La Cina si sta fermando, rallentano anche i servizi


L’indice PMI Servizi di Caixin e S&P Global ha mostrato che ad agosto l'attività si è espansa al ritmo più lento di quest’anno. Buone notizia invece dall’immobiliare, evitato il default di Country Garden. Investitori giapponesi riluttanti a prendersi i titoli statali a dieci anni messi in asta dal Tesoro: lo yen si indebolisce. Rischia di tornare su il prezzo del gas in Europa: i lavoratori dei terminali LNG di Chevron Australia minacciano due settimane di sciopero. Oggi riapre Wall Street.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Le ultime indicazioni sulla debolezza del quadro macroeconomico cinese ha riportato giù stanotte la borsa di Hong Kong, ieri in forte ripresa soprattutto grazie alla spinta delle società immobiliari. L’indice Hang Seng perde l’1,5%. Scende, seppur di poco, Country Garden, il super indebitato costruttore di abitazioni che all’inizio del mese scorso ha messo in allarme i mercati con il mancato rispetto delle scadenze su due suoi prestiti in dollari: stanotte, quel che fino a qualche anno fa era la più grande società cinese del settore, ha comunicato di aver evitato il default, avendo versato 22,5 milioni di dollari di interessi ai bondholder: il periodo di grazia scadeva domani.

CINA

L'indagine privata sul settore dei servizi condotta da Caixin e S&P Global ha mostrato che ad agosto l'attività si è espansa al ritmo più lento di quest’anno. Il dato di stanotte mostra che anche l’ambito non manifatturiero, il principale motore della ripresa economica di quest'anno stia perdendo forza.

L’indice PMI dei responsabili degli acquisti delle aziende dei servizi è sceso a 51,8 il mese scorso, da 54,1 a luglio. Sebbene la lettura sia ancora al di sopra della linea 50 che separa l'espansione dalla contrazione, è stato il ritmo più debole da dicembre. La flessione è dovuta principalmente a un aumento contenuto delle ore di lavoro complessivo, con un calo delle nuove attività dall'estero per la prima volta quest’anno. La settimana scorsa i PMI ufficiali hanno mostrato che l'attività dei servizi si è ridotta significativamente il mese scorso.

In Asia Pacifico, sono intorno alla parità le borse della Corea del Sud e del Giappone. Ha aperto in lieve rialzo il mercato azionario dell’India.

Oggi riapre Wall Street. I future sono piatti

BOND

Lo yen si indebolisce, il cross su dollaro tocca un nuovo massimo dal novembre del 2022. E’ iniziata stanotte in modo fiacco la settimana delle aste statali in Giappone, momento cruciale anche per Treasury, Bund e BTP in quanto le operazioni delle prossime ore permetteranno di stabilire quanto saranno attivi sui mercati esteri i compratori giapponesi.

L’asta del titolo decennale si è conclusa con l’assegnazione dei titoli allo 0,65%, i prezzi minimi sono stati più bassi delle aspettative. Gli acquirenti si aspettano rendimenti in risalita sul secondario e procedono prudenti, nell’attesa di un qualche accenno di cambio della politica monetaria in Giappone. Giovedì il Tesoro del Giappone va in asta con un titolo a trent’anni.

Le borse dell’Europa dovrebbero aprire in lieve calo. Future del Dax di Francoforte -0,1%.

ITALIA

Stamattina alle 9.45 esce l’indice PMI Servizi HCOB Italia. Il consensus si aspetta un rallentamento dell’espansione a 50,4.
Nel fine settimana il ministro dell’Economia e della Finanza, Giancarlo Giorgetti, ha confermato le stime del governo sul Pil 2023, ma con toni molto prudenti: il dato di stamattina potrebbe mostrare che anche il settore servizi (turismo) sta perdendo vivacità. In questo quadro, riprende il dialogo tra Commissione europea e governo italiano sul PNRR. Ieri il ministro per gli Affari europei Raffaele Fitto, che ha la delega al Pnrr, ha incontrato a Bruxelles Céline Gauer, che guida la task force della Commissione Ue istituita per l’attuazione del Recovery Fund. A fine luglio Bruxelles ha autorizzato il pagamento della terza rata da 18,5 miliardi. Ma serve però ancora il benestare del Consiglio. Il governo conta di incassare il terzo assegno entro gli inizi di ottobre e nel giro di qualche settimana chiedere anche il pagamento della quarta rata, per riceverlo entro fine anno.

TITOLI

Eni. A2A. Iren. Enel. I lavoratori addetti agli impianti LNG di Chevron Australia hanno presentato il programma degli scioperi: l’astesione dal lavoro potrebbe iniziare giovedì ed andare avanti per due settimane.

Torna a salire la bolletta del gas: ad agosto registra un aumento del 2,3% rispetto a luglio per la famiglia tipo in tutela. A luglio la bolletta del gas aveva registrato una variazione negativa del 2,1%.

Avio entra con il 17% in T4i, spinoff Università Padova, investendo 2,5 milioni di euro.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 17,50% annuo con il certificate su Stellantis, Tesla e Volkswagen
Sottostanti:
Tesla IncVolkswagen AGStellantis NV
Rendimento p.a.
17,5%
Cedole
4,375% - €43,75
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VU8P449
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy