La politica riporta in alto lo spread


Dopo il voto, a Bruxelles iniziano già da oggi le prime riunioni informali dei gruppi parlamentari. La maggioranza Ursula è di 400 seggi, 40 in più dei 360 richiesti ma per stare tranquilli con i franchi tiratori servono anche i Verdi, forti di 53 seggi.

Sul mercato delle obbligazioni lo spread tra il BTP e il Bund si è allargato a 140 punti base, massimo da aprile. Il tasso di rendimento del governativo francese a dieci anni è sui massimi da inizio anno. Apple ha presentato ieri il suo servizio basato sull’intelligenza artificiale, il titolo ha chiuso in ribasso di quasi il 2%. Ieri forte rialzo del petrolio.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


La settimana delle comunicazione della Federal Reserve sui tassi è iniziata a Wall Street con altri record, sia dell’S&P500 che del Nasdaq, il primo è salito dello 0,3% e il secondo dello 0,35%.

Il nuovo massimo della storia dei tech non è merito di Apple, in calo di quasi il 2% nel giorno di avvio della Worldwide Developers Conference.

APPLE

A quasi due anni dall'esplosione del fenomeno dell’intelligenza artificiale, dopo che i concorrenti hanno mosso le loro pedine nel settore, la società lancia Apple Intelligence e si allea con OpenAI per portare ChatGpt sui suoi sistemi operativi. Il CEO Tim Cook ha detto che il nuovo servizio sarà potente, intuitivo, integrato nei prodotti, calato nel contesto personale e costruito per mantenere la privacy.

ChatGpt sarà integrato sulle prossime versioni dei sistemi operativi per iPhone, iPad e Mac. Ad avere un particolare risalto è il refresh di Siri, l'assistente digitale di Apple lanciato più di dieci anni fa che diventa più di un assistente vocale ma interagisce con l'utente, sulla scia di quanto già fatto da Google.

Elon Musk ha lanciato un allarme: se il software di intelligenza artificiale di OpenAI venisse integrato nel sistema operativo, i device Apple saranno vietati nelle sue aziende in quanto mettono a rischio la sicurezza. Musk è stato co-fondatore di OpenAI, ma dopo un diverbio con la startup di San Francisco ha espresso preoccupazioni sui pericoli connessi da uno sviluppo rapido della tecnologia dell’IA generativa.

Le borse dell’Europa dovrebbero aprire in lieve rialzo, future del Dax di Francoforte +0,1%.

EUROPA

Dopo il voto, a Bruxelles iniziano già da oggi le prime riunioni informali dei gruppi parlamentari. La trattativa dovrebbe entrare nel vivo la settimana prossima, con la cena informale dei leader dei 27 paesi. La maggioranza Ursula è di 400 seggi, 40 in più dei 360 richiesti ma per stare tranquilli con i franchi tiratori servono anche i Verdi, forti di 53 seggi.
La Germania non seguirà la Francia sulla via del voto anticipato dopo il disastro elettorale del 9 giugno. "Non ci abbiamo pensato neppure per un secondo", ha risposto sul punto il portavoce di Olaf Sholz a una domanda di un giornalista. Lo stesso cancelliere ha preso la parola stanotte: "E' andata male", ma ora "si lavora per le prossime politiche" che saranno, come prefissato, nel 2025. Il giorno dopo le elezioni europee, la Repubblica federale stenta però a riconoscersi: per la prima volta nella sua storia, un partito di destra apertamente estremista si è piazzato al secondo posto, con l'Afd che ha preso quasi il 16%. La Cdu di Friedrich Merz è di nuovo in sella con un 30%, conquistato assieme ai cristiano-sociali bavaresi.

FRANCIA

Sandra Rhouma, European Economist di AllianceBernstein, scriveva ieri in una nota che la novità emersa domenica dalle urne è la grande vittoria di Rassemblement National (RN). “Il partito di estrema destra guidato da Marine Le Pen, che ha conquistato il 31,4% (30 seggi) dei voti, mentre il partito di Macron è rimasto decisamente indietro con solo il 14,6% (13 seggi)”. A seguito della sconfitta, il presidente della Repubblica ha convocato gli elettori, ci saranno nuove elezioni il 30 giugno e il 7 luglio. “Attualmente, il rischio principale è che RN vinca anche le prossime elezioni e si assicuri un numero ancora maggiore di seggi al Parlamento, rispetto agli 88 già occupati attualmente. Nel caso in cui il partito della Le Pen dovesse riuscire a ottenere la maggioranza assoluta (almeno 289 seggi), il Presidente dell’Eliseo dovrà designare un Primo Ministro dalla maggioranza, quindi proprio dall'RN, e la leader in carica sembra essere l'opzione più probabile. Se ciò dovesse concretizzarsi, è probabile che la coabitazione perduri fino al 2027, quando si terranno le prossime presidenziali. Ciò potrebbe alimentare uno scenario di maggiore incertezza e volatilità. La principale conseguenza evidente in questa fase per l'economia e i mercati è il rischio fiscale associato alla conquista di più seggi da parte di RN, in un contesto in cui la Francia già non si trova in una situazione di bilancio confortevole”.

INFLAZIONE/TASSI/STATI UNITI

Domani, nello stesso giorno delle comunicazioni della Federal Reserve, l’Ufficio delle Statistiche sul Lavoro pubblica i dati sull’inflazione di maggio: il consensus si aspetta più o meno una conferma dei livelli di aprile. Al netto di energia ed alimentari, i prezzi al consumo sono attesi stabilizzarsi al +3,5%, da +3,6% del mese precedente.

Goldman Sachs si aspetta che il trend degli ultimi mesi dell’inflazione si invertirà nella seconda parte dell’anno senza bisogno di interventi esterni, ma soprattutto, senza che questi penalizzi il ciclo economico. Nella nota di ieri, l’analista David Mericle conferma la previsione di una crescita economica degli Stati Uniti superiore alle aspettative e scrive di non dare troppo perso al rialzo dell'inflazione visto nella prima parte dell’anno, in quanto si tratta di effetti ritardati dell’aumento delle buste paga. Per quanto riguarda le decisioni della banca centrale. “Continuiamo ad aspettarci il primo taglio dei tassi a settembre, per quel mese ci aspettiamo di aver visto cinque mesi consecutivi di notizie migliori sull’inflazione”. Miracle si aspetta un altro taglio in dicembre e poi altri quattro nel corso del 2025, in precedenza ne aspettava tre nel corso del 2024. La banca d’affari ritiene che per la Federal Reserve, i tagli siano “facoltativi” e l’allentamento monetario sia una decisione “ragionevole ma non “ovvia”.

TASSI IN EUROPA

I tassi di interesse non sono su un percorso di calo lineare e i banchieri centrali potrebbero aspettare più di una riunione prima che vengano tagliati di nuovo, lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde in un’intervista. "Abbiamo preso la decisione appropriata, ma questo non significa che i tassi di interesse siano su un percorso di calo lineare", ha detto Lagarde in un'intervista ai principali quotidiani europei. "Potrebbero esserci periodi in cui terremo ancora i tassi fermi", ha detto a Expansión, Handelsblatt, Il Sole 24 Ore e Les Echos. Alla domanda se questo significa che la Bce potrebbe mantenere i tassi per un periodo più lungo di una singola riunione, ha risposto che "è possibile”. I mercati ora si aspettano poco più di un taglio dei tassi nelle quattro riunioni rimaste quest'anno e vedono tra le tre e le quattro riduzioni fino alla fine del 2025, quindi nelle prossime 12 riunioni politiche.

Sul mercato delle obbligazioni lo spread tra il BTP e il Bund si è allargato a 140 punti base, massimo da aprile. Il tasso di rendimento del governativo francese a dieci anni è sui massimi da inizio anno.

Il petrolio ha registrato ieri il rialzo più forte da marzo. Il Brent è a 81,6 dollari il barile, West Texas Intermediate poco sotto i 78 dollari.

Bloomberg scrive che ieri i trader hanno deciso di "comprare il ribasso”, dopo la più grande perdita settimanale dall'inizio di maggio.

TITOLI

Banco BPM. L’Autorità Antitrust non ha avviato un'istruttoria sull'operazione annunciata a luglio di un anno fa che prevede la cessione da parte del Banco del 71,6% delle sue attività di monetica al fondo di private equity Fsi e al gruppo Bcc Iccrea per un valore fino a 600 milioni di euro tra contanti e azioni. La joint venture Pay Holding sarà partecipata per circa il 43% da Fsi e per circa il 28,6% ciascuno da Banco Bpm e Iccrea Banca. Pay Holding già controlla Bcc Pay.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 13% annuo con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Intesa SanpaoloBanco BPMUnicredit
Rendimento p.a.
13%
Cedole
3,25% - €32,50
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD5TR73
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy