I record di Stellantis sostengono il Nav di Exor


L’ottima performance della casa automobilistica e di Ferrari ha portato ad un aumento pari al 32,7% del valore netto degli attivi (Nav) della holding della famiglia Agnelli.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Risultati record per Stellantis

Impatto di Stellantis sempre più fondamentale nei conti di Exor, la ‘cassaforte’ della famiglia Agnelli e prima azionista della casa automobilistica con il 14,90% del capitale, sostenendo la crescita del Nav della holding.

Nella lettera annuale agli azionisti, l’amministratore delegato di Exor, John Elkann, ha evidenziato i risultati record della casa automobilistica ottenuti nel 2023, con 189,5 miliardi di euro di ricavi e una crescita del 6% rispetto al 2022, un utile netto di 18,6 miliardi (+11%), ottenuti grazie alla “spinta a competere e concentrarsi sull’eccellenza”.

Questi risultati “eccellenti non premiano solo gli azionisti, ma anche i dipendenti che riceveranno quasi 1,9 miliardi di euro in base ai risultati raggiunti”, aggiungeva Elkann.

Sui piani di compartecipazione agli utili di Stellantis, Elkann sottolinea inoltre che “dalla sua fondazione nel 2021 Stellantis ha distribuito un totale di 6 miliardi di euro ai propri dipendenti in tutto il mondo”.

Ottimismo per il futuro

Guardando al futuro, Elkann, ha espresso ottimismo riguardo ai prossimi mesi di Stellantis, citando il coraggio e la tenacia nella leadership e nelle persone dell'azienda. Il manager ha evidenziato come la casa automobilistica stia lavorando per mantenere la sua posizione di leader nel settore automobilistico, mantenendo un approccio saldo alla terra mentre si adatta alle sfide e alle opportunità del mercato in continua evoluzione.

Stellantis sta affrontando l'offensiva cinese nel settore dei veicoli elettrici (EV) e, a tal scopo l'azienda ha investito circa 1,5 miliardi di euro nel 2023 per acquisire il 20% di Leapmotor, formando una joint venture che avrà diritti esclusivi per l'esportazione, la vendita e la produzione dei prodotti Leapmotor al di fuori della Cina. Con la Cina destinata a rimanere un attore principale nel mercato EV globale, Stellantis “si posiziona strategicamente per capitalizzare su questa crescente tendenza”.

A Piazza Affari, intanto, il titolo Stellantis torna in parità dopo aver aperto in negativo e viene scambiato a 25,18 euro, mantenendo così il +18% ottenuto da inizio 2024.

I numeri di Exor

“Il principale fattore che ha determinato la crescita del nostro Nav per azione quest'anno è stata l'ottima performance delle nostre maggiori società Ferrari e Stellantis, il cui valore è cresciuto rispettivamente del 52% e del 59%, un aumento combinato di 8,2 miliardi di euro”, scriveva Elkann.

Il buon andamento delle due partecipate ha portato ad un aumento del valore netto degli attivi (Nav) di Exor pari al 32,7%, arrivando così a 35,5 miliardi di euro, sovraperformando di 15,1 punti percentuali il benchmark della società, l'indice Msci World.

L'utile consolidato 2023 della holding con sede nei Paesi Bassi è sceso leggermente a 4,194 miliardi dai 4,227 miliardi dell'anno prima, considerando che i risultati del 2022 includevano una plusvalenza netta di 2,424 miliardi realizzata dalla cessione di PartnerRe, ricorda la nota.

Agli azionisti è stato proposto un dividendo ordinario di circa 100 milioni, pari a 0,46 euro per azione, in rialzo dai 0,44 per azione dell'anno prima.

Lo scorso anno la holding della famiglia Agnelli ha realizzato di diverse operazioni, spendendo 2,6 miliardi di euro per diventare il maggiore azionista di Philips, con una quota del 15%, mentre tra le operazioni più rilevanti nel settore sanitario ci sono l'acquisto, nel 2022, di partecipazioni nel francese Institut Merieux e nell'italiana Lifenet Healthcare, che gestisce ospedali e ambulatori.

Elkann ha poi aggiunto che la holding sta puntando sul settore sanitario, nel quale sono già stati investiti quasi 4 miliardi di euro. “L'aumento dei costi dei servizi sanitari, unito alla carenza di personale medico, sta spingendo la domanda di nuovi approcci innovativi per affrontare i problemi della salute globale”, scriveva Elkann nella lettera.

Negli ultimi anni Exor è entrata nel settore sanitario sia attraverso investimenti diretti in aziende sia attraverso il suo braccio di venture capital, alimentato dai proventi della vendita di PartnerRe nel 2022.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Premi incondizionati del 10,45% annui con il certificate su Banco BPM, Enel e Stellantis
Sottostanti:
Banco BPMEnel SpAStellantis NV
Rendimento p.a.
10,45%
Cedole
2,613% - €26,13
Memoria
no
Barriera Cedole
100%
ISIN
DE000VD2GP73
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: STLA.MI
Isin: NL00150001Q9
Rimani aggiornato su: Stellantis

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni