Stellantis pronta ad alzare gli obiettivi al 2030 per l’economia circolare


L’obiettivo è quello di rendere più economici i veicoli elettrici risparmiando sui costi delle materie prime, così come delineato nel piano strategico Dare Forward 2030 della casa automobilistica italo-francese.


Scopri le soluzioni di investimento

Con tutti i certificate di Orafinanza.it


Stellantis verso rialzo obiettivi

Stellantis punta sull’economia circolare per ridurre i costi provenienti dalle materie prime, ottenendo così una riduzione dei suoi veicoli elettrici.

Grazie a questa strategia, la casa automobilistica italo-francese potrebbe alzare i suoi obiettivi di ricavi per la sua unità di economia circolare entro il 2030, dopo la notevole crescita (+25%) dei ricavi registrata quest'anno nell'ambito di questa attività.

L’annuncio è stato fatto dal CEO, Carlos Tavares, nel corso dell’inaugurazione di ieri del complesso di Mirafiori di Torino, primo hub di economia circolare per la società, spiegando che l'obiettivo della casa automobilistica è quello di creare un flusso stabile di forniture di materie prime, evitando gli alti e bassi del mercato.

La volatilità dei prezzi delle materie prime, secondo Tavares, rende i veicoli elettrici meno accessibili per i consumatori e l'azienda mira a contrastare questo problema con un approccio incentrato sull'economia circolare, ottenendo così una riduzione di questa tipologia di auto.

Previsioni

Stellantis prevede di generare oltre 2 miliardi di euro di ricavi entro il 2030 dalla sua unità di economia circolare, che si occupa del riciclaggio e del ricondizionamento di parti, comprese le batterie dei veicoli elettrici.

Il centro inaugurato ieri a Mirafiori si concentra sull'estensione della vita di parti e veicoli, sul ricondizionamento di componenti e sul riciclo di materiali da reinserire nel ciclo produttivo.

Inizialmente, Stellantis prevede di replicare questa struttura con altri tre impianti, molto probabilmente in Nord America, America Latina e nella regione Africa-Medio Oriente.

Carlos Tavares ha sottolineato che la crescita dell'attività è notevole, e sebbene non abbia fornito dettagli specifici sul nuovo obiettivo di ricavi, ha affermato che stanno costruendo un business redditizio.

L'investimento di 40 milioni di euro nel sito italiano ha già portato a 170 dipendenti altamente qualificati, con l'obiettivo di aumentare a circa 550 entro il 2025.

Maggiore consapevolezza di sostenibilità

L'annuncio di Stellantis riflette la crescente consapevolezza del settore automobilistico sulla necessità di adottare pratiche sostenibili e ridurre l'impatto ambientale.

“La business unit dell’economia circolare è stata delineata nel piano strategico Dare Forward 2030 di Stellantis del marzo 2022, mentre l’hub italiano è stato annunciato nel settembre dello stesso anno”, ricordano gli analisti di WebSim Intermonte che sul titolo del gruppo mantengono un giudizio ‘neutrale’, con target price di 18,6 euro rispetto ai 18,67 di questa mattina.L’aumento dei prezzi e la ridotta disponibilità di materie prime, nonché i costi ambientali per estrarle, stanno spingendo diversi produttori e gli enti regolatori a riutilizzare e riciclare di più.

Altre case automobilistiche, come Renault, stanno seguendo una strada simile trasformando le loro strutture in centri di ricerca, riciclaggio e riparazione nel contesto dei piani di economia circolare.

La casa francese sta trasformando la sua fabbrica fuori Parigi in un centro di ricerca, riciclaggio e riparazione nell’ambito del suo piano di economia circolare.


Idea di investimento
Premi incondizionati del 10% annui con il certificate su ENI, Stellantis e UniCredit
Sottostanti:
UniCredit S.p.AEni S.p.AStellantis NV
Rendimento p.a.
10%
Cedole
2,5% - €25,00
Memoria
no
ISIN
DE000VM0FN12
Emittente
Vontobel
Comunicazione Pubblicitaria
Maggiori Informazioni

La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: STLA.MI
Isin: NL00150001Q9
Rimani aggiornato su: Stellantis

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni