Ritorno a metà per Wall Street nel giorno del Black Friday


Dopo la pausa di ieri dovuta alla festa del Ringraziamento, la seduta odierna della borsa statunitense terminerà prima del solito, mentre continuano le proteste contro Amazon e il prezzo del petrolio non riesce a risollevarsi.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Wall Street is back

Ritorno agli scambi senza una direzione precisa per i future sui principali indici di Wall Street in vista dell’apertura che avverrà tra meno di un’ora.

Se ieri la borsa statunitense era rimasta chiusa per la festa del Ringraziamento, la seduta di oggi vedrà dei volumi limitati, in quanto terminerà in anticipo (alle 13:00, le 19:00 in Italia) e non ci sarà l’afterhours.

Mercoledì il mercato aveva chiuso in rialzo per la terza volta consecutiva dopo che i rapporti sulle richieste di disoccupazione, sui beni durevoli e sulla fiducia dei consumatori sembravano suggerire che l'economia si sta allentando ma potrebbe rimanere abbastanza forte da evitare una recessione.

Intanto, il dollaro non si scuote e resta debole nei confronti dell’euro, con la coppia EUR/USD che sale (+0,10%) a 1,0915.

I rendimenti dei Titoli di Stato a due e a dieci anni salgono dell’1% e l’oro (1.996 dollari) tenta un nuovo assalto a quota 2 mila dollari l’oncia.

Market movers

Nella giornata sarà “importante comunque verificare lo stato di salute del settore manifatturiero e di quello dei servizi rilevati dagli indici ISM”, scrivono da Unicredit, e alle 15:45 l’indice ISM manifatturiero di novembre è stimato a 49,8 da 50 mentre il dato relativo ai servizi dovrebbe attestarsi a 50,4 da 50,6.

“Per il resto non ci saranno grandi spunti su cui costruire movimenti importanti se non l’inizio della tregua di quattro giorni tra Israele e Hamas a Gaza”, con “la sua tenuta che potrebbe migliorare l’umore dei mercati azionari”, aggiungono da Piazza Gae Aulenti.

“Si parla del cosiddetto rally di Babbo Natale, ma spesso non avviene realmente nelle ultime due settimane di dicembre”, evidenzia Oliver, capo economista dell'AMP, secondo il quale “potremmo avere un paio di settimane con i mercati che vagano e mancano di direzione”.

Black Friday

Archiviato il Thanksgiving Day di ieri, ora l’attenzione resta focalizzata sulle società di vendita al consumo durante il Black Friday di oggi, che di solito segna l’inizio non ufficiale della stagione dello shopping natalizio.

“Gli utili di aziende come Walmart e Best Buy hanno notato un indebolimento della domanda, segnalando il potenziale per un quarto trimestre deludente per i mercati principali”, ha osservato Joshua Mahoney, capo analista di mercato di Scope Markets.

“Tuttavia, poiché le abitudini di spesa sono rimaste forti durante tutto l'anno, ci sono buone probabilità che i consumatori possano trarre vantaggio dai saldi, ove possibile, nel tentativo di mantenere il loro tenore di vita”, ha aggiunto Mahoney.

“Stiamo sicuramente assistendo a segnali che indicano che il consumatore sta iniziando a ridurre le spese e le aziende lo sanno”, ha detto in un'intervista Jeffrey Roach, capo economista di LPL Financial, “quindi stanno facendo del loro meglio cercando di fare sconti piuttosto aggressivi”.

Il ‘venerdì nero’, però si apre con proteste e scioperi contro Amazon, in corso di svolgimento in tutta Europa.

Debole il petrolio

Non riescono a recuperare i prezzi del petrolio dopo i cali dei giorni scorsi, arrivati dopo il rinvio al 30 novembre della riunione dei produttori dell’Opec+ a causa delle difficoltà incontrate nel tentativo di raggiungere un accordo sui livelli di produzione.

“Il risultato più probabile sembra ora essere un'estensione dei tagli esistenti”, ha scritto in una nota Tony Sycamore, analista di IG.Al di fuori dell'Opec la crescita della produzione è destinata a rimanere forte, con la brasiliana Petrobras che prevede investimenti per 102 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni per portare la produzione a 3,2 milioni di barili di petrolio equivalente al giorno (boepd) entro il 2028, rispetto ai 2,8 milioni di boepd del 2024.

Il greggio WTI scende (-0,70%) a 75,56 dollari al barile, mentre il Brent è scambiato a 81,54 dollari, intorno la parità.

Notizie societarie e pre-market USA

Tesla (-0,80%): la società di Elon Musk è pronta a investire fino a 2 miliardi di dollari per aprire una fabbrica in India se il governo taglierà i dazi sulle importazioni dei suoi veicoli al 15% per i primi due anni di attività, secondo quanto riportato oggi dall'Economic Times.iRobot (+40%): fonti Reuters riportano che potrebbe andare in porto l’acquisizione della società da parte di Amazon in quanto la società di Jeff Bezos potrebbe ottenere otterrà l'autorizzazione dell'antitrust UE.


Berkshire Hathaway (+0,10%): ha venduto più di 15,6 milioni di azioni di Paytm ad un prezzo medio ponderato di 877,29 rupie per azione rispetto all’ultima chiusura di 892 rupie, secondo i dati della Borsa locale.


Fisker (+9%): annunciato il cambiamento della leadership finanziaria e contabile con la promozione di Eric Sand a controller aziendale e la nomina di Dan Quirk a vicepresidente esecutivo di FSR per la finanza e la contabilità.

Raccomandazioni analisti

Accesso come utente registrato

La lettura di questo paragrafo è consentita solo agli utenti registrati

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Inserisci il tuo indirizzo email e controlla la tua casella di posta!
Riceverai un'email con un codice di accesso.


Idea di investimento
Possibile premio del 15% annuo con il certificate su General Motors e Tesla
Sottostanti:
General Motors CompanyTesla Inc
Rendimento p.a.
15%
Cedole
3,75% - €37,50
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VM5FGR7
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy