Kiev chiama, Mosca risponde, future di Wall Street in rialzo

finestra mercati

Stamattina si è aperto uno spiraglio per una tregua. Il governo ucraino si dice pronto a negoziare uno status di neutralità. Mosca ci sta.
Si ferma il rally del petrolio e del gas. In linea con le aspettative il Personal Consumption Expenditure, l’indicatore di riferimento per la Federal Reserve quando si parla di inflazione.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


In Europa le borse stanno accelerando al rialzo ed anche i future di Wall Street hanno girato in positivo. L’indice di riferimento del mercato azionario di Mosca guadagna il 10% ed il rublo si apprezza.
Si ferma il rally delle materie prime.
Il future del Nasdaq è in rialzo dello 0,5% dopo la pubblicazione dei dati sui consumi: la spesa personale di gennaio registra un incremento del 2,1%, dal -0,8% di dicembre: il consensus era +1,7%. Meglio del previsto gli ordini di beni durevoli. Il Personal Consumption Expenditure, l’indicatore di riferimento per la Federal Reserve quando si parla di inflazione, sale dello 0,6% mese su mese, in linea con le previsioni. Meglio del previsto gli ordini di beni durevoli. Alle 16 esce l’indice dell’Università del Michigan sulla fiducia dei consumatori.

Ucraina

Si combatte ma le diplomazie sembrano comunque al lavoro. Una via che eviti un conflitto aperto ed ancora più sanguinoso sembra aperta. L'Ucraina vuole la pace, ed è pronta ad una trattativa con la Russia che coinvolga anche un possibile status di neutralità del paese rispetto all'adesione alla Nato. Lo ha detto a Reuters il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak. ”Se delle trattative sono possibili, allora bisogna parlarsi. Se a Mosca dicono di voler tenere delle trattative, anche sul nostro status di neutralità, noi non abbiamo paura di farlo", ha detto Podolyak via sms. "Possiamo parlare anche di quello”. "La nostra preparazione al dialogo è parte del nostro persistente sforzo per la pace”.
L'Ucraina non è attualmente un membro della Nato o dell'Unione europea, per quanto negli anni Kiev abbia fatto presente la propria volontà di entrare a far parte di entrambe. Un'adesione dell'Ucraina all'alleanza atlantica o all'Ue è percepita dal Cremlino come una minaccia alla sicurezza della Russia. Dopo la dissoluzione dell'Unione sovietica nel 1991, l'Ucraina restituì o smantellò l'arsenale nucleare presente sul proprio territorio, in cambio di garanzie sulla propria sicurezza. Mosca risponde. Vladimir Putin "e' pronto a inviare a Minsk una delegazione russa a livello di rappresentanti del Ministero della Difesa, del Ministero degli Affari Esteri e dell'amministrazione presidenziale per negoziati con una delegazione ucraina". Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dall'agenzia Ria Novosti.

Gas, il 2022 sarà l’anno più costoso della storia

Il future di riferimento per il Regno Uniti perde il 25% ed il prezzo del gas al nodo olandese scende sotto i cento euro al megawatt/ora, in calo del 13%. Gli analisti di Citi hanno rivisto al ribasso di 200 miliardi di dollari, la spesa energetica dei consumatori europei per il 2022, a 1.200 miliardi di dollari. La precedente stima era del mese scorso. Il 2022 sarà l’anno più costoso della storia. Colin Dryburgh, Investment Manager Multi-Asset Solutions di Aegon AM ha scritto una nota di commento nella quale ricorda la storia di copertina di un settimanale tedesco di qualche anno fa. In sintesi, si diceva che Vladimir Putin controlla la Germania come uno spacciatore controlla un drogato. Il gas naturale è la sua droga preferita. Dryburgh afferma che “la Russia soffrirebbe finanziariamente se le sanzioni limitassero la sua capacità di esportare materie prime. Questo potrebbe accadere direttamente o indirettamente, bloccando la Russia dai sistemi di pagamento internazionali. Tuttavia, la Russia si è preparata per una tale eventualità accumulando grandi riserve di valuta estera e lavorando su un sistema di pagamento alternativo con la Cina. L'Europa, e la Germania in particolare, sono altamente dipendenti dal gas russo per riscaldare le case della gente, alimentare l'industria e generare elettricità. L'anno scorso l'UE ha importato più del 40% del suo consumo di gas dalla Russia.

Tra i titoli segnaliamo

Dell Technologies -7%. Il produttore di personal computer ha chiuso il trimestre con un utile per azione inferiore alle aspettative ed ha avvisato che nella prima parte dell’anno non sarà in grado di soddisfare la richiesta della clientela a seguito delle difficoltà nel reperimento dei componenti primari.

Foot Locker -15% dopo che la catena di negozi di calzature ed abbigliamento per lo sport ha presentato target 2022 inferiori alle stime degli analisti. Nel comunicato si dà colpa al cambio dei gusti ed ad una minore disponibilità di denaro da parte dei consumatori. I dati del quarto trimestre hanno invece battuto le aspettative.

Beyond Meat -10%. La società degli alimenti di origine vegetale che replicano le caratteristiche gastronomiche della carne ha detto di aspettarsi per il 2022 un giro d’affari compreso tra 560 e 620 milioni di dollari, molto sotto le attese del consensus (645 milioni di dollari).


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy