Nasdaq al top: Momentum rialzista, dati economici USA e aspettative sui tassi in primo piano


L'inarrestabile crescita del Nasdaq continua, con il mercato che ha recentemente toccato nuovi massimi storici. Nonostante un temporaneo ritiro dopo l'ultimo rally, gli investitori rimangono ottimisti, focalizzandosi sui dati sull'inflazione, i rischi legati al mercato del lavoro statunitense e la testimonianza del presidente della Fed Powell. Mentre il Nasdaq mantiene il suo trend rialzista, l'attenzione si concentra su possibili tagli dei tassi e il mantenimento del momentum positivo.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Il Nasdaq mantiene costantemente un comportamento estremamente rialzista. Nell'ultima sessione, nonostante l’arretramento, gli acquirenti sono nuovamente emersi, confermando il trend. La prospettiva di supporto a breve termine si attesta intorno ai 17.700 punti mentre ulteriori livelli di supporto si trovano a 17.300 e alla media mobile a 50 giorni. I livelli di prezzo in area 19.000 e 20.000 sembrano ormai un obiettivo plausibile, alimentato dal momentum del mercato e dall'aspettativa di tagli dei tassi della Federal Reserve.

Nel contesto attuale, gli investitori sembrano reagire alle cifre sull'inflazione, esercitando una leggera pressione sul mercato azionario. L'attenzione è ora rivolta ai dati sul mercato del lavoro statunitense e alla testimonianza del presidente della Fed Powell al Congresso, con gli operatori che cercano ulteriori segnali per giustificare eventuali tagli dei tassi. L'approccio prevalente sembra essere quello di sfruttare ogni inversione ribassista come opportunità per aumentare le posizioni long.

Analizzando infatti l'andamento del Futures nel medio-lungo termine, emergono segnali di ottimismo crescente tra gli investitori, suggerendo una continuazione del rialzo, facendo sempre attenzione all’ipercomprato. Al momento, la direzione più probabile rimane al rialzo, a meno che non si verifichi un deterioramento della crescita o i dati economici spingano il mercato a prevedere un'inversione di rotta della Fed sui tassi.

La settimana finanziaria è densa di eventi cruciali, tra cui l'ISM Services PMI degli Stati Uniti, l'ADP, le Offerte di lavoro, la testimonianza del presidente della Fed Powell e i dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione. La settimana culminerà con il report NFP degli Stati Uniti, evidenziando la costante attenzione del mercato a ogni sviluppo economico e finanziario.

Su timeframe giornaliero il Futures sul Nasdaq rimane in una traiettoria long mantenuta da area 17.700/17.300 USD, supporto sotto il quale si modificherebbe la view di breve periodo, ossia dove si potrebbero estendere le prese di beneficio. Il mantenimento di quest’area e la rottura della trend di lungo periodo (in blu) avrebbe come obiettivo area 19.000/19.200 USD.

Sotto area 17.300 USD il primo supporto che i venditori testerebbero si trova in area 16.500 USD.

I prezzi sono sopra la media mobile EMA a 200 periodi.

Su timeframe giornaliero: 11 indicatori tecnici su 18 sono rialzisti e 5 neutrali e 2 ribassisti.

Nel brevissimo i traders prendono profitto ma il trend è rialzista

Accesso come utente registrato

La lettura di questo paragrafo è consentita solo agli utenti registrati

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Inserisci il tuo indirizzo email e controlla la tua casella di posta!
Riceverai un'email con un codice di accesso.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile maxipremio del 15% e premi trimestrali dell'1,5% (6% annuo) con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Banco BPMIntesa SanpaoloUniCredit S.p.A
Maxicedola
15%
Importo Maxicedola
€150,00
Rendimento p.a.
6%
Cedole
1,5% - €15,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD39CH4
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy