Sanofi torna a piacere agli investitori. Nuovo farmaco per il diabete


Fondi americani aumentano la loro quota nel capitale del gruppo francese. Titolo in rialzo dell’8,7% dall’inizio dell’anno. Completata per 2,9 miliardi di dollari l’acquisizione di Prevention Bio che porta in dote il Tzield, un’innovativa terapia per il diabete di tipo 1.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


AE Wealth Management raddoppia la sua quota

Continua il recupero in Borsa di Sanofi, uno dei principali gruppi farmaceutici europei, dopo lo scossone subito l’estate scorsa quando la società francese dovette riconoscere che gli sforzi fatti per realizzare un vaccino per il Covid non avevano portato a risultati validi. Fra gli estimatori delle azioni Sanofi c’è Jefferies, che mercoledì 5 luglio ha ribadito la sua raccomandazione Buy con target price a 120 euro, a fronte di una quotazione attuale di 97,7 euro. Resta negativa, invece, Deutsche Bank, con raccomandazione Sell e target price a 90 euro.

Negli Stati Uniti, primo mercato della società (vi realizza il 42% dei ricavi), due investitori istituzionali, AE Wealth Management e Marcum Wealth LLC, hanno reso noto in questi giorni di avere incrementato la loro quota nel capitale di Sanofi. In particolare, il primo dei due ha svelato di avere raddoppiato la posizione acquistando 22.270 azioni, per un controvalore di 2,4 milioni di dollari.

Performance di Borsa dall’inizio del 2023

I risultati del primo trimestre

Dall’inizio dell’anno le quotazioni di Sanofi sono salite dell’8,7%, superando la performance dell’indice Stoxx 600 Health Care (+3%). Il rialzo è stato favorito anche dai buoni risultati del primo trimestre, annunciati a fine aprile. L’utile del periodo ha sfiorato i 2 miliardi di euro, contro una stima media del mercato di 1,8 miliardi (+6%). Adesso il consensus degli analisti si aspetta per l’intero 2023 un fatturato di 44,7 miliardi di euro, in crescita del 4,2% sull’anno precedente. L’utile dovrebbe salire a 7,9 miliardi (+18%), con un balzo della redditività (margine netto) dal 15,6% al 17,6%. Gli stessi analisti si aspettano nel 2024 un'ulteriore crescita dei profitti a 8,9 miliardi (+12,6%) con il margine netto che dovrebbe raggiungere il 19%.

Con Prevention Bio nuovo farmaco per il diabete di tipo 1

Recentemente Sanofi ha annunciato l’acquisizione per 2,9 miliardi di dollari di Provention Bio, una società americana che le permette di aggiungere al suo portafoglio prodotti il Tzield (teplizumab), un’innovativa terapia per il diabete di tipo 1. Provention Bio possiede l’unico farmaco già approvato negli Usa che ritarda l’insorgenza del diabete di tipo 1 in stadio 3 per gli adulti e in stadio 2 per bambini e adolescenti.

Teplizumab è un anticorpo monoclonale che modifica i linfociti T CD8+, cellule importanti per la difesa immunitaria contro i patogeni intracellulari ma che, nelle persone con diabete di tipo 1, distruggono erroneamente le cellule beta pancreatiche sane, che producono e secernono insulina. Il farmaco può essere utile per ridurre la perdita del funzionamento delle cellule beta, e quindi ritardare l’insorgenza della malattia.

Inoltre, Provention Bio vanta diversi altri prodotti in fase di studio per trattare altre malattie autoimmuni, tra cui il lupus sistemico. Con circa 65.000 nuovi pazienti in Usa a cui viene diagnosticato il diabete di tipo 1, Tzield potrebbe avere davanti a sé un'opportunità di mercato relativamente grande.

Ricavi per 8,3 miliardi dal farmaco anti eczema Dupixent

L’anno scorso il principale fattore di crescita di Sanofi è stato il trattamento dell'eczema Dupixent, i cui diritti sono condivisi con Regeneron. I ricavi totali generati da Dupixent per Sanofi sono aumentati del 58% rispetto all'anno precedente, raggiungendo 8,3 miliardi di euro (9 miliardi di dollari). Questo farmaco, a detta di alcuni analisti, continuerà a far crescere le sue entrate. Sanofi ha poi un forte settore vaccini il cui fatturato nel 2022 è stato di 7,2 miliardi di euro, il 14,3% in più rispetto all'anno precedente.

A febbraio, l'azienda ha ottenuto l'autorizzazione dalla FDA per un nuovo trattamento per l'emofilia chiamato Altuviiio. Attualmente Sanofi ha 26 programmi in fase avanzata di studio e circa 50 in fase iniziale di sviluppo.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile premio del 12% annuo con il certificate su Moderna, Novartis e Sanofi
Sottostanti:
Moderna IncNovartis AGSanofi SA
Rendimento p.a.
12%
Cedole
1% - €10,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
CH1271352390
Emittente
Leonteq
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice:
Isin: FR0000120578
Rimani aggiornato su: Sanofi

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni