Mercati cauti dopo il risultato del voto in Francia


Poco mosso in avvio di seduta l’OAT francese. Dal ballottaggio di ieri, è emerso che nessun partito ha i numeri per governare ed il presidente Emmanuel Macron, pur ridimensionato, si prepara a essere l’ago della bilancia nella scelta del governo. La Francia si trova ora di fronte a due opzioni, che hanno pochi precedenti nella storia della repubblica moderna.

In Asia Pacifico si mettono in luce i tech. L’indice TAIEX di Taipei è in rialzo di oltre l’1% grazie alla spinta di Taiwan Semiconductor Manufacturing Co.

La settimana corta dell’Indipendence Day si è conclusa venerdì con altri fuochi d’artificio. L'S&P 500 e il Nasdaq Composite hanno chiuso entrambi ai massimi storici per il terzo e quarto giorno consecutivo.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


L’euro si indebolisce leggermente e il bond governativo francese a dieci anni (OAT) dovrebbe essere debole in avvio di seduta. I future sull’azionario danno invece come molto probabile un avvio di seduta in rialzo in Europa.

FRANCIA

La seconda economia dell’Europa sembra destinata all'instabilità politica dopo la vittoria a sorpresa della coalizione di sinistra alle elezioni legislative di domenica: nessun partito ha i numeri per governare ed il presidente Emmanuel Macron, pur ridimensionato, si prepara a essere l’ago della bilancia nella scelta del governo.

Il Nuovo Fronte Popolare - che comprende i socialisti e l'estrema sinistra di Francia Indignata - ha conquistato 178 seggi all'Assemblea nazionale. il partito centrista del Presidente.

Emmanuel Macron ha ottenuto 156 seggi. Il partito RN di Marine Le Pen, che i sondaggi della scorsa settimana davano per vincente, si è classificato al terzo posto con 143 seggi. Nessuno è vicino alla maggioranza assoluta della Camera, composta da 577: per arrivare almeno a 289 seggi, servono delle coalizioni. Il primo ministro francese Gabriel Attal ha annunciato che presenterà oggi le sue dimissioni, atto che dà il via al processo di formazione di un nuovo governo. Il risultato dei ballottaggi riporta in primo piano le preoccupazioni per i problemi fiscali del Paese, visto l'impegno dei partiti a un forte aumento della spesa pubblica.

Secondo le stime dell'Institut Montaigne, gli impegni assunti in campagna elettorale dal Nuovo Fronte Popolare richiederebbero quasi 179 miliardi di euro (194 miliardi di dollari) in più all’anno. I piani dell'estrema destra del National Rally costerebbero circa 71 miliardi di euro, mentre il partito di Macron e i suoi alleati dovrebbero portare a una spesa extra di quasi 21 miliardi di euro.

La Francia si trova ora di fronte a due opzioni, che hanno pochi precedenti nella storia della repubblica moderna. Macron potrebbe cercare di mettere insieme una coalizione priva degli elementi più radicali, il che porterebbe a una spaccatura del Nuovo Fronte Popolare. Oppure Macron potrebbe nominare un'amministrazione tecnocratica.

In Asia Pacifico si mettono in luce i tech. L’indice TAIEX di Taipei è in rialzo di oltre l’1% grazie alla spinta di Taiwan Semiconductor Manufacturing Co, +2,8%: Morgan Stanley ha aumentato il suo obiettivo di prezzo.
Indice MSCI Asia Pacific +0,4%.

In calo le borse della Cina: CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzhen -0,5%. Hang Seng di Hong Kong -1,5%.
Sulla parità le borse di Tokyo, di Seul e di Mumbai.

WALL STREET

La settimana corta dell’Indipendence Day si è conclusa venerdì con altri fuochi d’artificio. L'S&P 500 e il Nasdaq Composite hanno chiuso entrambi ai massimi storici per il terzo e quarto giorno consecutivo. Il primo è salito dello 0,5%, mentre il secondo dello 0,9%. Dow Jones +0,2%.

DISOCCUPATI IN AUMENTO

A dare il tono alla seduta sono stati i dati macroeconomici. In giugno la variazione dei nuovi salariati non agricoli è stata +206.000, in calo da 218.000 di maggio, dato rivisto da 272.000 di maggio. Le aspettative erano 190.000. L’incremento del mese scorso è leggermente inferiore alla media degli ultimi dodici mesi, pari a 220.000.

Il Bureau of Labor Statistics ha abbassato i dati di aprile e maggio di 111.000 unità. La revisione potrebbe segnalare un raffreddamento dell'economia, consentendo alla Federal Reserve di iniziare presto a tagliare i tassi di interesse.

Le ultime revisioni portano la media delle nuove buste paga a tre mesi a 177.000, il ritmo più lento registrato da gennaio 2021.
Il rallentamento della crescita dei nuovi occupati ha spinto al rialzo la disoccupazione per il terzo mese consecutivo, al 4,1% dal 4% di maggio. E' il livello più alto dal novembre 2021. I disoccupati sono 6,8 milioni. Un anno fa il tasso era 3,6%, con sei milioni di persone in cerca di lavoro.
La paga oraria media segna il mese scorso un incremento mese su mese di dieci centesimi, lo 0,3%, a 35 dollari. La crescita anno su anno è +3,9%, in linea con le attese.

La probabilità di un taglio dei tassi di almeno un quarto di punto entro settembre è ora del 77%, rispetto al 64% di una settimana fa, secondo i futures sui Fed Funds monitorati da CME Fedwatch.

Il rendimento del Treasury decennale è sceso di sette punti base, al 4,28%. Il tasso di rendimento del titolo a 2 anni è sceso di 9 punti base al 4,59%, il livello più basso da marzo.

Venerdì le grandi banche danno il via alla stagione dei risultati del trimestre. Le stime attuali prevedono una crescita degli utili del 10,1% per le società dell'S&P 500. Un anno fa, gli utili del secondo trimestre erano scesi di quasi il 3%. Questa svolta verso la crescita è una parte importante del motivo per cui l'S&P 500 e il Nasdaq sono in territorio record.

ORO

In lieve calo dopo il rialzo di quasi il 3% della scorsa settimana. La Banca Popolare Cinese non ha incrementato le sue riserve per il secondo mese consecutivo ma la Reserve Bank of India dovrebbe aver comprato come non si vedeva da parecchio tempo, +9 tonnellate in giugno, secondo i calcoli di Krishan Gopaul, analista del World Gold Council.

Bitcoin -4% a 55.000 dollari: resta alto il timore di arrivo sul mercato dei bitcoin ricevuti dai creditori della fallita borsa Mt. Gox.


TITOLI

Avio. Il Consiglio ESA ha adottato una risoluzione sui servizi di lancio europei e sulla continuità dell'accesso europeo allo spazio che pone le basi per la commercializzazione del lanciatore Vega da parte di Avio, suo prime contractor, ha detto il gruppo aerospaziale in una nota venerdì.

Saras. Consob ha deciso di riprendere l'esame del prospetto per l'Opa promossa da Varas, controllata Vitol, si legge in una comunicazione di Saras per conto di Varas e pubblicata sabato. La scadenza per l'esame del documento è stata fissata per il 12 luglio

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile maxipremio del 15% e premi trimestrali dell'1,5% (6% annuo) con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Intesa SanpaoloUniCredit S.p.ABanco BPM
Maxicedola
15%
Importo Maxicedola
€150,00
Rendimento p.a.
6%
Cedole
1,5% - €15,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD39CH4
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy