Leonardo: contratto da 346 milioni con l’esercito di Vienna

leonardo titolo

Accordo per la fornitura di 18 elicotteri AW169M con l’opzione per ulteriori 18. Fitch alza l’outlook a stabile da negativo: “Atteso il ritorno a un solido profilo finanziario”. Il titolo accelera in Borsa (+3,2%), in un mese rialzo del 16%. Le attese degli analisti sui conti 2021.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Il primo AW169M LUH sarà consegnato entro la fine dell’anno.

Leonardo accelera in Borsa mettendo a segno stamattina un rialzo del 3,2% a 6,85 euro che rende spumeggiante la performance dall’inizio dell’anno, con un guadagno che supera l’8%. Nell’ultimo mese il progresso è stato del 16%.

A questo risultato ha contribuito un flusso di buone notizie, di cui l’ultima, diffusa giovedì 13 gennaio, riguarda la firma di un contratto da 346 milioni di euro per la fornitura di elicotteri AW169M LUH (Light Utility Helicopter) destinati all’esercito austriaco. Il programma prevede la consegna di 18 elicotteri dallo stabilimento Leonardo di Vergiate (Varese) - sei nella versione 'B' da addestramento, dodici nella versione 'MA' multiruolo avanzata con l'integrazione dei relativi sistemi di missione e sistemi d'arma - oltre a un pacchetto completo e dedicato di supporto e addestramento.

Il primo AW169M LUH sarà consegnato prima della fine dell'anno e le consegne saranno completate entro il 2026. Il contratto include inoltre opzioni per ulteriori 18 elicotteri.

Fitch: buon profilo di business con forte posizionamento in alcuni mercati.

Pochi giorni prima, l’11 gennaio, l’agenzia di rating Fitch aveva annunciato la revisione dell’outlook (giudizio sulle prospettive future) di Leonardo, alzato da negativo a stabile. Il rating sulla solidità finanziaria a lungo termine è confermato BBB-. Fitch sottolinea che il rating riflette le attese di un ritorno a un solido profilo finanziario nel breve e medio termine e anche il buon profilo di business della società, caratterizzato da un forte posizionamento nei mercati degli elicotteri e in alcuni mercati dell'elettronica per la difesa.

Intanto Leonardo Spa lavora al rilancio della divisione Aerostrutture con un piano di nuovi investimenti da 300 milioni di euro e si concentra sull'ampliamento della base produttiva del sito di Grottaglie (Taranto), ad oggi il più impattato dalle conseguenze della pandemia sull'aviazione civile. La novità è che Grottaglie si occuperá del drone ad energia solare.

Lo scrive il "Sole 24 Ore" precisando che sará il primo programma che potrebbe dare il via alla diversificazione produttiva dello stabilimento che, dall'avvio nel 2006 ad oggi, ha lavorato solo alle sezioni della fusoliera in fibra di carbonio del Boeing 787. Per ridurre la monocommittenza, giá da quest'anno a Grottaglie potrebbe essere avviata l'attività industriale dei prototipi del drone ad energia solare.

Alleanza con Skydweller per realizzare il drone da trasporto a energia solare.

Nei giorni scorsi a Grottaglie c'è stata la seconda visita, negli ultimi tre mesi, del top management di Skydweller, la startup spagnola-americana impegnata nello sviluppo del primo drone a energia solare in grado di trasportare un elevato carico utile, con persistenza in volo quasi illimitata, basato sul velivolo Solar Impulse 2 che aveva effettuato il giro del mondo nel 2016.

Oltre a essere partner tecnologico, Leonardo ha di recente investito in Skydweller Aero acquisendo una partecipazione azionaria.

Margine operativo in miglioramento. Media dei target price a 8,7 euro.

Leonardo annuncerà il 10 marzo i risultati del quarto trimestre e dell’intero esercizio 2021. Per l’intero anno il consensus degli analisti prevede un fatturato in crescita del 5,2% a 14,1 miliardi di euro e un Ebitda a 1,5 miliardi (+7,1%), con un miglioramento del margine operativo al 7,7% dal 6,99% del 2020. Il margine è atteso in ulteriore miglioramento all’8,3% nel 2022.

Per quanto riguarda l’utile, il 2021 dovrebbe chiudere con un risultato netto di 487 milioni, raddoppiato rispetto ai 241 milioni dell’anno precedente. Nel 2022 gli analisti si aspettano un utile di 629 milioni.

Su 16 analisti che coprono il titolo, 11 raccomandano di comprare le azioni Leonardo e uno solo consiglia di vendere. La media dei target price è 8,7 euro (upside del 35%).


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Isin: DE000VQ6C9M4
Possibile rendimento annuo del 11,66% con il certificate Cash Collect su Airbus, Boeing e Leonardo
Sottostanti:
Airbus SEThe Boeing CompanyLeonardo S.p.a
Rendimento annuo:
11,66%
Cedole:
2,916% - €29,16
Barriera Capitale:
70%
Barriera Cedole:
70%
Maggiori Informazioni


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: LDO.MI
Isin: IT0003856405
Rimani aggiornato su: Leonardo

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni