In borsa torna in voga il Buy the Dip

finestra mercati

I future anticipano un avvio in rialzo delle borse dell’Europa. L’Ucraina chiede alla Cina di farsi avanti come negoziatore e garante dell’ordine post guerra. Telecom Italia: il fondo CVC guarda alla ServCo. Risultati di Poste italiane di poco sopra le previsioni, sotto il consensus i target 2022


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


La caduta dei bond provocata dagli avvertimenti delle banche centrali sulla minaccia dell’inflazione non sta disturbando affatto le borse, non del tutto preoccupate neanche dalla guerra in Ucraina. Ieri a Wall Street, il Nasdaq ha chiuso in rialzo del 2%, l’S&P500 dell’1,1%. Il tutto, mentre il buono del Tesoro a dieci anni raggiungeva quota 2,40% di rendimento. "Le azioni resistono perché l'impennata dei rendimenti è coerente con un'economia forte, il rischio di recessione rimane basso nei 12 mesi", ha scritto ieri sera in una nota Dennis DeBusschere, fondatore di 22VResearch. Il consensus si aspetta che il Pil degli Stati Uniti cresca quest’anno del 3,6%, del 2,3% nel 2023.

Buy the Dip

Chi ha comprato nel momento peggiore del mercato azionario, sta guadagnando. Dai minimi dell’otto marzo, l’S&P500 è salito dell’8%. Ancora meglio il Nasdaq, +12% dai minimi del 14 marzo.
Il future del Dax di Francoforte sale dell’1%.
Stamattina in Asia, sono tutti su i mercati azionari. Il Nikkei di Tokyo si avvia a chiudere in rialzo del 3%, con lo yen sui minimi degli ultimi sei anni che dà una mano all’economia del Giappone. Tutti su i mercati azionari dell’area. Hong Kong +1,5%. Taiwan +1%. Sidney +1%. Ieri a Wall Street, il Nasdaq ha chiuso in rialzo del 2%, l’S&P500 dell’1,1%.

Evergrande, congelato il bilancio 2021

Resta sospeso a Hong Kong il titolo China Evergrande Group. Il conglomerato gravato da 300 miliardi di dollari di debiti ha annunciato ieri mattina che non diffonderà dati di bilancio” a causa di complicazioni con la revisione dei suoi libri contabili”. La società ha detto che sta lavorando con i consulenti finanziari e legali a un piano di ristrutturazione che intende implementare entro la fine di luglio. Il direttore esecutivo Shawn Siu, nel corso della conference call di ieri pomeriggio ha chiesto agli investitori di non intraprendere azioni aggressive, mentre "sta attivamente cercando investitori di terze parti per il suo ramo di gestione immobiliare e la controllata per i veicoli elettrici (EV)”.

Covid in Cina

In Cina, sono saliti a 5.136 i nuovi casi di Covid-19 registrati martedi', in rialzo sui quasi 4.900 del giorno precedente: secondo gli aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale, i contagi a trasmissione interna sono cresciuti a 2.591 (da 2.281), di cui 2.320 nella provincia di nordest del Jilin, quella in condizioni piu’ critiche, 110 nel Fujian, 36 nel Liaoning e 24 sia a Tianjin sia nello Shandong.

Rialzo tassi

Goldman Sachs ha rivisto la velocità della stretta monetaria in corso, nel report di due giorni fa, diffuso poche ore dopo l’intervento di Jerome Powell, gli strategist scrivono di aspettarsi un incremento di mezzo punto percentuale sia in maggio che in giugno, seguiti da altri quattro rialzi nel corso del 2022: a fine anno si dovrebbe essere tra 3% e 3,25%. In maggio, dovrebbe essere anche annunciato l’avvio della riduzione del bilancio. Goldman Sachs avverte che queste nuove stime sui tassi di interesse sono suscettibili di essere riviste al rialzo.

