Guerra, si fa avanti un nuovo mediatore, la Turchia

finestra mercati

In Europa le borse riducono le perdite, dopo la notizia del nuovo round di pace. Il future del Nasdaq perde lo 0,5%. Rallenta il petrolio, +3%, dal +8% di stamattina. Nel preborsa di Wall Street sale Uber, dopo il rialzo dei target.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, e la controparte russa, Sergi Lavrov, hanno acconsentito a incontrarsi giovedì in Turchia, nella provincia di Antalya. A dirlo il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu che, parlando ai media turchi, ha aggiunto che parteciperà all'incontro.

Le borse stanno prendendo atto degli avvertimenti all’Occidente arrivati sabato da Vladimir Putin, il presidente della Russia ha affermato che le sanzioni sono simili ad una dichiarazione di guerra ed ha avvertito che l’eventuale imposizione di No Fly Zone avrebbe esiti catastrofici per il mondo. Nella sua intervista di ieri, il Segretario di Stato Anthony Blinken ha in qualche modo risposto, affermando che la Casa Bianca si rende conto del pericolo di un coinvolgimento diretto e non ha alcun progetto di imposizione di una zona vietata al sorvolo sullo spazio aereo ucraino.
Il 10-11 marzo, in occasione della riunione informale dei capi di Stato e di governo a Versailles potrebbero essere prese ulteriori sanzioni.

Cina, l'alleanza con la Russia è "solida"

Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha parlato stamattina con i media, ribadendo per alcuni aspetti la posizione di Pechino sull’Ucraina: nessuna condanna alla Russia e richiesta all’Occidente di rispettare i “legittimi timori sulla sicurezza” di Mosca.
Wang ha detto che le cause della "situazione in Ucraina" sono "complesse" e non sono arrivate all'improvviso. "Risolvere problemi complessi richiede calma e razionalità, anziché gettare benzina sul fuoco e intensificare le contraddizioni". Il ministro ha affermato che l'alleanza tra la Cina e la Russia è "solida" e le prospettive di cooperazione rimangono rosee. "Indipendentemente da quanto sia grave la situazione internazionale, Cina e Russia manterranno la loro determinazione strategica e procederanno con costanza verso un'ampia partnership strategica di coordinazione nella nuova era", ha aggiunto Wang durante una conferenza stampa in occasione del meeting annuale del parlamento cinese.
Sabato ha preso il via il 13° Congresso del Partito Comunista, appuntamento cruciale anche per l’evoluzione della guerra in Ucraina. “Non stupirebbe una maggiore stretta politica tra la Russia (viste le sue abbondanti materie prime) e la Cina (con i suoi denari e fame energetica). All’Assemblea Nazionale del Popolo si discuteranno temi quali la definizione degli obiettivi del PIL e la definizione del progetto economico per il prossimo anno, mentre si celebrano i risultati raggiunti dal governo nell'ultimo anno”, scrive stamattina di Ben Laidler, Global Markets strategist di eToro.

Petrolio, Iran e Venezuela beneficiano dell'emergenza energetica

La Russia è il secondo esportatore mondiale di petrolio, dopo l’Arabia Saudita e il terzo produttore mondiale dopo gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita. “Non sorprende quindi vedere l’Europa e l’America aumentare le visite nel Medio Oriente e nel Sud America, con Iran e Venezuela principali beneficiari di questa emergenza energetica”, commenta Laidler, che però avverte, il greggio supplementare dell’Iran e del Venezuela, “non dovrebbe essere tuttavia sufficiente a colmare il divario russo”.

Nuovo ordine mondiale

Carmignac, in una nota di oggi, avverte che “l’economia mondiale deve affrontare un triplice shock. Il primo riguarda il commercio internazionale, con le profonde ripercussioni sul settore energetico ma anche sui prodotti alimentari di base, i metalli, i fertilizzanti e il trasporto merci aereo. Il secondo è legato all’incertezza dovuta al crollo dell’ordine geopolitico venutosi a creare dopo la Guerra Fredda con il rischio di escalation. Il terzo è di ordine finanziario, con il potenziale default di società e organismi russi e ucraini e il rischio di un effetto domino su altri paesi”. La società di gestione francese calcola che “la guerra in Ucraina potrebbe avere un impatto negativo sulla crescita europea tra -0,5 e -2%, con un effetto sull’inflazione tra il +1,1 e il +1,7% su base annua. Per gli Stati Uniti l’impatto sarebbe minore, con una contrazione della crescita tra -0,2 e -0,5% e un effetto sui prezzi tra +0,7 e +1,2% a seconda della gravità degli scenari.” Carmignac punta sui difensivi ed avverte che, “la proporzione di società growth con valutazioni elevate è stata ridotta significativamente”.

Giovedì la riunione BCE e dati sull’inflazione USA

Il 10 marzo è una data chiave perché si tiene la riunione della BCE e saranno pubblicati i dati sull’inflazione USA. MPS Capital Service scrive stamattina, “nel primo caso, assisteremo probabilmente ad una significativa revisione al rialzo delle stime di inflazione e al ribasso di quelle sulla crescita 2022 che terranno conto degli effetti della guerra in Ucraina. L’Istituto dovrebbe adottare un atteggiamento improntato alla cautela e flessibilità sul tema della normalizzazione della politica monetaria. L’inflazione USA dovrebbe evidenziare un’ulteriore accelerazione, la 5°consecutiva, con il dato headline atteso a 7,9%”.

Tra i titoli segnaliamo

Uber +4%, ha alzato le previsioni sul trimestre a seguito del fortissimo aumento delle prenotazioni, delle consegne a domicilio e delle corse con conducente registrato in febbraio. Rispetto al 2019, le metriche più importanti sono salite del 90%. Il ceo Dara Khosrowshahi afferma nella nota che la domanda è forte in tutte le aree di attività, “ci stiamo preparando ad una stagione dei viaggi che potrebbe essere una delle più forti di sempre”.

Bed, Bath &Beyond +70%. Il titolo della catena di negozi per la casa, vola sulla notizia dell’ingresso nel capitale con il 10%, del presidente di GameStop, Ryan Cohen. L’acquisto è da ricondurre alla sua società di investimento RC Ventures. Cohen, che è anche il co-fondatore di un sito per la vendita di cibo per animali domestici, ha scritto una polemica lettera al consiglio "Riteniamo che Bed Bath debba restringere la sue attenzioni e mantenere il giusto mix di scorte per soddisfare la domanda, esplorando contemporaneamente alternative strategiche che includono la separazione” di alcuni marchi.

Citigroup -3%. Jefferies taglia il giudizio.

Philip Morris -2%. JP Morgan abbassa il giudizio.

Tesla +1% Il via libera delle autorità tedesche all’avvio della produzione nello stabilimento di Berlino, è secondo Wedbush, una notizia molto buona, viene meno una minaccia che incombeva sul titolo.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Possibile rendimento Annuo del 22% con il certificate su Tesla, Beyond Meat e Tui
Sottostanti:
TUI AGTesla IncBeyond Meat Inc
Rendimento p.a.
22%
Cedole
5,5% - €5,50
Memoria
si
Barriera Capitale
50%
Barriera Cedole
79%
ISIN
DE000VX3LMG8
Maggiori Informazioni

Possibile rendimento annuo del 21,528% con il certificate su Tesla e NIO
Sottostanti:
NIO LimitedTesla Inc
Rendimento p.a.
21,528%
Cedole
5,382% - €53,82
Memoria
si
Barriera Capitale
60%
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VX49YS2
Maggiori Informazioni