Stellantis, 30 nuovi modelli ibridi. Analisti tagliano il target price


La mossa è stata decisa per rispondere alla crescente domanda di veicoli ibridi in Europa riscontrata nel corso di quest’anno. Intanto a Piazza Affari il titolo apre ai minimi dallo scorso novembre e alcuni broker riducono i loro giudizi.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Stellantis amplia i suoi modelli ibridi

30 modelli a cui verrà implementato il sistema di propulsione ibrido da lanciare entro la fine del 2026: Stellantis cerca così di rispondere alla crescente domanda riscontrata di Europa di veicoli di questo tipo.

L’annuncio è arrivato dalla stessa casa automobilistica questa mattina in una nota, nella quale il Deputy Chief Engineering Officer, Sébastien Jacquet, parla di “soluzioni ibride molto competitive”, potenziate “con la nuova tecnologia eDCT e applicata a una vasta gamma di modelli per renderla accessibile al maggior numero di clienti possibile”.

La tecnologia avanzata eDCT permette di ridurre le emissioni di CO2 e il consumo di carburante, specialmente durante la guida a bassa velocità, pur mantenendo una facilità di utilizzo e “le stesse abitudini alla guida rispetto ai veicoli tradizionali a combustione interna”. Questa tecnologia, grazie alla sua modularità, può supportare anche i veicoli elettrici plug-in, avendo il 93% dei componenti in comune; gli unici cambiamenti riguardano il modulo di propulsione elettrica e l'inverter.

La richiesta di ibridi

La decisione di Stellantis si base sul forte aumento della domanda di questo tipo di veicoli, visto l’incremento del 41% delle vendite di modelli ibridi nell’EU30 nel 2024 su base annua rispetto al 2023 e la casa automobilistica e prevede di incrementare ulteriormente i volumi di vendita con i prossimi lanci.

Attualmente, Stellantis produce modelli ibridi in oltre il 70% dei suoi stabilimenti in Europa. Con la joint venture eTransmissions, Stellantis e il suo partner producono eDCT a Metz, in Francia, e a Torino, in Italia, rifornendo undici impianti di produzione con una capacità combinata di oltre 1,2 milioni di eDCT all'anno.

Analisti tagliano il target price

Intanto, il titolo Stellantis apre la seduta in flessione di circa l’1% a 17,80 euro, livello minimo dal novembre scorso, ampliando la perdita del 2024 a -15% rispetto al 12% del FTSE MIB.

In attesa dei conti trimestrali della società in programma per il 25 luglio, in queste ore alcuni broker hanno ridotto le loro aspettative sulla casa automobilistica, riducendo i loro target price. È il caso di Barclays, che riduce il suo prezzo obiettivo da 24 a 23 euro, conservando una raccomandazione ‘overweight’, e di Hsbc che taglia il suo fair value da 22 a 21 euro, con giudizio ‘hold’ confermato.

Stessa decisione era arrivata ieri da Bank of America che, mantenendo la raccomandazione ‘buy’, limava il target price da 25 a 24 euro, aspettandosi una forte ripresa nel secondo semestre dopo un difficile inizio d'anno dovuto, tra l'altro, ad alcuni errori nel go-to market e nella posticipazione di nuovi lanci di prodotto.

“I dati più recenti indicano che le consegne dei primi sei mesi potrebbero essere del 2% più deboli delle attese”, segnalano gli analisti della banca statunitense, citando in particolare il Nord America. BofA taglia quindi le stime sull'Ebit del primo semestre dell'8,6% e si aspetta un free cash flow di 1,86 mld euro (contro i precedenti 3,1 mld).

Se le proiezioni sull'Eps per il biennio 2024-2025 vengono tagliate da BofA, rispettivamente, del 5% e del 2%, i progressi compiuti nel primo trimestre a livello di scorte di magazzino dovrebbero essere sostenibili e, quindi, le stime del broker sul free cash flow per la seconda metà dell'anno sono viste superare di circa 5 miliardi di euro il dato dei primi sei mesi

Tra gli analisti broker, Stifel porta il prezzo obiettivo a 27 euro (da 29 euro), WebSim Intermonte conferma 21,1 euro (giudizio ‘neutrale’), Oddo BHF scende a 25 euro (da 30 euro), Citigroup lo ha ridotto a 19,5 euro (da 22 euro) e il consenso raccolto da Bloomberg registra 19 ‘buy’, 11 ‘hold’ e 2 ‘sell’: target price a 25 euro.

Seguici su Telegram

Idea di investimento
Possibile maxipremio del 15% e premi trimestrali dell'1,5% (6% annuo) con il certificate su Banco BPM, Intesa Sanpaolo e UniCredit
Sottostanti:
Intesa SanpaoloUniCredit S.p.ABanco BPM
Maxicedola
15%
Importo Maxicedola
€150,00
Rendimento p.a.
6%
Cedole
1,5% - €15,00
Memoria
si
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VD39CH4
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Fucina del Tag è un partner marketing di Vontobel
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: STLA.MI
Isin: NL00150001Q9
Rimani aggiornato su: Stellantis

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni