Meta Platforms ai massimi storici, Jefferies alza il target price


Le azioni della società di Mark Zuckerberg hanno guadagnato il 140% negli ultimi 12 mesi e gli analisti prevedono che la corsa non sia ancora terminata grazie al suo vantaggio competitivo derivato dall’Intelligenza Artificiale.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Meta ai massimi storici

Incontenibile il titolo Meta Platforms a Wall Street, ieri sera ai suoi massimi storici in chiusura di seduta nonostante il generalizzato calo dei principali indici della Borsa di New York.

Le azioni della società proprietaria di Facebook, Instagram e WhatsApp hanno chiuso a 510,92 dollari, per poi proseguire la loro crescita anche nel mercato afterhour, toccando così il massimo della loro storia dopo un +47% messo a segno soltanto in questo 2024.

Impressionante il balzo del titolo nei 12 mesi precedenti, pari ad un +140%, e il trend degli ultimi 5 anni arriva addirittura ad un +192%.

Jefferies alza il target price

Ieri l’analista Brent Thill di Jefferies ha aumentato il suo prezzo obiettivo sul titolo Meta Plaforms, portandolo a 585 dollari dai precedenti 550 dollari per azione, mantenendo la sua raccomandazione ‘buy’.

Nella sua analisi, il broker ha indicato che, in base alla sua ultima valutazione della quota di mercato, si aspetta per la società di Mark Zuckerberg una continua crescita della sua quota di mercato.

“Dopo un calo della quota di mercato nel 2022 a causa delle modifiche alla privacy con iOS 14.5 di Apple, Meta ha ora registrato una crescita più rapida rispetto ai suoi concorrenti nello stesso settore di mercato per cinque trimestri consecutivi”, sottolinea l'analisi di Jefferies.

“Il recente aumento della quota di mercato dell'azienda si è accentuato nella seconda metà del 2023, con un'accelerazione della crescita delle entrate pubblicitarie di Meta maggiore rispetto alla maggior parte dei suoi concorrenti che stanno registrando aumenti compresi nella fascia percentuale bassa o media”, ha aggiunto Jefferies.

Il broker aggiunge che gli analisti finanziari prevedono una crescita maggiore del business pubblicitario di Meta nel 2024 rispetto a quello di Amazon per la prima volta dal 2015.

“Con l'aspettativa che Meta si assicuri una porzione più ampia dei budget pubblicitari aggiuntivi, prevediamo una crescita dei ricavi del 22% nell'anno fiscale 2024, quota maggiore del 4% rispetto alla stima del consenso”, spiegano da Jefferies, ritenendo “il titolo Meta attualmente sottovalutato”.

Vantaggio competitivo

Gli analisti prevedono ora che la società potrebbe ottenere il 50% delle entrate pubblicitarie aggiuntive del settore nel 2024, superando così il suo precedente record e andando oltre la quota del 33% toccata nel 2023.

Il passo in più di Meta è dovuto al vantaggio competitivo della società che deriva dall’Intelligenza Artificiale, in quanto “gli strumenti pubblicitari del social integrano già perfettamente il suo prodotto Adavantage+ di Meta suite”.

In particolare, proseguono da Jefferies, “i 27 miliardi di dollari investiti da Meta in spese in conto capitale nel 2023 hanno aiutato l'azienda a sviluppare numerosi vantaggi strategici rispetto ai concorrenti”, tra cui lo strumento di raccomandazione AI su Reels, strumenti aggiuntivi per la sua piattaforma di campagne pubblicitarie Advantage+ e “uno slancio impressionante” annunci.

Il vantaggio competitivo di Meta “probabilmente continuerà a crescere con i nuovi strumenti pubblicitari di Gen AI”, prevedono gli analisti.

La view di Wells Fargo

Un giudizio positive su Meta era arrivato precedentemente da Wells Fargo, anche se in questo caso il prezzo obiettivo era stato abbassato, seppur di poco, portandolo da 609 a 600 dollari per azioni, consigliandone l’acquisto (‘buy’).

Secondo gli analisti, la società probabilmente manterrà una crescita robusta e, in vista della prossima relazione sugli utili del primo trimestre, hanno aumentato di un punto percentuale le previsioni di crescita dei ricavi pubblicitari del periodo in termini di valuta costante, prevedendo inoltre che la società fornirà una forte previsione di utili per il secondo trimestre.

“Riteniamo che Meta stia beneficiando di un clima favorevole per l'e-commerce nel primo trimestre, rafforzato da una maggiore attenzione ai settori della vendita al dettaglio e dei beni di consumo confezionati”, prevede il broker, aggiungendo che “questo aspetto positivo è stato in qualche modo attenuato dall'impatto delle difficoltà di cambio dovute al rafforzamento del dollaro USA”.

Da Wells Fargo prevedono che la crescita della società sarà guidata da un chiaro coinvolgimento degli utenti e dallo sviluppo di prodotto che sosterranno la prossima fase di crescita del prezzo delle azioni di Meta, anche se il contesto macroeconomico potrebbe indebolirsi.

“Riteniamo che WhatsApp sia una parte preziosa ma poco apprezzata di Meta, con un notevole potenziale di ricavi non sfruttato, soprattutto se Meta deciderà di espandere le strategie di monetizzazione al di là degli attuali annunci pubblicitari Click-to-Message”, ha aggiunto la banca.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 15% annuo con il certificate su Meta Platforms, Netflix e Tesla
Sottostanti:
Netflix IncMeta Platforms, Inc.Tesla Inc
Rendimento p.a.
15%
Cedole
3,75% - €37,50
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VM79E35
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: NASDAQ:META
Isin: US30303M1027
Rimani aggiornato su: Meta

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni