Possibile rendimento Annuo del 14,484% con il certificate su Meituan, Baidu, Pinduoduo
Sottostanti:
Baidu, IncMeituanPinduoduo Inc
Rendimento annuo:
14,484%
Cedole:
3,621% - €36,21
Barriera Capitale:
60%
Barriera Cedole:
52%
Maggiori Informazioni

Isin: DE000VX00A06
Possibile rendimento Annuo del 15,108% con il certificate su NIO, Tesla, Varta
Sottostanti:
VartaNIO LimitedTesla Inc
Rendimento annuo:
15,108%
Cedole:
3,777% - €37,77
Barriera Capitale:
50%
Barriera Cedole:
36%
Maggiori Informazioni

Isin: DE000VQ8ZPT2
Possibile rendimento annuo del 13,2% con il certificate su Tesla e NIO
Sottostanti:
NIO LimitedTesla Inc
Rendimento annuo:
13,2%
Cedole:
3,3% - €33,00
Barriera Capitale:
50%
Barriera Cedole:
20%
Maggiori Informazioni