I tassi guardano oltre la Fed e i bond alzano la testa


Jerome Powell ieri al Senato ha dichiarato che la Federal Reserve non sta "cercando di provocare, e non credo che dovremo provocare, una recessione" ma il mercato non gli crede. Prezza già una recessione e le materie prime invertono rotta. I tassi guardano oltre ai rialzi e i bond tornano a respirare.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


L’ultimo asset a risentire di una recessione alle porte continua a perdere terreno, le materie prime registrano ancora un deciso calo con il Bcom, l’indice calcolato da Bloomberg sulle commodity che anche oggi lascia sul terreno l’1%. Protagonista ancora il greggio con il Brent che oggi è scambiato a 109,95 dollari al barile (-1,5%), solo 10 sedute fa passava di mano a 123,6.
Borse che anticipano una seduta in calo con i future sull’Euro Stox 50 che arretra dello 0,2%, solo mezz’ora fa il calo era molto più netto. Accelerano anche le Borse asiatiche con Hong Kong che guadagna l’1,8% e il Cis cinese l’1,2%. Nikkei piatto, giù gli indici coreani con il Kospi che arretra dello 0,7% e il Kosdaq del 3,4%. India in rialzo dell’1,4%.
Xi Jinping ha confermato i target di crescita economica del 2022 anticipando il varo di nuovo misure per sostenere l’economia.

Consiglio europeo e crisi energia

Prende il via a Bruxelles la due giorni del Consiglio Europeo cui partecipano anche la presidente Bce Lagarde e il premier Draghi. Sul tavolo, oltre all'iter per l'ingresso dell'Ucraina nell'Ue, inevitabilmente anche il nodo delle forniture energetiche con le trattative sul tetto al prezzo del gas.
L'Agenzia internazionale per l'energia ha sollecitato Bruxelles a prepararsi da subito per un'interruzione totale delle forniture di gas dalla Russia

L'Ue tornerà temporaneamente al carbone senza tuttavia deviare dagli obiettivi sul clima: Germania, Italia e Olanda hanno infatti segnalato che le centrali elettriche a carbone potrebbero colmare la carenza di forniture.
Alti funzionari Usa hanno detto che i leader del G7 e la Nato lavoreranno per aumentare le pressioni sulla Russia, sottolineando i continui timori per la Cina, ai summit della prossima settimana in Germania e a Madrid.

BTP

Il rendimento del decennale italiano si porta a 3,526% con lo spread sul cugino tedesco a 188 punti.
Giù anche il rendimento del Treasury a 10 anni pari a 3,14%, due anni a 3,06%.
Secondo un sondaggio Reuters, la Bce alzerà i tassi a 0,75% entro la fine dell'anno con un aumento a luglio da 25 punti base cui ne seguirà un altro in settembre da 50 punti.

BTP Italia

Terminata la fase dedicata alla clientela retail con ordini complessivi per 7,27 miliardi di euro, si apre in mattinata - dalle 10 alle 12 - quella riservata agli istituzionali. Prima però verrà comunicata la cedola definitiva del titolo giugno 2030 che non potrà essere inferiore a 1,60%.
Soddisfatto di questa prima fase di offerta il Tesoro: "L'esito è anche meglio delle aspettative", ha detto a Reuters Davide Iacovoni, responsabile del debito italiano, sottolineando che il 'design' dello strumento, con la possibilità di prendere una parte del premio di fedeltà già dopo quattro anni, si è dimostrato vincente.

Dati Macro

Nel pomeriggio verranno diffusi dagli Usa i dati sulle richieste settimanali di disoccupazione che dovrebbero attestarsi a 227.000 dalle precedenti 229.000.

Appuntamento con le stime preliminari degli indici Pmi di Germania, Francia e Zona euro di giugno che, da attese, dovrebbero fotografare un peggioramento rispetto al mese precedente sia per il manifatturiero che per i servizi. La stima 'flash' dell'indice manifatturiero della zona euro è vista a 53,9 da 54,6 e di quello per i servizi a 55,5 da 56,1.

A giugno la stima 'flash' del Pmi manifatturiero giapponese a cura di Jibun Bank ha messo in evidenza un rallentamento della crescita sulla scia delle restrizioni in Cina per il Covid. L'indice è sceso a 52,7 dal 53,3 di maggio, la crescita più lenta da febbraio. In una nuova critica alla politica ultra accomodante della Banca del Giappone, secondo un esponente di un gruppo di governo, la decisione della BoJ di mantenere i costi di finanziamento ultra bassi sta provocando una "spirale negativa" di debolezza dello yen.

Powell, tra recessione e lotta all’inflazione

La Federal Reserve non sta cercando di progettare una recessione per fermare l'inflazione, ma è pienamente impegnata a tenere sotto controllo i prezzi anche se ciò rischia una recessione economica.
La Federal Reserve non sta "cercando di provocare, e non credo che dovremo provocare, una recessione", ha affermato mercoledì il capo della banca centrale statunitense Jerome Powell in un'audizione davanti alla commissione bancaria del Senato degli Stati Uniti, anche se ha riconosciuto che una recessione era "certamente una possibilità" e gli eventi negli ultimi mesi in tutto il mondo era stato più difficile ridurre l'inflazione senza provocarne una.
"È essenziale ridurre l'inflazione se vogliamo avere un periodo prolungato di forti condizioni del mercato del lavoro a vantaggio di tutti", ha affermato Powell. La Fed nei prossimi mesi cercherà "prove convincenti" del rallentamento delle pressioni sui prezzi prima di allentare gli aumenti dei tassi di interesse avviati tre mesi fa.
L'inflazione continua a crescere almeno tre volte al di sopra del livello target del 2% fissato dalla Fed. Un indicatore degli aumenti dei prezzi che esclude la volatilità dei costi alimentari ed energetici potrebbe essersi leggermente allentato il mese scorso, ha testimoniato Powell, ma l'invasione russa dell'Ucraina e il blocco del COVID-19 in Cina stanno esercitando continue pressioni al rialzo sull'inflazione.
"L'inflazione ha ovviamente sorpreso al rialzo nell'ultimo anno e potrebbero esserci altre sorprese in serbo", ha affermato, ripetendo che i responsabili politici dovrebbero essere agili in risposta ai dati in arrivo.
Ora diversi membri della Fed guardano a rialzi tra i 50 e 75 punti base nella prossima riunione di luglio.
All'inizio di mercoledì, il presidente della Fed di Filadelfia Patrick Harker ha affermato che i dati in arrivo determineranno quale delle due opzioni fornire. Più tardi mercoledì, il presidente della Fed di Chicago Charles Evans ha segnalato che per ora è anche a suo agio con i continui rapidi aumenti dei tassi, anche se ha annuito al crescente rischio di recessione.
"Pensare che possiamo mettere a punto qualcosa del genere con un'incredibile precisione - voglio dire, non abbiamo questa capacità", ha detto Evans. Anche così, ha aggiunto, c'è un "enorme" consenso presso la Fed per aver portato i tassi in un territorio moderatamente restrittivo.
"La prima cosa che stiamo guardando è assicurarci di togliere il vapore dalle pressioni di inflazione", ha detto.
Il senatore repubblicano John Kennedy della Louisiana, in una delle critiche più accese alla risposta della Fed all'inflazione, ha affermato che l'inflazione stava colpendo i suoi elettori "così duramente che stanno tossendo con le ossa".
Gli economisti intervistati da Reuters prima dell'apparizione vedono la Fed fare un altro aumento dei tassi di interesse di 75 punti base a luglio, seguito da un aumento di mezzo punto percentuale a settembre, senza alcun ridimensionamento a movimenti di un quarto di punto percentuale fino a novembre al più presto.
Le ultime proiezioni dei funzionari della Fed vedono la crescita economica rallentare al di sotto della tendenza quest'anno, mentre il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti - attualmente al 3,6% - inizia a salire. Nel frattempo, ora si aspettano che l'inflazione entro la fine dell'anno scenda solo al 5,2% secondo la loro misura preferita, che ha registrato il 6,3% ad aprile.

Tra i titoli a Piazza Affari segnaliamo

Attesa oggi la presentazione del piano industriale 2022-2026 di Montepaschi. In un comunicato il gruppo ha comunicato che il piano prevede un aumento di capitale da 2,5 miliardi prendendo atto della disponibilità del Ministero delle Finanze di sottoscrivere la sua quota parte pari al 64,23%. Mps capitalizza 684 milioni di euro e aggiungendoci uno sconto al prezzo di emissioni di nuove azioni, l’utile per azione potrebbe subire una diluizione di circa 5 volte.

In una nota pubblicata ieri sul sito del Gme, Eni ha comunicato per il nono giorno di fila una conferma solo parziale delle richieste di approvvigionamento di gas verso l'Italia.

Stellantis sospenderà la produzione presso lo stabilimento di Rennes-La Janais Citroen, in Francia, fino al 3 luglio per via della carenza di chip, secondo quanto riferito a Reuters da un portavoce.

Portobello si è aggiudicata l'asta, nell'ambito della procedura di preconcordato preventivo pendente dinanzi al Tribunale di Milano, per il ramo d'azienda "marketplace" di titolarità di ePrice Operations per circa 6 milioni di euro.

L'Ipo di Epta, società attiva nella refrigerazione commerciale, è stata congelata fino a settembre. Lo hanno riferito a Reuters tre fonti a conoscenza del dossier.

Webuild, assemblea speciale azionisti di risparmio


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy