Future di Wall Street incerti, scendono petrolio e petroliferi

finestra mercati

Il Brent perde il 3,5%, l’oro l’1%. Decennale degli Stati Uniti a 2,08%. Il mercato scommette su sette rialzi dei tassi nel 2022, per Credit Suisse non bastano. Quarto round negoziale tra Russia ed Ucraina.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


La settimana delle comunicazioni della Federal Reserve dovrebbe iniziare a Wall Street in modo contrastato, il future del Nasdaq è in calo dello 0,3%. Il future dell’S&P500 guadagna lo 0,3%.

Non ci sono dati macroeconomici di rilievo a fornire indicazioni supplementari, l’attenzione è sull’Ucraina. Stamattina si è tenuto in video conferenza il quarto round del negoziato tra Mosca e Kiev. Il capo dei negoziatori ucraini Mykhailo Podolyak ha scritto su Twitter un paio di ore fa che “le parti stanno portando avanti attivamente le proprie posizioni. La comunicazione è difficile”.

Oggi si incontrano a Roma due alti esponenti della diplomazia della Cina e degli Stati Uniti.

Materie prime

L’indice Bloomberg Commodity perde l’1,5%. Il petrolio Brent è in ribasso del 3,3% a quota 108,9 dollari al barile.
La Cina, il maggior importatore mondiale di greggio e il secondo maggior consumatore dopo gli Usa, sta vedendo una crescita notevole dei casi di Covid-19, con la variante Omicron che si diffonde in diverse città del paese, scatenando nuovi focolai da Shanghai a Shenzhen.
Il numero di nuovi contagi ha raggiunto i massimi di due anni, con 1.437 casi confermati nella giornata di ieri.
La produzione russa di greggio e gas condensati è aumentata a 11,12 milioni di barili al giorno fino ad ora a marzo, secondo quanto riferiscono a Reuters due fonti a conoscenza dei dati, malgrado le sanzioni sul petrolio russo. La Russia è il maggiore esportatore di greggio e prodotti raffinati, con circa 7 milioni di barili al giorno, circa il 7% dell'offerta globale di petrolio.

Boris Johnson sta cercando di persuadere il governo dell'Arabia Saudita ad aumentare la propria produzione di petrolio, ha detto un ministro, dopo le notizie secondo cui il primo ministro inglese ha intenzione di recarsi nel primo paese dell'Opec questa settimana.

Bond e rialzo tassi

Anche se la discesa della materie prime raffreddano l’inflazione, il mercato delle obbligazioni ragiona e si prepara ad una drastica stretta monetaria. Il buono del Tesoro degli Stati Uniti a dieci anni si porta a 2,08% di rendimento, massimo dal maggio del 2019. Sale oltre la soglia psicologica del 2% anche il buono a cinque anni. Il due anni è a 1,81% (+6 punti base). Gli operatori sono tornati a prezzare sul mercato degli OIS 7 rialzi da 25 punti base da parte della Fed per quest’anno. “Dato il ritmo della crescita economica e dell'inflazione, la politica monetaria è troppo accomodante. Anche se la banca centrale dovesse aumentare i tassi 7 volte nel 2022, la politica sarebbe comunque troppo accomodante", scrive stamattina Credit Suisse.

Bond in dollari

Dopo le sanzioni occidentali che ne hanno bloccato l'accesso alle riserve in dollari ed euro, la Russia utilizzerà lo yuan per far fronte ai pagamenti esteri. Lo dice stamattina il ministro delle Finanze Anton Siluanov, in vista anche del pagamento - in agenda mercoledì - delle cedole su due obbligazioni russe denominate in dollari. Nel caso in cui la richiesta del pagamento in valuta estera fosse respinta dalle banche occidentali - ipotesi probabile – il ministero potrebbe rimborsare l'importo dovuto in rubli.

Dal punto di vista russo, precisa Siluanov, corrispondere un pagamento in rubli in luogo di utilizzare valuta estera non costituisce default, poiché il servizio del debito è comunque garantito.

Tra i titoli segnaliamo

Dovrebbero aprire in ribasso le società cinesi dell’high tech quotate a Wall Street, in continuità con quanto è successo stanotte sul listino di Hong Kong.

Alibaba -5%. Non c’è soltanto la notizia del lockdown a Shenzen ma anche le indiscrezioni del Wall Street Journal sulla multa record inflitta a Tencent: le autorità cinesi di controllo hanno stabilito che Wechat pay viola le regole sull’antiriciclaggio.

Chevron -2%. Morgan Stanley taglia la raccomandazione a Equal Weight. L’analista che firma la nota segnala che il titolo è salito più del settore di riferimento, dopo un rialzo del 44% da inizio anno, ci sono meno ragioni per comprare. Stesso provvedimento e stessa argomentazione per Occidental Petroleum, in calo del 2% nel pre market.

Loockheed Martin +2%. La Germania sostituirà la sua flotta di Tornado con una trentina di nuovi aerei F-35, lo ha scritto stamattina Reuters. Il Tornado è l'unico jet tedesco in grado di trasportare le bombe nucleari statunitensi in caso di conflitto.

Ford +1%. Automotive News riporta che la società si aspetta per il 2022 un calo del 12% del mercato automotive degli Stati Uniti.

Berkshire Hathaway +1%. La società è contraria alle proposte arrivate da alcuni soci in vista dell’assemblea, una di queste, chiede un cambio sulla poltrona di presidente, ora occupata da Warren Buffett.

Tyson Foods -1%. Il produttore di carne bovina ed avicola è stato declassato da BMO a Market Perform.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Possibile rendimento Annuo del 16,70% con il certificate su Alibaba, JD, Meituan
Sottostanti:
AlibabaMeituanJD.com Inc
Rendimento p.a.
16,7%
Cedole
4,177% - €41,77
Memoria
si
Barriera Capitale
60%
Barriera Cedole
94%
ISIN
DE000VX587L0
Maggiori Informazioni

Possibile rendimento annuo del 21,972% con il certificate su Alibaba e Tencent
Sottostanti:
Tencent Holdings LimitedAlibaba
Rendimento p.a.
21,972%
Cedole
1,831% - €18,31
Memoria
si
Barriera Capitale
75%
Barriera Cedole
99.25%
ISIN
DE000VX1F3C6
Maggiori Informazioni