Eni, volumi di gas da Gazprom in aumento


Il gigante russo fornirà oggi il 71% di gas in più rispetto alla media giornaliera, mentre riprende a funzionare il gasdotto Nordstream1 per le forniture verso la Germania.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Aumento di fornitura

Sospiro di sollievo per le forniture di gas russo da parte di Gazprom all’Italia. Questa mattina, infatti, Eni ha reso noto che il colosso russo dell’energia oggi fornirà volumi di gas pari a circa 36 milioni di metri cubi, mentre la media giornaliera dei giorni scorsi è pari a circa 21 milioni, con un aumento del 71%.

Nella nota diffusa dal gruppo si comunica, inoltre, che “Eni si riserva di comunicare eventuali aggiornamenti nel caso in cui vi fossero ulteriori variazioni significative nelle quantità in consegna comunicate da Gazprom”.

Calo in borsa e previsioni su trimestrale

A Piazza Affari il titolo Eni cede il 3% dopo un’ora di contrattazioni, con le vendite che hanno colpito la borsa italiana a causa della crisi di governo attualmente in corso (Ftse Mib a -2%).

Il 28 luglio Eni diffonderà i dati sul secondo trimestre del 2022 e da Banca Akros annunciano di attendersi dei numeri “forti” e “solidi”, in “scia a migliori prezzi del petrolio e del gas e a margini di raffinazione molto più alti”.

Dal broker stimano un utile operativo 2022 in crescita del 30%, pertanto confermano la raccomandazione ‘buy’ sul titolo Eni, con target price di 16,50 euro, rispetto ai 10,81 euro di oggi.

Il programma di acquisto di azioni

Ieri, intanto, Eni aveva comunicato l’aggiornamento sul suo piano di acquisto di azioni proprie, deliberato dall’Assemblea dell’11 maggio 2022.

Tra l’11 e il 15 luglio 2022 Eni ha acquistato complessivamente 4.039.478 di azioni proprie, al prezzo ponderato di 10,9916 euro per azione.

Dall'inizio del programma, la società ha acquistato 25.320.013 azioni proprie (pari allo 0,71% del capitale sociale) per un controvalore complessivo di 310.167.917 euro.A questo punto, concludono dall’azienda, Eni detiene 57.051.315 azioni proprie pari all'1,60% del capitale sociale.

Gas in calo

Nel frattempo, calano le quotazioni delle materie prime, tra cui il Gas (-3,80% a 149 euro/MWh), il greggio WTI (-1%) e il Brent (-0,80%).

A incidere suoi prezzi c’è anche la ripresa della fornitura di gas russo verso la Germania attraverso il Nord Stream 1, a circa il 30% della capacità del gasdotto, in attesa del completamento degli ordini previsti che dovrebbero portare fino al 40% della capacità per il resto della giornata, più o meno lo stesso di prima dell’inizio dei lavori annuali di manutenzione.

Gli operatori temevano che Putin potesse decidere di non far ripartire i flussi dopo lo stop programmando, diffondendo preoccupazioni per gli stati europei, impegnati a riempire gli stoccaggi in vista dell’inverno.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Possibile Rendimento fino al 68% con il Certificate a Capitale Protetto su Eni
Sottostanti:
Eni S.p.A
Barriera Capitale
168%
ISIN
CH1186552209
Maggiori Informazioni


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: ENI.MI
Isin: IT0003132476
Rimani aggiornato su: Eni

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni