Future di Wall Street negativi mentre inizia il meeting della Fed


Parte oggi la due giorni di riunione dell’istituto centrale anche se i mercati non si attendono novità dal fronte tassi di interesse e Powell potrebbe mostrarsi cauto sulle prospettive future alla luce dei dati sull’inflazione maggiori del previsto diffusi la settimana scorsa.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Wall Street in rosso

Si preannuncia un’apertura di seduta negativa per Wall Street dopo le chiusure positive di ieri, mentre l’attenzione dei mercati si rivolge alla Federal Reserve, attesa domani alla sua decisione sui tassi di interesse.

I future sul Nasdaq cedono mezzo punto percentuale quando manca meno di un’ora dall’avvio delle contrattazioni ufficiali. I contratti sullo S&P500 seguono sulla stessa scia negativa (-0,40%), al pari di quelli sul Dow Jones.

Tra i titoli azionari, NVIDIA cede l’1,8% nel pre-market USA dopo la presentazione del chip Blackwell B200, più veloce di 30 volte rispetto al suo predecessore, notizia già scontata dagli investitori.

Il dollaro rimbalza nei confronti dell’euro e la coppia EUR/USD scende (-0,20%) a 1,085. In calo i rendimenti dei Titoli di Stato USA, con il biennale che scende al 4,717% e il decennale si attesta al 4,322%.

Forte discesa (-7%) per il Bitcoin dopo i record toccati la scorsa settimana e la principale delle cripto torna sotto quota 63 mila dollari, cedendo così i guadagni di marzo.

Meeting Fed al via

Oggi parte la due giorni di riunione della Federal Reserve con tutte le previsioni che indicano nessun cambiamento sui tassi di interesse ma dal meeting potrebbero arrivare proiezioni economiche che indichino minori allentamenti monetari di quanto previsto finora.

Secondo il CME Fedwatch Tool, i dati sull’inflazione superiori alle attese hanno spinto gli operatori all’inizio della scorsa settimana a ridurre le previsioni sul primo taglio dei tassi in arrivo a giugno al 55,2% dal 71% precedente.

“Con l'aumento dei prezzi maggiore del previsto, è probabile che da questo incontro emergano segnali di una Fed più attenta e cauta”, prevede Susannah Streeter, responsabile del settore monetario e dei mercati di Hargreaves Lansdown.

Previsioni sui tassi

Filippo Diodovich, Senior Market Strategist di IG Italia, ritiene che “il presidente Jerome Powell cercherà di non sbilanciarsi sui principali temi attesi dal mercato (quando la FED taglierà i tassi e di quanto diminuirà il costo del denaro nel 2024)”, in quanto è “ancora presto per impegnarsi ad un cambio di politica monetaria”.

I dati recenti macroeconomici hanno evidenziato “pressioni inflazionistiche ancora elevate (superiori alle aspettative di mercato) ma un leggero rallentamento nella crescita dei salari che nel medio periodo potrebbe portare a una riduzione dell’inflazione. Cifre contrastate che aumentano i dubbi dei membri del FOMC”, prosegue l’esperto, restando convinto “che la FED sia intenzionata a tagliare i tassi per evitare i rischi di una recessione ma la decisione potrebbe avvenire più tardi rispetto alle aspettative di mercato”.

“Riteniamo che il primo cambio in politica monetaria possa avvenire solamente nel meeting FOMC del 30/31 luglio. Troppo rischioso al momento cambiare strategie monetarie con inflazione ben al sopra dell’obiettivo del 2%. Ci aspettiamo tre tagli nel corso dell’anno, tutti nel secondo semestre 2024”, conclude Diodovich.

Notizie societarie e pre-market USA

Meta (-0,70%): un dirigente ha dichiarato che la società potrebbe offrire l’abbonamento mensile a Facebook e Instagram a prezzi ridotti da 9,99 a 5,99 euro, rispondendo così alle preoccupazioni delle autorità di regolamentazione in materia di privacy e antitrust.

Coinbase (-5%): il Bitcoin cede il 7% trascinando con sé anche i titoli legati alle criptovalute come Microstrategy (-15%).

Super Micro Computer (-9%): lanciata un'offerta di azioni da 2 milioni di dollari con Goldman Sachs come unico bookrunner.

National Cinemedia (+24%): prevede un utile nel primo trimestre tra i 34,5 e i 35,5 milioni di dollari, superiori alle aspettative degli analisti di 34 milioni (dati LSEG).

Crinetics Pharmaceuticals (+12%): il suo farmaco paltusotina contro l'acromegalia ha raggiunto l'obiettivo principale in uno studio di fase avanzata, e la società annuncia che il 56% dei pazienti è stato in grado di mantenere i livelli di fattore di crescita con il farmaco, rispetto al 5% che ha ricevuto il placebo.

Madrigal Pharmaceuticals (-4%): ha venduto 2,3 milioni di azioni, inclusi 1,6 milioni di warrant prefinanziati, per un ricavo lordo di 600 milioni di dollari.

Raccomandazioni analisti

Accesso come utente registrato

La lettura di questo paragrafo è consentita solo agli utenti registrati

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Inserisci il tuo indirizzo email e controlla la tua casella di posta!
Riceverai un'email con un codice di accesso.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 15,60% annuo con il certificate su Microsoft, Nvidia e UiPath
Sottostanti:
Microsoft CorporationNVIDIA CorporationUipath Inc
Rendimento p.a.
15,6%
Cedole
1,3% - €1,30
Memoria
no
Barriera Cedole
50%
ISIN
XS2677112240
Emittente
BNP Paribas
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy