Eni avvia la stagione dei dividendi a Piazza Affari

eni titolo

L'inizio della stagione dello stacco dei dividendi a Milano prevede tra le big di Milano Eni e STMicroelectronics, a cui si aggiungono oggi Piaggio e SeSa.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Lo stacco del dividendo di Eni

Inizia oggi l'autunno dei dividendi a Piazza Affari e tra le società coinvolte oggi spicca Eni. La società petrolifera ha messo la politica dei dividendi tra i punti principali della propria strategia operativa, rappresentando uno dei fattori di riferimento per gli azionisti.

L'arrivo della pandemia da coronavirus ha spinto Eni a modificare la propria strategia, adeguandola al mutato contesto dei mercati di riferimento, con il prezzo del petrolio che ha visto una forte volatilità nel 2020, mentre ancora fatica a trovare una collocazione precisa.

Nel mese di luglio, Eni aveva stabilito la propria politica di remunerazione degli azionisti, fissando un Brent di riferimento di 65 dollari al barile. Alla luce di questo, il dividendo 2022 relativo all'esercizio 2021 sarà pari a 0,86 euro per azione, il cui acconto di 0,43 sarà staccato oggi con pagamento al 22 settembre, mentre la seconda tranche è attesa per maggio.

La cedola staccata oggi da Eni è composta ad un livello minimo di 0,36 euro per azione a partire da un prezzo del Brent di riferimento di 43 dollari al barile. A questo si aggiungerà una componente addizionale variabile calcolata come percentuale tra il 30% e il 45% del Free Cash Flow incrementale, generato da un valore del Brent di riferimento compreso tra i 43 dollari e i 65 dollari al barile. Il dividendo minimo, inoltre, cambierà con l'evoluzione dell'implementazione del piano strategico.

La semestrale di Eni

La comunicazione del dividendo di Eni era stata effettuata nell'ambito della pubblicazione dei conti del primo semestre 2021.

I ricavi di Eni nei primi sei mesi dell'anno sono stati di 30,79 miliardi di euro, in crescita del 40% rispetto ai 22,03 miliardi di euro relativi allo stesso semestre 2020.

L'utile operativo adjusted è risultato di 3,37 miliardi di euro, in crescita rispetto agli 873 milioni di euro dell'esercizio precedente.

Il risultato netto adjusted è risultato positivo per 1,2 miliardi di euro, tornato in verde dopo la perdita di 655 milioni del primo semestre 2020.

L'indebitamento netto della società, infine, ammontava a 15,32 miliardi di euro a fine giugno, segnando un calo rispetto ai 16,59 miliardi di inizio anno.

Gli altri dividendi di oggi

Il calendario di oggi prevede altre società attese dallo stacco del dividendo. Tra i componenti del Ftse Mib, oltre a Eni è stato il turno di STMicroelectronics, con una seconda tranche di 0,051 euro e un rendimento dello 0,13%.

Le altre due società in calendario per oggi sono Piaggio, con un acconto di 0,085 euro e un rendimento del 2,74%, e Sesa, la cui cedola è pari a 0,085 euro e un rendimento dello 0,47%.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: ENI.MI
Isin: IT0003132476
Rimani aggiornato su: Eni

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni