In Asia si riprendono i tech, oggi il dato sui consumi in USA


Alle 14.30 escono le vendite al dettaglio, il consensus si aspetta un incremento dell’1% mese su mese. Ieri pessimo dato sulla manifattura nell’area di New York. Twitter -8%: quanti sono gli account falsi della piattaforma social, Musk, che cerca di pagare meno dei 44 miliardi di dollari promessi, dice che sono quattro volte di più di quel che dice la società. Che prospettive ha l’investimento etico in tempi di guerra e combustibile fossile a prezzi scatenati? Nuovo balzo del prezzo del grano tenero.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


La terza settimana di maggio è iniziata in borsa con un ridimensionamento del rimbalzo iniziato venerdì, ma la tenuta di quota quattromila punti da parte dell’indice S&P500 ieri sera, potrebbe aver creato le condizioni per un proseguimento della fase di ricomposizione del mercato. Stanotte le borse dell’Asia Pacifico salgono grazie alla spinta dei tech, il future dell’indice Dax di Francoforte guadagna lo 0,7%.

Ieri il Nasdaq ha chiuso in calo dell’1,2%, sulla parità il Dow Jones. Il dato macroeconomico che ha contribuito a zavorrare il listino azionario degli Stati Uniti è stato quello dell’indice della manifattura della Fed di New York, sceso ben oltre le aspettative su livelli che per alcuni aspetti non si vedevano dallo scoppio della pandemia.

Tanto peggio per l’economia, tanto meglio per le borse, in quanto il primo evento spinge le banche centrali ed i governi a correre in aiuto, non funziona più nel 2022. Oggi a guidare la seduta dovrebbe essere il dato più importante della settimana, quello sui consumi: il consensus si aspetta un aumento mese su mese dell’1%.

TWITTER

Peggior titolo dell’indice S&P 500 con un calo dell’8%, sotto i livelli di prezzo precedenti la notizia dell’ingresso nel capitale di Elon Musk. Nel suo intervento video a una conferenza a Miami, il miliardario ha detto che gli account falsi sulla piattaforma potrebbero essere addirittura il 20%, quattro volte quelli stimati dalla società.

"Una stima degli account spam dall'esterno è impossibile perché per effettuarla servono informazioni pubbliche e private (che non possiamo condividere)", gli ha replicato l'amministratore delegato di Twitter, Parag Agrawal. Una risposta che a Musk non e' piaciuta: i dati sugli account spam sono "fondamentali per la salute finanziaria di Twitter” altrimenti "come fanno gli inserzionisti a sapere quello che ottengono con i loro soldi?", ha risposto Musk.

TECH CINESI

L’Hang Seng Tech è in rialzo del 4% dopo le promozioni nel settore arrivate ieri da JP Morgan. La banca d’affari ha alzato Bilibili e Baidu a Neutral da Underweight. Pinduoduo a Overweight. Solo due mesi fa, gli analisti di JP Morgan invitavano a girare al largo dai tech cinesi, un’area secondo loro non investibile. Cresce anche la speranza di un atteggiamento più benevolo delle autorità di controllo nei confronti della Internet Economy. In questi giorni è in corso un convegno sulle prospettive dell’industria al quale partecipano sia esponenti della politica che dell’iniziativa privata.

BOND: DA SCUDO A ZAVORRA

I titoli di stato, per decenni un porto sicuro nelle fasi di turbolenza delle borse, “hanno in gran parte perso la loro funzione di cuscinetto contro il rischio” dice Bert Flossbach, co-fondatore di Flossbach von Storch in una nota – “In precedenza fornivano un buon contrappeso alle azioni, e le loro perdite potevano essere almeno parzialmente compensate dal reddito da interessi e dai guadagni di prezzo in caso di correzioni del mercato. Recentemente, tuttavia, questi paradisi sicuri hanno registrato perdite più grandi del mercato azionario. L'uso delle obbligazioni ha aumentato il rischio del portafoglio invece di ridurlo”.

L’INVESTIMENTO ETICO IN TEMPI DI GUERRA

Da inizio anno, la miglior performance dell’indice Stoxx 600 è quella di Rheinmetall, produttore tedesco di automezzi militari e apparecchiature per la difesa, che guadagna il 131%. Nelle prime dieci posizioni della classifica delle migliori, ci sono altre quattro società della difesa, tra queste l’italiana Leonardo, con un bel +55% che si confronta con il -11% dell’indice generale.

Sembra la rivincita del settore delle armi, il meno amato, anzi il più avversato dall’approccio agli investimenti che mette in primo piano il tema etico, ambientale e sociale (ESG). In effetti, “gli investimenti sostenibili si trovano oggi in una situazione paradossale - si legge nella nota firmata da Ophélie Mortier, Chief Sustainable Investment Officer, DPAM – da un lato la guerra in Ucraina ci ricorda l’importanza di valori cardine come la democrazia, la sicurezza e la libertà. Valori che dovrebbero essere al centro di un approccio sostenibile per quanto concerne gli investimenti socialmente responsabili. Dall’altro, l’esclusione certa di alcuni settori come quello bellico e della difesa insieme al forte sottopeso del settore energetico potrebbe peggiorare le performance di questo tipo di investimento.

Di conseguenza, potremmo assistere a una sottoperformance relativa temporanea”. Lo stesso rischio lo corrono gli investimenti nell’energia da fonti rinnovabili, ma per Mortier non ci troviamo di fronte ad un’inversione del trend, ad un ritorno dei combustibili fossili. “Al contrario, la crisi energetica e la situazione geopolitica potrebbero accelerare la transizione energetica, obiettivo cardine degli investimenti ESG. Da un lato l'ultimo rapporto dell'IPCC è inequivocabile: il cambiamento climatico è una minaccia scientificamente provata per il benessere umano e la salute globale”.

GRANO

Il future trattato a Parigi, raddoppiatosi nel corso degli ultimi dodici mesi, ha chiuso su valori record a 442 euro la tonnellata. Nel fine settimana è arrivata la notizia del divieto dell’India alle esportazioni, provvedimento preso per evitare problemi al mercato interno, dopo l’ondata di caldo eccezionale che probabilmente ridurrà il raccolto per la prima volta in sei anni.

Inoltre, il clima arido sta mettendo sotto pressione i raccolti in Europa, in particolare in Francia dove la preoccupazione resta elevata. Infine, l’aridità in Texas e Oklahoma sta penalizzando il grano invernale USA, mentre la semina in Nord America della tipologia primaverile va a rilento a causa delle forti piogge.

Per la prossima stagione è presente una forte incertezza sull’offerta, visto che l’USDA stima un calo delle scorte globali ai minimi da sei anni ed il clima sfavorevole (probabile effetto del fenomeno climatico La Niña) non aiuta un contesto reso già incerto dalla guerra in Ucraina.

PETROLIO

Poco mosso il Brent, a 113,7 dollari il barile, dal +3% di ieri.

Nessun passo in avanti nella trattativa sul sesto pacchetto di sanzioni alla Russia: la riunione dei ministri degli Esteri dei Ventisette non ha portato novità. L’Ungheria dice no e chiede generose compensazioni per poter dare il suo benestare all’embargo contro il petrolio russo, di cui è molto dipendente.

Addirittura, Budapest ha chiesto finanziamenti per 15-18 miliardi di euro. L’interruzione degli acquisti di greggio da Mosca provocherà in Ungheria «un aumento generale dei prezzi di circa il 50-60%», ha dichiarato il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto a margine dell’incontro. Nei fatti l’Ungheria, un paese senza sbocco al mare e rifornito da un oleodotto costruito in epoca sovietica.

BITCOIN

In rialzo dell’1% a 30.300 dollari. Nel tentativo di ancorare terraUSD, lo stablecoin che avrebbe dovuto muoversi in sintonia con il dollaro, Terra ha messo mano alle sue riserve ed ha quasi liquidato nei giorni scorsi i bitcoin messi a riserva. È emerso ieri che la maxi svendita da tre miliardi di dollari è riconducibile a Luna Foundation Guard, il fondo di stabilizzazione creato da Do Kwon, l’imprenditore scienziato che ha messo in piedi Terra.

TITOLI

Eni aprirà nel corso di questa settimana conti bancari specifici per il pagamento del gas russo a seguito del chiarimento giunto dalla Commissione Ue che ciò non costituisce violazione delle sanzioni internazionali contro Mosca. Ne parla Reuters.

Enel guarda gli Stati Uniti per lo sviluppo delle sue attività nel settore delle reti elettriche, mentre procede con i piani di espansione nel mercato digitale.

Pirelli. Camfin e ChemChina, che insieme controllano il 51% di Pirelli, si sono accordate per l'estensione di tre anni, dalla prossima primavera fino alla primavera 2026, del patto parasociale sulla governance dell'azienda di pneumatici. In vista del rinnovo del Cda, previsto l'anno prossimo, i due azionisti hanno inoltre indicato l'attuale deputy-Ceo di Pirelli Giorgio Luca Bruno come nuovo Ad, mentre Marco Tronchetti Provera sarà vice presidente esecutivo fino alla primavera del 2026.

Stellantis, con la pubblicazione ieri in Gazzetta Ufficiale del relativo decreto, partono gli incentivi auto 2022

Cy4gate, Cyberoo, Sababa. Titoli della sicurezza informatica. Killnet, gruppo di attivisti russi, ha compiuto un attacco cosiddetto Ddos - invio massiccio di una enorme quantità di dati - in Italia al sito della Polizia di Stato, rimasto fermo e poi rallentato per qualche ora. Killnet ha annunciato una guerra informatica «globale» contro gli Stati sostenitori di «nazisti e russofobi». Quelli aderenti alla Nato. Il servizio di Polizia Postale e delle Telecomunicazioni e l’Acn (agenzia nazionale di cybersicurezza) hanno lavorato sia alla cosiddetta «mitigazione» sia al report da consegnare poi alla procura della Repubblica di Roma. Tra i dieci Paesi nel mirino ci sono Stati Uniti, Germania, Regno Unito, Lettonia, Estonia, Lituania, Romania, Polonia, Ucraina e l’Italia.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy