Stellantis riacquista azioni proprie da GM: ‘trigger’ positivo secondo gli analisti


L’accordo prevede l’acquisizione da parte della casa italo-francese di una quota corrispondente al 2,2% del proprio capitale da General Motors e la cessione di 1,2 milioni di azioni ordinarie Faurecia agli americani.


Possibili rendimenti dal 10% al 20%

Scopri la nostra selezione di certificate di investimento!


L’operazione

Stellantis riacquista una quota del proprio capitale ceduto a General Motors. L’operazione riguarda il 2,2% per un corrispondente di 69,1 milioni di titoli, pacchetto che il gruppo italo-francese otterrà dall’esercizio di warrant emessi da Peugeot nel 2017.

Si tratta di warrant emessi a favore della casa americana all’interno dell’operazione di acquisto del business automobilistico Opel Vauxhall dal gruppo PSA.

L’esercizio dei warrant, inoltre, prevede la consegna da parte di Stellantis a GM di circa 1,2 milioni di azioni ordinarie Faurecia, oltre ad un ammontare complessivo in cassa pari a circa 130 milioni di euro proveniente da diritti a dividendi pagati da PSA a Stellantis, specifica la nota diffusa ieri.

Il prezzo

Le operazioni di emissioni delle azioni ordinarie Stellantis di GM e il riacquisto delle stesse da parte del gruppo italo-francese avverranno domani 15 settembre, ad un prezzo complessivo di 923.247.678 euro.

La cifra è calcolata in base al prezzo medio ponderato (13,3 euro) per i volumi di un’azione ordinaria Stellantis registrato sul mercato regolamentato di Euronext Milano nelle ultime cinque sedute.

Inoltre, l’acquisto da parte di Stellantis verrà eseguito all’interno dell’autorizzazione deliberata dall’assemblea degli azionisti tenutasi lo scorso 13 aprile 2022.

La view di Equita

A seguito dell’operazione da Equita Sim confermano la raccomandazione ‘buy’ sul titolo Stellantis, con prezzo obiettivo a 20 euro, rispetto ai 13,54 euro odierni (+0,10%), sottolineando come nella loro somma “delle parti includevamo già la diluizione derivante dall’esercizio dei warrant”.

L’annuncio di ieri è definito dalla sim “positivo”, “in quanto l’acquisto di queste azioni da parte di Stellantis evita il probabile flowback ed è fatto a un prezzo ragionevole, senza intaccare la solidità finanziaria del gruppo”.

Pertanto, “includendo l’opzione per l’acquisto delle azioni detenute da DongFeng siglata lo scorso luglio (tale per cui Stellantis ha il diritto, ma non l’obbligo di comprare fino al 3,2% del capitale detenuto dai cinesi), in pratica si completa il buyback indicato nel piano industriale: fino al 5% del capitale”, concludono questi analisti.

Un trigger positivo

Gli analisti di WebSim confermano il giudizio ‘interessante’ su Stellantis alla luce dell’accordo, con target price di 21,30 euro.

“Il nostro EPS e target price sono calcolati utilizzando il numero di azioni diluite che includeva anche i 69,1 milioni di azioni che GM aveva diritto a ricevere e pertanto il riacquisto di tali azioni ai prezzi di mercato correnti è notizia positiva (impatto +1/2%)”, spiegano dalla sim.

Inoltre, questi analisti ritengono “che il riacquisto di azioni possa avere valore segnaletico ed essere un trigger positivo data l’elevata posizione di cassa netta del gruppo, 8,3 euro per azione secondo le nostre stime a fine 2022, circa il 61% della market cap”.


La Finestra sui Mercati

Tutte le mattine la newsletter con le idee di investimento!

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Idea di investimento
Possibile rendimento Annuo del 16,72% con il certificate su Renault, Stellantis e Volkswagen
Sottostanti:
Stellantis N.V.Volkswagen AGRenault SA
Rendimento p.a.
16,72%
Cedole
4,182% - €41,82
Memoria
si
Barriera Capitale
60%
Barriera Cedole
60%
ISIN
DE000VV0P437
Maggiori Informazioni


I titoli citati nell'Articolo

Titolo:
Codice: STLA.MI
Isin: NL00150001Q9
Rimani aggiornato su: Stellantis

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
Maggiori Informazioni