Jv tra Eni e HitecVision in Norvergia, nasce Vårgrønn

eni

La multinazionale italiana punta a sviluppare la sua posizione nelle rinnovabili nel Nord Europa. La nuova società (di cui Eni detiene il 69,9%) punta a collocarsi come una delle maggiori aziende nello sviluppo, costruzioni, gestione e finanziamento dei progetti di energia rinnovabile nel Paese.


Segnali di trading su Telegram

Eni punta sullo sviluppo delle rinnovabili nel Nord Europa

Questa mattina la multinazionale dell’energia e il private equity HitecVision hanno annunciato la nascita di Vårgrønn venture, società focalizzata su progetti di energia rinnovabile in Norvegia e nel mercato nordico.

Vårgrønn è una joint venture detenuta al 69,6% da Eni e per il restante 30,4% dal maggiore investitore privato nel settore degli idrocarburi in Norvegia. Obiettivo della jv sarà quello di diventare una delle maggiori aziende nello sviluppo, costruzioni, gestione e finanziamento dei progetti di energia rinnovabile nel Paese. La società sarà guidata da Olav Hetland, ex capo dell'eolico offshore presso la più grande azienda elettrica norvegese, Statkraft.

La linea di azione è già definita

Secondo quanto riferiscono le due società Vårgrønn starebbe già esplorando opportunità nell’eolico offshore. In calendario le prossime gare per le licenze nel Paese e il supporto alla decarbonizzazione degli asset upstream di Var Energi (altra società attiva nel settore degli idrocarburi compartecipata da Eni e HitecVision).

L’obiettivo a tendere è quello di raggiungere una capacità installata di circa 1 GW nel 2030.

Massimo Mondazzi, direttore generale Energy Evolution di Eni, ha commentato: «Questa nuova joint venture si inserisce nella strategia complessiva di Eni per la decarbonizzazione e contribuisce all'avanzamento del nostro percorso di trasformazione verso l’energia verde e l’economia circolare».

La nuova strategia di espansione nelle rinnovabili del Cane a sei zampe rientra nel processo di transizione “green” confermato a giugno dal riassetto della struttura organizzativa della società. dalla riorganizzazione del Gruppo sono nate due unità: una dedicata al settore oil tradizionale (upstream e downstream) e una focalizzata sulla transizione energetica. Il titolo ha beneficiato in Borsa della notizia con un rialzo, alle 12 dello 0,42% scambiato a 7,71 euro.


Certificate
Isin: DE000VP3VTL2
Possibile rendimento annuo dell'11,62% con il certificate Multi Express su Repsol, Total e Eni

Il certificate di Vontobel con Isin DE000VP3VTL2 stacca cedole semestrali del 5,81% (11,62% annualizzato) con memoria se Eni, Total e Repsol, alle date di valutazione, non avranno perso oltre il 30% dal livello iniziale. Barriera sul capitale al 70% valida solo a scadenza. Il rendimento annuo e il possibile ritiro anticipato lo rendono interessante per gli investitori.


Maggiori Informazioni