Inditex verso il record di utili ma il titolo crolla


Il gruppo proprietario di marchi come Zara, Pull & Bear e Massimo Dutti batte le attese degli analisti nel primo semestre 2023 e potrebbe superare il suo record di utili annuali realizzato lo scorso anno.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Crollo Inditex

Apertura in forte ribasso per il titolo Inditex alla borsa di Madrid dopo i risultati semestrali diffusi questa mattina prima dell’apertura dei mercati.

Le azioni della società proprietaria di famosi marchi come Zara, Pull & Bear e Massimo Dutti, tra gli altri, arrivano a cedere il 4% dopo due ore di scambi, scendendo ad un minimo di 34,30 euro.

Lo stop odierno frena la crescita del titolo nel 2023, ridottosi al 34%, considerando i 25,60 euro di inizio gennaio.

Sul titolo, JP Morgan ribadisce la raccomandazione ‘buy’ e l’analista Georgina Johanan che mantiene il target price a 40 euro.

Oltre le previsioni

I primi sei mesi dell’anno hanno visto Inditex realizzare veri e propri risultati record, mostrando di non risentire del rallentamento dei consumi causato dagli alti livelli inflazionistici.

Nel dettaglio, il gruppo ha realizzato un utile netto di 2,513 miliardi di euro, crescendo così del 40% rispetto allo stesso periodo del 2022, con quello operativo a 3,2 miliardi (+30,2%), oltre le previsioni del mercato (3,13 miliardi).

Se continua così, Inditex supererà il record dell'anno precedente, il migliore della sua storia, quando i suoi profitti erano balzati a 4,13 miliardi di euro per l'intero anno.

Le vendite sono cresciute complessivamente del 13,5% a 16,9 miliardi di euro, superiori ai 16,65 miliardi attesi, salendo a +14% a tassi di cambio costanti tra il primo agosto e l’11 settembre 2023.

Inoltre, il margine Ebitda è stato del 18,8%, superiore al 16,4% dello stesso trimestre dell'anno precedente e praticamente in linea con il 19% stimato.

Buone performance per tutti i marchi del gruppo, con una crescita delle vendite del 13,1% per Zara e Zara Home, dell'11,4% per Pull & Bear, del 16,8% per Massimo Dutti, del 12,3% per Bershka e del 18,3% per Stradivarius e Oysho.

Per il 2022 il dividendo finale è di 0,60 euro per azione, pagato il prossimo 2 novembre 2023.

Le previsioni

In questo inizio di secondo semestre “le collezioni autunno/inverno sono state accolte molto bene dai nostri clienti. Le vendite in negozio e online a valuta costante tra il 1° agosto e l’11 settembre 2023 sono aumentate del 14% rispetto allo stesso periodo del 2022”, ha spiegato la società.

Anche alla luce di questi primi risultati, Inditex “continua a vedere forti opportunità di crescita”, con “una maggiore produttività delle vendite nei nostri negozi per il futuro”.

La crescita della superficie lorda nel 2023 “sarà intorno al 3%” e il gruppo prevede che il contributo dello spazio alle vendite sarà “positivo” nel 2023.

“Continuiamo a vedere un'evoluzione molto soddisfacente delle vendite online e una partecipazione crescente al totale del gruppo”, conclude la società, ma “ai tassi di cambio attuali, si prevede un impatto valutario del -3,5% sulle vendite nell’anno fiscale 2023”, mentre il margine loro dovrebbe essere “stabile (+/-50 pb)”.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 13% annuo con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Banco BPMUnicreditIntesa Sanpaolo
Rendimento p.a.
13%
Cedole
3,25% - €32,50
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD5TR73
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy