Iveco punta sui veicoli senza equipaggio e acquisisce maggioranza di Mira UGV


Il marchio IDV di Iveco acquisirà una partecipazione di controllo dei britannici con lo scopo di combinare le sue competenze con la leadership di Horiba Mira, società specializzata nei veicoli guidati a distanza.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Iveco e i veicoli senza equipaggio

Importante operazione per Iveco nel settore dei veicoli militari guidati a distanza. Tramite il suo marchio IDV, specializzato nei mezzi per la difesa e la protezione civile, la società ha sottoscritto un accordo per acquisire una partecipazione di controllo in Mira UGV, divisione specializzata nei veicoli terrestri senza equipaggio (UGV – Uncrewed Ground Vehicles).

L’accordo è stato raggiunto con i britannici Horiba Mira, fornitore globale di ingegneria automotive, servizi di ricerca e di test.

L’obiettivo dell’operazione, spiega la nota diffusa oggi da Iveco, è quello di combinare le competenze di IDV nella produzione di veicoli di difesa, il suo know how tecnologico e le capacità di produzione globale con la leadership di Horiba Mira, specializzata in soluzioni all’avanguardia per i veicoli terrestri senza equipaggio.

A sua volta, IDV beneficerà dell’esperienza pionieristica acquisita da Horiba Mira nel settore dei veicoli pilotati a distanza, telecontrollati e autonomi.

L’operazione mira a supportare per Iveco Group nel raggiungimento dei suoi obiettivi strategici a lungo termine, per IDV si tratta della conferma del suo focus sull’eccellenza tecnologica e l’innovazione, con il fine di fornire le soluzioni più avanzate per la mobilità e la protezione atte a soddisfare le esigenze in continua evoluzione del settore difesa.

La view di WebSim

Nella nota pubblicata questa mattina “non sono stati comunicati i termini dell’operazione”, sottolineano da WebSim, ma “secondo i dati Factset HORIBA MIRA (l’intera società, inclusiva anche della divisione UGV) aveva un fatturato di 63 milioni di euro nel 2021”.

Questi analisti ricordano “che le attività di ‘Specialty vehicles’ (inclusivo di IDV ed i camion per vigili del fuoco Magirus) rappresentavano il 6% dei ricavi industriali del gruppo o 0,75 miliardi”.

“Valutiamo la divisione ‘Specialty Vehicles’ a 390 milioni di euro/1,4 euro per azione nella nostra SOTP, ossia il 17% del nostro target price”, fissato da WebSim a 8,20 euro rispetto ai 7,333 odierni (+1%), con raccomandazione ‘interessante’.

L’accordo con Nikola

L’annuncio di oggi di Iveco arriva dopo quello diffuso ieri di un accordo con Nikola, società statunitense con sede a Phoenix (Arizona) e attiva nel settore dei veicoli elettrici pesanti.

Le due società hanno firmato una joint venture con la tedesca GP Joule per la fornitura di 100 veicoli elettrici pesanti Nikola Tre, con i primi 30 esemplari da consegnare entro il 2024 e i restanti 70 nel 2025.

Il modello Nikola Tre sarà destinato alla logistica Long Range e avrà un’autonomia fino agli 800 chilometri e un tempo di ricarica di circa 20 minuti.

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy