Settimana di semestrali a Piazza Affari in attesa della Fed


La semestrale di Italgas prevista per oggi farà entrare nel vivo la stagione di trimestrali e semestrali per le società quotate a Milano, mentre mercoledì la Federal Reserve potrebbe alzare nuovamente i tassi di interessi di ulteriori 75 punti base.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


Fed e petrolio

Dopo le decisioni della scorsa settimana della Banca centrale europea, i falchi dovrebbero volare ancora sul cielo della Federal Reserve alla fine del meeting del suo braccio operativo, il FOMC, atteso iniziare domani e concludersi mercoledì con un nuovo rialzo dei tassi.

I funzionari dell’istituto centrale statunitense hanno indicato che la banca centrale probabilmente aumenterà i tassi di 75 punti base, dopo quanto già fatto nella scorsa riunione.

Le attese di un nuovo robusto rialzo stanno indebolendo il petrolio, questa mattina in calo dell’1% e scambiato a 93,61 dollari (greggio WTI) e a 97,3 dollari al barile (Brent).

“È probabile che il tono del mercato rimanga ribassista tra le preoccupazioni che i rialzi dei tassi di interesse possano ridurre la domanda globale di carburante e che la ripresa di una parte della produzione di greggio libico possa alleggerire la tensione dell'offerta globale”, prevede Kazuhiko Saito, analista capo di Fujitomi Securities Co Ltd..

Altri appuntamenti della settimana

Attenzione stamattina (ore 10:00) sui dati dell’indice Ifo, indicatore della fiducia delle imprese tedesche, previsto in calo per il mese di luglio.

Tra mercoledì e venerdì arriveranno i numeri sulla fiducia dei consumatori e imprese in Italia, mentre il dato più atteso sarà quello sul PIL del secondo trimestre e quello sull’inflazione di luglio.

Sempre in tema di PIL, venerdì le attenzioni si concentreranno anche verso gli Stati Uniti, con il dato relativo al secondo trimestre.


Semestrali a Milano

A Piazza Affari, intanto, il future sul Ftse Mib scambia intorno alla parità, in linea con gli altri principali indici europei.

La settimana di Milano inizierà oggi con la riunione del board di Italgas per analizzare i dati relativi ai primi tre mesi e della semestrale, mentre domani sarà il turno di Caltagirone Editore, Edison, Fincantieri, Saipem e Unicredit, tra le principali.

Il calendario proseguirà con Acea, Campari, Iveco, Moncler, Poste Italiane, Snam e Telecom Italia, in calendario per mercoledì, mentre per giovedì si segnalano Mondadori, Banca Generali, Brembo, De’ Longhi, Enel, Eni, Geox, Leonardo, Piaggio, Prysmian, Stellantis e STMicroelectronics.

La settimana si concluderà con le riunioni dei cda di Anima Holding, Azimut, A2A, Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Nexi e Rcs, oltre a molte altre società.

Notizie dalle società di Piazza Affari

Fila: in risposta ad alcune indiscrezioni di stampa (Il Messaggero) circa un finanziamento multi-borrower da 435 milioni, ha confermato in una nota la rinegoziazione del debito del gruppo con un pool di banche ma i termini e le condizioni dell’operazione non sono stati definiti e che l’operazione non è stata sottoposta ad approvazione del cda.

Saipem: sono cambiate le quote detenute dai principali azionisti a seguito dell’aumento di capitale, in particolare Intesa Sanpaolo ora detiene il 3,423%, Eni il 31,193% e Marathon Asset Management ha quasi azzerato la sua percentuale allo 0,054% dal precedente 5,177%.

Unicredit: in attesa della semestrale, secondo Remo Taricano, il nuovo Deputy Head of Italy, “la rete italiana della banca ha costantemente mostrato dei trend in crescita da un punto di vista della performance”, per poi aggiungere che “per il momento il portafoglio crediti è ancora di assoluta qualità”.

Intesa Sanpaolo: Fondazione Cariplo punta ad aumentare nuovamente la sua quota nella banca dopo il recente rialzo al 4,8% dal 3,9%, pur rimanendo sotto la soglia stabilita dal protocollo Acri-MEF, ribadendo anche la sua fiducia nella governance e nel management dell’istituto.

Banco BPM: perfezionato l’acquisto dell’81% di Bipiemme Vita per un investimento di 309,4 milioni di euro versati a Covéa Coopérations S.A..

AS Roma: venerdì si è conclusa l’Opa e la Romulus and Remus Investments di Dan Friedkin è riuscita raggiungere il suo obiettivo del 95% del capitale sociale, pertanto potrà procedere il delisting della società giallorossa, previsto tra la fine di agosto e inizio settembre.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Possibile rendimento annuo del 14,75% con il certificate su Intesa SanPaolo e UniCredit
Sottostanti:
UniCredit S.p.AIntesa Sanpaolo
Rendimento p.a.
14,75%
Cedole
3,688% - €36,88
Memoria
si
Barriera Capitale
70%
Barriera Cedole
100%
ISIN
DE000VX6UY86
Maggiori Informazioni

Possibile rendimento del 10% annuo con il certificate one star su Banco BPM, Mediobanca, UniCredit
Sottostanti:
Banco BPMMediobanca Banca di Credito Finanziario S.p.AUniCredit S.p.A
Rendimento p.a.
10%
Cedole
2,5% - €25,00
Memoria
si
Barriera Capitale
60%
Barriera Cedole
60%
ISIN
CH1186546979
Maggiori Informazioni