L'Ucraina chiede alla Cina di farsi avanti

"Continuiamo a lavorare su diversi livelli per assicurarci che la Russia si convinca che questa guerra atroce debba essere fermata. Continuiamo i nostri difficili negoziati. E' impegnativo. A volte scandaloso” ha scritto ieri sera su Facebook il presidente Volodymyr Zelensky. ”Sono grato a tutti gli intermediari internazionali che lavorano con noi e mostrano il vero quadro alla Russia e la convincono a vedere la realta' delle azioni di guerra’”. L'Ucraina ha sollecitato la Cina a svolgere un ruolo "più visibile" per fermare la guerra avviata dalla Russia sul territorio e anche di diventare un futuro garante della sicurezza della nazione. Lo ha scritto su Twitter Andriy Yermak, alto consulente del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Yermak, a capo dell'ufficio di Zelensky, ha anche detto di prevedere "molto presto" un dialogo tra il leader ucraino e il presidente cinese Xi Jinping, senza elaborare ulteriormente. Da qualche tempo, Kiev chiede a Pechino di mettersi in gioco: ”Riteniamo che la Cina ... dovrebbe svolgere un ruolo più visibile per porre fine alla guerra e per costruire un nuovo sistema di sicurezza globale", aveva detto lo stesso Yermak durante una conferenza stampa virtuale, organizzata da Chatham Housedi Londra. "Ci aspettiamo anche che la Cina contribuisca concretamente a questo nuovo sistema di sicurezza per l'Ucraina e ci aspettiamo che la Cina diventi uno dei garanti".

Russia, chi chiude e chi riapre

Credit Agricole ha annunciato la sospensione di tutti i servizi in Russia. Renault, dopo una sosta di alcuni giorni ha ripreso a produrre auto nella sua fabbrica di Mosca. Con Parigi azionista di riferimento al 15,01%, e ispirata a un atteggiamento prudente sul conflitto provocato dall’aggressione di Kiev da parte di Mosca, la casa automotive ha optato per una visione pragmatica. A non abbandonare le operazioni in Russia ci sono le francesi Leroy Merlin (avvantaggiata dall’addio di Ikea) e Auchan (stessa proprietà). Poi Pirelli, Koch Industries, Burger King, con i suoi 800 negozi.

Tra i titoli a Piazza Affari segnaliamo

Poste italiane chiude il quarto trimestre con un utile operativo di 230 milioni di euro, -18% anno su anno, 193 milioni le attese del consensus. Il consiglio d’amministrazione chiederà il pagamento di una cedola di 0,59 euro. La società ha rivisto al rialzo le previsioni sul 2022: l’utile netto è stimato a 1,4 miliardi di euro, leggermente sotto le aspettative. I ricavi sono previsti a 11,7 miliardi di euro.

Stellantis, Brembo, Pirelli. IlSole24Ore riporta che è in arrivo la versione definitiva del Dpcm attuativo con le modalità di erogazione degli incentivi al rinnovo del parco auto in Italia. Tetti più bassi rispetto al passato: per una elettrica, ad esempio, si scende da 10mila a 6.000 euro.

Bper Banca. Banco Bpm. La Commissione europea dovrebbe pubblicare oggi la comunicazione che definisce una nuova temporanea sospensione delle regole sugli aiuti di Stato. Trattamento riservato per le banche, il nuovo quadro normativo prevede che in caso una ricapitalizzazione di Stato può essere inquadrata nelle eccezioni consentite dalla direttiva Brrd sul bail in e non essere soggetta a valutazione del Single resolution board che ne certificherebbe il probabile fallimento. Viene invocato l’articolo 45 della comunicazione sulle banche del 2013 che consente una deroga al burden sharing, evitando il coinvolgimento di azionisti e creditori subordinati (obbligazioni e depositi oltre i 100mila euro) che sarebbero quindi risparmiati.

Banca Monte Paschi. Il piano di rilancio che prevede un aumento di capitale “solo ipotetico” da 2,5 miliardi di euro, è da rivedere, scrive IlSole24Ore. Il fabbisogno potrebbe essere superiore. Di certo entro il 31 marzo la banca comunicherà alla Bce il cosiddetto capital plan – ovvero la strategia per mettere al sicuro gli indici patrimoniali nel rispetto dei vincoli definiti dai requisiti Srep - assieme alle coordinate di massima in tema sulla pulizia creditizia. Gli elementi sicuri sono pochi (l’aumento dovrà essere fatto a condizioni di mercato e con tutta probabilità in autunno), sulla dimensione della ricapitalizzazione finale vidimata da Bce e Bruxelles è ragionevole attendersi una revisione.

Enel. A2A, Eni, Erg. La giurista Livia Salvini, sul Sole24Ore di oggi, afferma che il decreto legge “Taglia Prezzi” potrebbe finire davanti alla Corte Costituzionale. Rischio bocciatura per il “contributo straordinario contro il caro bollette” a carico delle imprese operanti nel settore energetico. Il prelievo, nella sua finalità e nella individuazione dei soggetti obbligati, richiama evidentemente la cosiddetta Robin Hood Tax del 2008, provvedimento del governo Berlusconi respinto dai giudici.

Telecom Italia. La lettera di risposta di KKR alle richiesta di informazioni da parte di TIM rispetto alla struttura e ai termini dell'offerta dovrebbe arrivare entro oggi. Lo riferisce una fonte vicina alla situazione a Reuters, spiegando che si tratta di un passaggio interlocutorio nell'ambito del dialogo formale avviato dopo il Cda del 13 marzo. Il dossier Tim è al centro delle attenzioni del fondo Cvc, scrive stamattina IlSole24Ore. Il soggetto starebbe guardando con particolare interesse alla ServCo, la società dei servizi che dovrebbe costituire una delle due gambe di Tim discendente dal piano Labriola. Dentro ServCo ci sono Noovle, Olivetti, Telsy, il mobile, il business e consumer e Tim Brasil.

Saipem. Eni, CDP e un pool di banche sono pronti ad anticipare 1,5 miliardi di euro di un aumento di capitale complessivo da 2 miliardi di euro, lo scrive Reuters. Al momento la volatilità dovuta alla guerra in Ucraina non permette di lanciare una ricapitalizzazione. Eni e Cdp Industria dovrebbero riunire oggi i cda in seduta straordinaria per decidere l’entità del supporto da assicurare a Saipem.

Webuild (ex Salini Impregilo). Dall’Australia giunge notizia della nuova maxi commessa all’estero che vede tra i protagonisti anche la ex Impregilo Salini. La compagnia statale Australian Rail Track Corporation ha nominato Regionerate Rail - consorzio partecipato da Plenary Group, Clough, Gs Engineering and Construction, Webuild and Service Stream - quale preferred bidder (miglior offerente) per la realizzazione della tratta ferroviaria Gowrie-Kagaru, sezione rilevante del progetto Inland Rail, che attraverserà lo Stato del Queensland. Il contratto ha un valore complessivo di oltre 5 miliardi di dollari australiani (3,27 miliardi di euro) per la progettazione e la costruzione della linea, di cui circa 1,3 miliardi di euro in quota Webuild.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Possibile rendimento Annuo del 10,11% con il certificate su Eni, Leonardo e Tenaris
Sottostanti:
Eni S.p.ALeonardo S.p.aTenaris S.A
Rendimento p.a.
10,11%
Cedole
2,528% - €25,28
Memoria
si
Barriera Capitale
65%
Barriera Cedole
82%
ISIN
DE000VX7FRJ4
Maggiori Informazioni

Possibile rendimento Annuo del 9,04% con il certificate su Eni, Enel e Intesa Sanpaolo
Sottostanti:
Eni S.p.AIntesa SanpaoloEnel SpA
Rendimento p.a.
9,04%
Cedole
2,26% - €2,26
Memoria
si
Barriera Capitale
70%
Barriera Cedole
70%
ISIN
DE000VX5TW09
Maggiori Informazioni