Ferrari, si dimette Camilleri, Elkann ad a interim

Louis Camilleri

Le dimissioni “per motivi personali”. Il titolo apre in ribasso ma riduce le vendite a metà mattina (pur restando in territorio negativo).


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Camilleri: dimissioni per motivi personali

Louis Camilleri lascia la guida della Ferrari «per motivi personali». Così ieri sera l’amministratore delegato di Maranello ha rassegnato le dimissioni «con effetto immediato» sia dalla carica di Ceo sia da quella di membro del Cda. John Elkann, presidente Esecutivo della Ferrari assumerà la carica di amministratore delegato ad interim, mentre il consiglio di amministrazione si riunirà la prossima settimana per gestire il processo, già avviato, di identificazione del successore di Camilleri.

Sotto la sua guida «la società si è ulteriormente affermata come una delle più grandi società al mondo, capitalizzando il suo patrimonio davvero unico e la sua continua ricerca dell’eccellenza», ha dichiarato Elkann in una lettera inviata ai dipendenti poco dopo l’annuncio delle dimissioni. Camilleri era succeduto a Sergio Marchionne dopo la morte di quest’ultimo, nel 2018, e dal 2015 era membro del board della società.

Fonti vicine all’azienda fanno sapere che il top manager ha avuto problemi di salute, è stato ricoverato per Covid-19 ma ora si trova a casa e sta meglio. Questa esperienza non sarebbe stata tuttavia l’unica ragione della sua scelta.

Titolo negativo in apertura, recupera terreno nel corso della mattinata ma resta col segno meno

La notizia non è piaciuta ai mercati. Il titolo Ferrari ha aperto in netto calo, registrando -1,22% dopo i primi scambi e alle 12 conferma l’andamento negativo ma riduce le vendite a -0,65% scambiato a 175 euro.

Nonostante la notizia delle dimissioni, per Mediobanca Securities la strategia del gruppo dovrebbe inalterata, «così come i target 2018/2022 del piano industriale» e mantiene un rating neutral con target price di 153 euro invariato. Rating accumulate e tp 200 euro confermato anche per Banca Akros alla luce di solide premesse per un «2021 forte grazie all’introduzione di nuovi modelli e l’attesa spinta di volumi e price/mix». Equita Sim conferma rating hold e tp di 142 euro su Ferrari. «Non ci sono indizi su chi possa essere il sostituto. A prescindere riteniamo che la nomina non abbia effetti sulla strategia che è già ben delineata», hanno detto gli esperti.


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: RACE.MI
Isin: NL0011585146
Rimani aggiornato su: Ferrari

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni