Rimbalzo del Bitcoin ma la ‘cripto-notte’ potrebbe essere ancora lunga


Oggi il Bitcoin rifiata e torna sopra quota 20 mila dopo il forte crollo della scorsa settimana quando era sprofondato a 17 mila dollari e a questo punto gli analisti si interrogano sul futuro della più importante delle criptovalute.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Il Bitcoin risale

Dopo una settimana in cui aveva perso oltre il 20%, oggi il Bitcoin cerca la risalita e torna sopra quota 20 mila dollari con un rialzo a doppia cifra, dopo che il 18 giugno aveva toccato il minimo annuale di 17.500 dollari.

La quota di 20 mila dollari era stata abbandonata sabato scorso, suscitando timori per un ulteriore calo, visto il -70% dal suo valore massimo dello scorso novembre, oltre i 67.500 dollari.

Le ragioni del calo

Il ‘tuffo’ sotto quota 20 mila rappresentava l’ultimo atto dopo aver fatto fatica a respirare in queste settimane a causa delle preoccupazioni degli investitori per i crescenti problemi dell’industria crittografica, all’interno di un generale ritiro dagli asset più rischiosi.

In particolare, le decisioni delle banche centrali, impegnate a domare l’inflazione, spingevano gli asset più rischiosi in un mercato ribassista e le criptovalute soffrivano anche i tagli di posti di lavoro da parte di grandi nomi del settore come Coinbase, il più grande exchange di criptovalute negli USA.

Per il Bitcoin “rompere il livello a 20.000 dollari era un evento atteso, dato il pessimismo che abbiamo nel mercato”, spiegava l'analista di mercato di AvaTrade, Naeem Aslam.

Lunga è la cripto-notte

Inoltre, Aslam prevede il proseguire delle ricadute del crollo della stablecoin Terra Usd a maggio, deprimendo il sentiment del mercato.

“Sarà doloroso per molti investitori”, avvisava Yuya Hasegawa, analista di mercato presso l'exchange di criptovalute giapponese Bitbank, in quanto le persone “perderanno fiducia nel mercato delle criptovalute nel suo insieme, ma gli investitori cripto esperti e coloro che credono nelle sue prospettive a lungo termine vedranno l'opportunità di acquistare a prezzi scontati”.

Con gli investitori che scaricavano asset considerati rischiosi, quali cripto e titoli tecnologici, si è assistito ad una “improvvisa compressione del capitale disponibile e spendibile, spesso chiamato liquidità”, che “sta esacerbando il selloff e non è qualcosa che può essere risolto facilmente”, sottolinea Ryan Shea, economista presso la società di investimento in criptovalute Trakx, aggiungendo che, a differenza dei mercati tradizionali, “non esiste una banca centrale che intervenga, il processo deve solo svolgersi”.

Buy the dips?

Il rimbalzo del Bitcoin è probabilmente “il risultato degli investitori al dettaglio che hanno acquistato la valuta digitale durante il fine settimana, quando pochi trader professionisti lavorano”, ipotizza Andrew Brenner, responsabile del reddito fisso internazionale presso National Alliance Securities

“Alcuni acquirenti pensano che sia un buon momento per entrare perché il Bitcoin è sceso a un livello che mostra una certa attrattiva a breve termine”, ma secondo Brenner le valute digitali non sono un buon investimento in un momento in cui la Federal Reserve statunitense stringe l'offerta di dollari ponendo fine alla politica monetaria espansiva.

“Finché il dollaro continuerà a mostrarsi forte, le valute digitali non sono il posto giusto”, avvisava Brenner.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy