Leonardo, JV con Rheinmetall positiva secondo analisti


La società italiana aveva annunciato ieri la firma di un Memorandum of Understanding (MoU) con la società tedesca per la creazione di una Joint Venture paritetica nel campo dei sistemi di difesa terrestre.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Leonardo ancora in luce

Leonardo ancora positiva a Piazza Affari dopo il +3,80% messo a segno nella chiusura di ieri, sostenuta dalla notizia del Memorandum of Understanding (MoU) firmato con la tedesca Rheinmetall per la creazione di una JV paritetica nel campo dei sistemi di difesa terrestre.Oggi le azioni della società guadagnano un altro 1% e si portano a 22,79 euro, con la crescita ottenuta nel 2024 ormai sopra il 51%.

L’accordo è finalizzato allo sviluppo industriale e alla successiva commercializzazione del nuovo Main Battle Tank (MBT) e della nuova piattaforma Lynx per il programma Armoured Infantry Combat System (AICS) in seno ai programmi dei sistemi terrestri dell'Esercito italiano.

Risolta l’impasse

L'accordo, spiegano gli analisti di Equita Sim (‘buy’ su Leonardo con target price a 23,50 euro), “risolve in tempi rapidi l'impasse che si era creata dopo l'annuncio dell'11 giugno con lo stop alle negoziazioni con Knds e permette di partecipare al progetto franco-tedesco del futuro carro armato pesante europeo (Mgcs), evitando il rischio di isolamento".

Gli esperti della sim non vedono “problemi nell'ottenere l'approvazione delle autorità competenti (tra cui Commissione Europea e antitrust)” e non ritengono che “l'accordo con Rheinmetall implichi significative modifiche al business plan presentato a marzo (almeno con riferimento al prossimo biennio) in quanto gli effetti di un'alleanza erano già inclusi (sebbene non quantificati esplicitamente), ma all'epoca si faceva affidamento sul MoU con Knds siglato lo scorso dicembre”.

“Sebbene manchino vari dettagli, confermiamo il commento positivo di martedì quando uscirono le prime indiscrezioni giornalistiche”, anche se “non viene indicata la tempistica per arrivare al closing che immaginiamo richieda qualche mese”. Inoltre, “non vediamo problemi nell’ottenere l’approvazione delle autorità competenti (tra cui Commissione Europea e antitrust)” e “non riteniamo che l’accordo con Rheinmetall implichi significative modifiche al business plan presentato a marzo (almeno con riferimento al prossimo biennio) in quanto gli effetti di un’alleanza erano già inclusi (sebbene non quantificato esplicitamente), ma all’epoca si faceva affidamento sul MoU con KNDS siglato lo scorso dicembre”.

Anche gli analisti di Intesa Sanpaolo confermano la raccomandazione buy, mantenendo il prezzo obiettivo a 26,1 euro, valutando l’accordo come “positivo, in quanto aumenterebbe ancora la visibilità di medio-lungo periodo delle prospettive del gruppo, anche alla luce della possibile partecipazione di Leonardo al progetto Mgcs del futuro carro armato europeo”.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile maxipremio del 15% e premi trimestrali dell'1,5% (6% annuo) con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Intesa SanpaoloUniCredit S.p.ABanco BPM
Maxicedola
15%
Importo Maxicedola
€150,00
Rendimento p.a.
6%
Cedole
1,5% - €15,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD39CH4
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: LDO.MI
Isin: IT0003856405
Rimani aggiornato su: Leonardo

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni