Future di Wall Street sotto la parità, luci sui tecnologici


La debolezza dei titoli tecnologici indebolisce la borsa statunitense alla vigilia dei dati sull’inflazione in agenda domani, fondamentale per la decisione sui tassi di interesse della Federal Reserve della prossima settimana.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Wall Street debole

Apertura di Wall Street vista in negativo alla luce dell’andamento dei future sui principali indici della borsa di New York, con Oracle in difficoltà e le attese rivolte verso l’evento odierno di Apple.

Quando manca circa un’ora dall’avvio delle contrattazioni, i future sul Nasdaq e quello sullo S&P500 perdono lo 0,30%, seguiti a breve distanza dai contratti sul Dow Jones (-0,20%).

Prosegue il rafforzamento del dollaro nei confronti dell’euro e la coppia EUR/USD scende (-0,30%) a 1,0718.

Poco mossi i Treasury USA, con il biennale appena sotto il 5% e il decennale al 4,286%.

Luci sui tecnologici

La debolezza dei titoli tecnologici di oggi è causata dai segnali di rallentamento delle vendite cloud registrate da Oracle, in difficoltà oggi nel pre-market.

Gli analisti di Morgan Stanley affermano che i risultati della società sollevano interrogativi sui tempi in cui la domanda di intelligenza artificiale generativa si trasformerà in entrate in tutto il business.

L’attenzione del mercato si rivolgeranno poi verso Cupertino, dove Apple si prepara ad annunciare una nuova linea di prodotti, mentre domani ci sarà l’esordio a Wall Street di parte del capitale di Arm di SoftBank, la più grande IPO del 2023, con un prezzo compreso tra 47 e 51 dollari, forchetta che implica una valutazione della società pari a circa 54,5 miliardi.

Ritraccia leggermente (-0,90%) il titolo Tesla dopo il +10% di ieri arrivato grazie ad una nota di Morgan Stanley in cui gli analisti prevedono un rafforzamento del suo valore di mercato grazie al superconduttore Dojo.

La casa di Elon Musk si è piazzata in cima alla lista dei titoli statunitensi a grande capitalizzazione più shortati per il terzo mese consecutivo ad agosto, secondo un rapporto pubblicato oggi dalla società di prestito titoli Hazeltree.

Inflazione e Fed

Domani arriverà il dato cruciale sull'inflazione al consumo statunitense, dati economici che saranno valutati in base al loro potenziale di influenzare la Federal Reserve nella prossima riunione di settembre.

Gli investitori stanno valutando se restano sul tavolo ulteriori aumenti dei tassi di interesse e, in caso affermativo, se siano stati scontati dal mercato azionario.

“I mercati si stanno preparando ai principali eventi di questa settimana”, hanno scritto gli strateghi di ING Group NV, tra cui Benjamin Schroeder. “Non si tratta solo della riunione della BCE di giovedì, ma anche dei dati cruciali negli Stati Uniti e nel Regno Unito in vista delle rispettive riunioni delle banche centrali della prossima settimana”.

“Se vedessimo un’inflazione potenzialmente più vischiosa rispetto allo 0,6% previsto dagli economisti o allo 0,2% sui core, mi aspetterei di vedere il mercato obbligazionario iniziare a scontare potenzialmente un altro rialzo dei tassi prima della fine dell’anno, potenzialmente già prima della fine dell’anno a novembre”, prevede Anthony Doyle, responsabile della strategia di investimento presso Firetrail Investments Pty Ltd.

Notizie societarie e pre-market USA

Oracle (-10%): ha chiuso il trimestre fiscale iniziato il primo giugno con una crescita del 30% dei ricavi dell'area cloud, il dato, pur essendo non tanto diverso dalle attese del consensus, segna un drastico rallentamento rispetto al +54% anno su anno del trimestre precedente.

Qualcomm (-0,30%): firmato un nuovo accordo con Apple per la fornitura di chip per modem 5G almeno fino al 2026, prima che il precedente accordo termini quest'anno.

WestRock (+7%): si fonderà con l'irlandese Smurfit Kappa per creare il più grande produttore di carta e imballaggi del mondo, per un valore di circa 20 miliardi di dollari.

AerCap Holdings NV (-4%): venderà circa 40,7 milioni a 59 dollari l'una per un totale di circa 2,44 miliardi di dollari, dopo aver già ceduto a marzo 18 milioni di azioni.

United Parcel Service (-1%): nuovo accordo quinquennale con i lavoratori rappresentati dai Teamsters costerà meno dei 30 miliardi di dollari indicati dal sindacato, ha detto l'amministratore delegato Carol Tome in un'intervista alla CNBC.

Acelyrin (-57%): il suo farmaco sperimentale non si è dimostrato sufficientemente efficace nel ridurre i sintomi di una malattia infiammatoria della pelle.

Raccomandazioni analisti

Accesso come utente registrato

La lettura di questo paragrafo è consentita solo agli utenti registrati

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Inserisci il tuo indirizzo email e controlla la tua casella di posta!
Riceverai un'email con un codice di accesso.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 13% annuo con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Intesa SanpaoloBanco BPMUnicredit
Rendimento p.a.
13%
Cedole
3,25% - €32,50
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD5TR73
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy