L’AI di Zuckerberg funziona: accelerano i ricavi di Meta


Lo sostiene Justin Patterson, analista di KeyBank, che ha alzato il target price a 540 dollari, oltre il top assoluto di 527 dollari dello scorso 5 aprile


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Arrivano i frutti degli investimenti in intelligenza artificiale

A partire dal 10 giugno le azioni Meta sono tornate a quotare sopra i 500 dollari, riavvicinandosi al massimo assoluto di 527 dollari segnato lo scorso 5 aprile. Secondo Justin Patterson, analista di KeyBank, finalmente gli investitori hanno messo da parte i timori per le spese che la società sta sostenendo per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale.

Erano state quelle preoccupazioni a guidare il brusco ribasso che a fine aprile aveva spinto i titoli della creatura di Mark Zuckerberg fino a a un minimo di 430 dollari. In un report diffuso giovedì 20 giugno, Patterson sostiene che l'investimento di Meta nell'AI sta dando i suoi frutti e di conseguenza ha alzato il target price a 540 dollari da 475 dollari, confermando la raccomandazione Overweight (sovrappesare in portafoglio).

Le azioni Meta sono salite dall’inizio dell’anno del 44,8% raggiungendo la capitalizzazione di 1.270 miliardi di dollari. Su 62 analisti che coprono il titolo, ben 53 raccomandano di comprare le azioni e la media dei target price è 522 dollari, solo il 4% in più del prezzo di chiusura di giovedì sera (501,7 dollari).

Il nuovo target price dell’analista di KeyBank si basa su un rapporto prezzo/utili di 22 volte la stima degli utili che Meta realizzerà nel 2025, in linea con il suo multiplo medio quinquennale.

Netto aumento dei prezzi per la pubblicità sulle piattaforme Meta

"Abbiamo assistito a un significativo aumento dei prezzi degli annunci pubblicitari sulle piattaforme di Meta. Crediamo che questo rifletta i continui progressi dell'AI in termini di coinvolgimento, rilevanza degli annunci e ritorno per gli inserzionisti", ha scritto Patterson.

Se l'implementazione dell'AI in qualsiasi azienda stia generando maggiori ricavi è una delle maggiori domande che aleggiano sul mercato azionario nel suo complesso. Almeno per Meta, la risposta sembra essere affermativa, secondo l'analista di KeyBanc.

Patterson ha detto che Meta si sta avvicinando alla fascia alta delle sue previsioni di fatturato per il trimestre in corso, tra i 36,5 e i 39 miliardi di dollari. Questo dovrebbe aiutare a compensare le preoccupazioni sulla quantità di investimenti che sta facendo. "Diremmo che stiamo già vedendo i primi ritorni in termini di trend di coinvolgimento e monetizzazione, il che suggerisce che questo ciclo di investimenti vale la pena di essere sostenuto", ha scritto Patterson.

Gli utili crescono più velocemente dei ricavi

Secondo il consensus di Market Screener, Meta dovrebbe chiudere il 2024 con un fatturato di 159 miliardi di dollari, in crescita del 17,8% sul 2023. L’aumento dell’utile dovrebbe essere più consistente e pari al 34% (52,3 miliardi di dollari). Anche nel 2025 l’utile dovrebbe marciare leggermente più veloce dei ricavi, con una crescita dei profitti del 13,9% su un fatturato aumentato del 12,5% (a179 miliardi di dollari).

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile maxipremio del 15% e premi trimestrali dell'1,5% (6% annuo) con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Intesa SanpaoloUniCredit S.p.ABanco BPM
Maxicedola
15%
Importo Maxicedola
€150,00
Rendimento p.a.
6%
Cedole
1,5% - €15,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD39CH4
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: NASDAQ:META
Isin: US30303M1027
Rimani aggiornato su: Meta

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni